Charlie Chaplin e altri 6 artisti inseriti nella lista nera di Hollywood durante il Red Scare

  • Joseph Wood
  • 0
  • 1560
  • 98

& # x201C; Sei ora o sei mai stato un membro del Partito Comunista? & # x201D; è stata la domanda da $ 64.000 posta dal noto House Un-American Activities Committee (HUAC) nella Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti.

Tra la fine degli anni '40 e gli anni '50, il Second Red Scare fu un'epoca segnata dalla grande paura che il comunismo fosse in aumento in America. Guidati dal senatore repubblicano Joseph McCarthy, funzionari del governo accusarono centinaia di americani di essere membri del Partito comunista o di essere solidali con la causa. La maggior parte degli accusati di tradimento e / o sovversione erano lavoratori sindacali, impiegati del governo, intellettuali di spicco e artisti di Hollywood.

Tra quelli dell'ultima categoria, ecco alcuni dei volti famosi che sono stati inseriti nella lista nera di Hollywood e spiati durante l'era del McCarthyism della Guerra Fredda:

Charlie Chaplin

Charlie Chaplin

Foto: Hulton Archive / Getty Images

L'FBI si riferiva a Charlie Chaplin come un "salotto Boshevik", ritenendolo un simpatizzante comunista e un possibile rischio per la sicurezza del Paese. Sebbene Chaplin abbia negato di essere un comunista, il direttore dell'FBI J. Edgar Hoover era determinato a far espellere l'attore e ha lavorato con i servizi di immigrazione per impedirgli di rientrare negli Stati Uniti dopo essere volato a Londra per promuovere uno dei suoi film.

Hoover aveva persino spiato l'MI5 su Chaplin, ma alla fine l'agenzia straniera concluse che non era un rischio per la sicurezza e invece credeva che fosse semplicemente un progressista di sinistra.

Tuttavia, Chaplin fu bandito dagli Stati Uniti. Invece di combattere per rientrare nel paese, Chaplin decise di stabilirsi in Svizzera e pubblicò una dichiarazione sulla sua esperienza:

"... Dalla fine dell'ultima guerra mondiale, sono stato oggetto di menzogne ​​e propaganda da potenti gruppi reazionari che, per la loro influenza e per l'aiuto dell'America's stampa gialla, hanno creato un'atmosfera malsana in cui gli individui di mentalità liberale possono essere individuati e perseguitati. In queste condizioni trovo praticamente impossibile continuare il mio lavoro cinematografico e quindi ho rinunciato alla mia residenza negli Stati Uniti ".

Langston Hughes

Langston Hughes

Foto: Hulton Archive / Getty Images

Il poeta del Rinascimento di Harlem Langston Hughes era noto per il suo sostegno ai gruppi comunisti negli Stati Uniti e anche a un certo punto viaggiò in Unione Sovietica per girare un film, ma negò sempre di essere un membro.

Insieme alla sua affinità per le idee marxiste, le opinioni di sinistra di Hughes si riflettevano in alcune delle sue poesie, che i giornali comunisti negli Stati Uniti spesso pubblicavano. Fu per tutti questi motivi che il Congresso lo spinse a testimoniare.

Alla domanda sul perché non è mai diventato membro del Partito Comunitario, Hughes ha scritto: "era basato su una rigida disciplina e sull'accettazione delle direttive che io, come scrittore, non desideravo accettare".

Nel 1953, durante la sua testimonianza pubblica davanti a McCarthy e al comitato HUAC, aggiunse anche: "Non ho mai letto i libri teorici di socialismo o comunismo o i partiti democratici o repubblicani per quella materia, e quindi il mio interesse per qualsiasi cosa possa essere considerata politica stato non teorico, non settario, e in gran parte emotivo e nato dal mio bisogno di trovare un modo di pensare a questo intero problema di me stesso ".

Dopo aver testimoniato prima del Congresso, Hughes si allontanò dalle sue associazioni con il comunismo e divenne anche meno politico nella sua poesia.

LEGGI TUTTO: Langston Hughes' Impatto sul Rinascimento di Harlem

Orson Welles

Orson Welles

Foto: Cecil Beaton / Condé Nast via Getty Images

Come regista, l'attore e scrittore Orson Welles era all'apice della sua carriera professionale quando il governo degli Stati Uniti iniziò a indagare su di lui come possibile comunista chiuso. Il suo film del 1941 Cittadino Kane, il cui personaggio principale inizia come un servitore sociale idealista e diventa un capitalista manipolatore assetato di potere, è stato considerato prova dall'FBI che il film non era altro che una campagna diffamatoria orchestrata dal Partito Comunitario. Era considerato una tale minaccia che il governo lo aveva inserito in un elenco di persone che dovevano essere arrestate in caso di emergenza nazionale.

Sapendo di essere stato preso di mira dall'FBI, Welles lasciò gli Stati nel 1948 e si trasferì in Europa, dove visse per i successivi otto anni. Un decennio dopo, ha trovato il suo modo di esprimere il suo disgusto per il Red Scare attraverso il film noir Tocco del male, che descriveva le forze dell'ordine storte che sceglievano di abusare del loro potere perseguendo la caccia alle streghe invece di proteggere i loro concittadini.

Leonard Bernstein

Leonard Bernstein

Foto: Walter Engels / NY Daily News Archive via Getty Images

"Non sono ora o mai stato membro del Partito Comunista", così giurò il famoso compositore-direttore Leonard Bernstein su una dichiarazione giurata. Tuttavia, l'FBI era convinto di essere un pericoloso sovversivo politico e lo spiò per i successivi tre decenni, persino facendolo entrare nella lista nera alla CBS e negando la sua richiesta di rinnovare il suo passaporto.

Avendo sostenuto i manifestanti del Vietnam e le attività delle Pantere Nere, Bernstein era sotto l'occhio vigile di Hoover, che era determinato a rovinare la sua reputazione, in particolare per il sostegno alle Pantere. Come molte altre figure di spicco nel settore dello spettacolo, Bernstein è stato menzionato nella pubblicazione di destra anticomunista, il Canali rossi.

Lena Horne

Foto: Getty Images

Nonostante il suo talento, bellezza e fama a Hollywood, la cantante e attrice Lena Horne non era estranea al razzismo e alla discriminazione. La sua esperienza l'ha ispirata a diventare politicamente attiva e molte delle organizzazioni a cui ha partecipato hanno incluso membri di sinistra radicale e comunisti.

L'FBI se ne accorse e la fece inserire nella lista nera di Hollywood, costringendola a trascorrere alcuni anni in tournée come cantante di un night club per guadagnarsi da vivere. Determinata a rimettere in carreggiata la sua vita e la sua carriera, Horne negò pubblicamente di essere affiliata al Partito Comunista e scrisse una serie di lettere a importanti personaggi di Hollywood denunciando la sua ideologia. Alla fine, è stata in grado di tornare al cinema e alla televisione e ha anche prodotto dischi di successo. Tuttavia, il suo gusto per la politica non è stato così facilmente intimidito. Quando emerse il Movimento per i diritti civili degli anni '60, Horne era un importante sostenitore della causa.

Dalton Trumbo

Dalton Trumbo

Foto: Getty Images

Lo sceneggiatore Dalton Trumbo ha scritto i film vincitori del premio Oscar Pistola pazzo (1950), vacanza romana (1953) e Il coraggioso (1956), ma non è stato in grado di ricevere credito a causa del suo status nella lista nera. Invece, ha dovuto vendere i suoi copioni con vari pseudonimi.

Ma a differenza di molti dei suoi colleghi di Hollywood, Trumbo era un tempo membro del Partito Comunista. Tuttavia, quando è stato interrogato dalla House Un-American Activities Committee (HUAC) per i suoi legami politici, ha rifiutato con sfida di rispondere alle loro domande e successivamente è stato tenuto in disprezzo, gettato in prigione federale per un anno e bandito dall'industria.

Non lo era'fino al 1960 quel Trumbo'il rientro ufficiale a Hollywood è stato completato, e questo è stato grazie a colleghi come l'attore Kirk Douglas e il regista Otto Preminger che erano irremovibili e ha ricevuto credito per il suo lavoro in spartacus e Esodo.

Dorothy Parker

Dorothy Parker

Foto: Hansel Mieth / The LIFE Picture Collection tramite Getty Images

Una delle scrittrici più spiritose della sua epoca, la poetessa acuta e critica Dorothy Parker ha avuto un vero assaggio di attivismo quando è stata arrestata in una manifestazione politica del 1927 a sostegno degli anarchici italiani Bartolomeo Vanzetti e Nicola Sacco, che sono stati processati e condannati per omicidio per incerto prova.

Parker'L'arresto l'ha ispirata a continuare a combattere per una serie di cause politiche e attiviste, tra cui la Gilda degli sceneggiatori e la Lega antinazista, che erano considerati "fronti comunisti" dall'FBI. Sebbene la Parker non fosse mai stata membro del Partito Comunista, era nota per essere simpatica alla sua ideologia e non aveva scrupoli ad associarsi con le organizzazioni locali.

Quando il McCarthyism era in pieno vigore, la Parker era all'apice della sua carriera di scrittore. Con il suo nome nella lista nera, era ancora in grado di trovare lavoro ma sentiva che i suoi servizi non erano molto richiesti.

Quando gli agenti dell'FBI sono venuti a casa sua e si sono chiesti se stava minando il governo, lei ha prontamente risposto, & # x201C; ascolta, non riesco nemmeno a far rimanere il mio cane. Ti sembro qualcuno che potrebbe rovesciare il governo? & # X201D;

Parker aveva circa 60 anni quando l'FBI alla fine decise che non lo era't una potenziale minaccia alla sicurezza nazionale.

Di Eudie Pak

Eudie Pak è un editore / scrittore di New York City.

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Storia e cultura

    Shirley Chisholm e le altre 9 prime donne di colore al Congresso

    Questi pionieri politici hanno rotto le barriere razziali e di genere durante il loro tempo come membri della Camera dei rappresentanti.

    • Di Eudie Pak, 25 giu 2019
    Storia e cultura

    Jean-Michel Basquiat e 9 artisti visivi neri che hanno rotto le barriere

    Che siano scultori, pittori, fotografi, registi o illustratori, gli artisti visivi afroamericani si sono fatti un nome nel corso della storia.

    • Di Eudie PakJun 18, 2019
    Storia e cultura

    Erano simpatizzanti nazisti Edward VIII e Wallis Simpson?

    Avendo una relazione amichevole con Adolf Hitler, molti ipotizzarono che il Duca e la Duchessa di Windsor fossero coinvolti in un complotto per rovesciare la corona britannica durante la seconda guerra mondiale.

    • Di Barbara MaranzaniJun 20, 2019
    Storia e cultura

    Jesse Jackson e 6 politici neri che presero il posto di Presidente degli Stati Uniti

    Barack Obama potrebbe essere stato il primo presidente nero eletto alla Casa Bianca, ma molti hanno tentato prima di lui.

    • Di Eudie Pak, 20 giu 2019
    Storia e cultura

    Bessie Coleman e altri 9 pionieri del nero in aviazione

    Questi piloti e astronauti afroamericani hanno spianato la strada agli altri per esplorare i cieli.

    • Di Eudie PakJun 17, 2019
    Storia e cultura

    Georgia O'Keeffe e 5 donne visual artist che sono state pioniere nel loro lavoro

    Questi hanno spianato la strada ad altre artiste attraverso i loro dipinti, sculture, film, foto e illustrazioni.

    • Di Eudie PakJun 18, 2019
    Storia e cultura

    Molly Brown e altri 11 famosi passeggeri titanici

    Scopri alcune delle persone illustri che sopravvissero o morirono quando la "nave inaffondabile" colpì un iceberg nell'aprile del 1912.

    • Di Eudie PakAug 2, 2019
    Storia e cultura

    Alice Ball e 7 scienziate le cui scoperte sono state attribuite agli uomini

    Il lavoro di queste donne è stato trascurato durante la loro vita, mentre gli uomini hanno ricevuto il riconoscimento.

    • Di Eudie PakJun 14, 2019
    Storia e cultura

    Sonia Sotomayor e altri 9 pionieri latini del XIX, XX e XXI secolo

    Esplora i molti modi in cui le donne latine hanno infranto le barriere di genere e culturali.

    • Di Eudie Pak, 7 agosto 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di più



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.