Count Basie Biografia

  • Piers Chambers
  • 0
  • 4930
  • 1116
Uno dei grandi della musica jazz di tutti i tempi, il bandleader / pianista Count Basie è stato uno dei principali compositori del suono della big band che ha caratterizzato la musica popolare della metà del 20 ° secolo.

Sinossi

Il conte Basie è nato il 21 agosto 1904 a Red Bank, nel New Jersey. Pianista, ha suonato Vaudeville prima di formare la sua grande band e aiutare a definire l'era dello swing con successi come "One O'Clock Jump "e" Blue Skies. "Nel 1958, Basie divenne il primo uomo afro-americano a ricevere un Grammy Award. Uno di musica jazz'Per sempre, ha vinto molti altri Grammy nel corso della sua carriera e ha lavorato con una pletora di artisti, tra cui Joe Williams ed Ella Fitzgerald. Basie è morto in Florida il 26 aprile 1984.

Formazione iniziale e carriera

La leggenda del jazz conosciuta come Count Basie è nata William James Basie (con alcune fonti che elencano il suo secondo nome come "Allen") il 21 agosto 1904, a Red Bank, nel New Jersey. Suo padre Harvey era un mellofonista e sua madre Lillian era una pianista che dava a suo figlio le sue prime lezioni. Dopo essersi trasferito a New York, è stato ulteriormente influenzato da James P. Johnson e Fats Waller, con Waller che insegnava tecniche per suonare l'organo Basie.

Forme Baroni del Ritmo

Basie ha suonato nel circuito vaudevilliano per un po 'fino a quando non si è bloccato in Kansas a metà degli anni '20, dopo che il suo gruppo si è sciolto. Ha continuato a unirsi a Walter Page's Blue Devils nel 1928, che vedrebbe come un momento cardine della sua carriera, per la prima volta introdotto nel sound della big band.

In seguito ha lavorato per alcuni anni con una band guidata da Bennie Moten, che morì nel 1935. Basie formò quindi i Baroni del ritmo con alcuni dei suoi compagni di band di Motten'gruppo di s, incluso il sassofonista Lester Young. Con la voce di Jimmy Rushing, la band ha allestito un negozio per esibirsi a Kansas City's Reno Club.

diventa 'Contare'

Durante una trasmissione radio della band's prestazione, il presentatore ha voluto dare Basie's nome un po 'di pizazz, tenendo presente l'esistenza di altri bandleader come Duke Ellington e Earl Hines. Così chiamò il pianista "Count", con Basie che non si rendeva conto di quanto il nome avrebbe preso come forma di riconoscimento e rispetto nel mondo della musica.

Hits That Swing

Il produttore John Hammond ha ascoltato la band's suono e aiutato a garantire ulteriori prenotazioni. Dopo alcune sfide, la Count Basie Orchestra ha avuto una serie di successi che hanno contribuito a definire il suono della big band degli anni '30 e 'anni 40. Alcune delle loro canzoni importanti includevano "One O'Clock Jump "& # x2014; l'orchestra'la melodia della firma che Basie si è composto & # x2014; e "Jumpin' al Woodside ".

Con il gruppo che si distingue per i solisti, la sezione ritmica e lo stile dello swing, lo stesso Basie è stato notato per il suo stile sobrio ma accattivante di piano e per la leadership musicale precisa e impeccabile. Stava anche guidando uno dei gruppi jazz afro-americani più grandi e famosi del giorno.

Gruppo musicale's Seconda incarnazione

A causa delle mutevoli fortune e di un panorama musicale alterato, Basie fu costretto a ridimensionare la sua orchestra all'inizio degli anni '50, ma presto tornò e tornò alla sua struttura big-band nel 1952, registrando nuovi successi con la cantante Joe Williams e diventando una figura internazionale. Un'altra pietra miliare arrivò con l'album del 1956 Aprile a Parigi, la cui traccia del titolo conteneva finali di psiche che diventavano una nuova firma della band.

Collaborazioni, premi e legacy

Durante gli anni '60 e 'Anni '70, Basie ha registrato con luminari come Ella Fitzgerald, Frank Sinatra, Sammy Davis Jr., Jackie Wilson, Dizzy Gillespie e Oscar Peterson. Basie alla fine ha vinto nove Grammy Awards nel corso della sua carriera, ma ha fatto la storia quando ha vinto il suo primo, nel 1958, come primo uomo afroamericano a ricevere un Grammy. Alcune sue canzoni sono state introdotte anche nella Grammy Hall of Fame, tra cui "April in Paris" e "Everyday I Have the Blues".

Basie ha sofferto di problemi di salute nei suoi ultimi anni ed è morto di cancro a Hollywood, in Florida, il 26 aprile 1984. Ha lasciato al mondo un'eredità quasi impareggiabile di grandezza musicale, dopo aver registrato o essere stato affiliato a dozzine di dozzine di album durante i suoi tutta la vita.

Ulteriori informazioni su Basie'La vita di s può essere trovata nel libro Good Morning Blues: The Autobiography of Count Basie (1986), messo insieme dalle conversazioni avute con Albert Murray.




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Biografie di personaggi famosi.
La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.