Onorare James Baldwin e il potere duraturo delle sue parole

  • Joseph Wood
  • 0
  • 3649
  • 1050

James Baldwin fu uno dei maggiori scrittori, intellettuali e attivisti del 20 ¬į secolo. Nato a New York, Baldwin ha lasciato gli Stati Uniti all'et√† di 24 anni per vivere e lavorare in Francia. Ha cercato di sfuggire alla violenza fisica e strutturale perpetuata contro gli afroamericani e di stabilire una distanza psicologica per perseguire la sua arte letteraria. Baldwin torn√≤ a casa periodicamente per impegnarsi nell'attivismo per i diritti civili, incontrare i suoi editori, visitare la famiglia e insegnare lingua e letteratura.

La maggior parte delle opere di Baldwin esplorano le tensioni di razza, sessualità e classe negli Stati Uniti. Precisione, chiarezza e onestà caratterizzano questi scritti, molti dei quali si concentrano sulle proprie esperienze crescendo in America povera, gay e nera. Gli scritti prolifici di Baldwin includono saggi, romanzi, opere teatrali, poesie e sermoni. La mostra al National Museum of African American History and Culture (NMAAHC), & # x201C; Making a Way Out of No Way & # x201D;offre un display multimediale accattivante che sottolinea i temi di attivismo, creatività e identità, che incorniciano la vita di Baldwin.

Oltre al ruolo pubblico di scrittore e attivista, Baldwin era un uomo di famiglia. Era il maggiore di nove fratelli, con i quali intrattenne stretti legami nonostante la distanza fisica. La sua famiglia comprendeva anche parenti letterari, come Maya Angelou, Toni Morrison e Lorraine Hansberry.

Early Life: Grande Fratello e Predicatore 

James Baldwin √® nato ad Harlem, New York, il 2 agosto 1924 da Emma Berdis Jones. Fu allevato da sua madre e dal patrigno David Baldwin, che Baldwin chiamava suo padre e che descriveva come estremamente severi. Come il maggiore di nove fratelli, Baldwin prese seriamente la responsabilit√† del fratello maggiore. Ha curato e protetto i suoi fratelli pi√Ļ piccoli in una famiglia governata dalle rigide regole religiose del padre.

Tra i 14 e 16 anni Baldwin divenne un predicatore nella chiesa pentecostale di suo padre. Il suo stile di predicazione, la prosa e la cadenza erano spesso pi√Ļ celebrati di suo padre. La breve esperienza di Baldwin nella chiesa condizion√≤ una forte voce letteraria, che svilupp√≤ ulteriormente durante gli anni del liceo e del liceo.

Come scenario in cui avrebbe prosperato, la scuola ha fornito a Baldwin uno sbocco per il suo pensiero critico e creativo e la sua scrittura. Ha frequentato la Frederick Douglass Junior High School nel Bronx, dove ha incontrato il suo mentore Countee Cullen, che ha raggiunto la fama come poeta del Rinascimento di Harlem. Baldwin andò alla DeWitt Clinton High School, dove curò il giornale della scuola e partecipò al club letterario, proprio come Cullen aveva fatto quando era studente lì.

Esplora la collezione Baldwin nel Smithsonian Transcription Center

Baldwin's Heart Connection con Richard Wright's lavoro

Gli anni '40 segnarono diversi punti di svolta nella vita di Baldwin. Nel 1942 si laureò alla DeWitt Clinton High School e un anno dopo assistette ai disordini di New York Race e subì la morte di suo padre. Nel 1944 conobbe Richard Wright, il cui lavoro scritto parlava con il suo cuore. Baldwin apprezzò le forti opinioni di Wright sulla razza in America e apprezzò molto il loro scambio intellettuale. Nel 1948, a causa dell'influenza di Wright, Baldwin lasciò gli Stati Uniti per Parigi. Alla domanda sulla sua partenza, ha detto in un 1984 Recensione di Parigi  intervista: & # x201C; La mia fortuna stava finendo. Stavo andando in prigione, stavo per uccidere qualcuno o essere ucciso. & # X201D;

Baldwin e Wright si ricollegarono a Parigi; tuttavia, i due erano spesso in contrasto sui modi in cui si avvicinavano alla razza nel loro lavoro; questo conflitto alla fine portò alla fine della loro amicizia. Ma avrebbe stretto un'altra amicizia con la poetessa Maya Angelou, che incontrò per la prima volta a Parigi mentre era in tournée con Porgy e BesS. Nell'omaggio che avrebbe pronunciato al suo funerale, Angelou notò che & # x201C; Il suo amore mi ha aperto la porta insolita, e sono felice che James Baldwin fosse mio fratello. & # X201D;

La vita come a 'Pendolare transatlantico'

Baldwin avrebbe trascorso i successivi 40 anni all'estero, dove ha scritto e pubblicato la maggior parte delle sue opere. Ha vissuto in Francia & # x2014; sia a Parigi che nel sud della Francia; Svizzera, dove ha terminato il suo primo romanzo Vai a raccontarlo sulla montagna (1953) e Turchia, dove ha trascorso un decennio e filmato A partire dal Un altro posto (1970), in cui descrive la sua penna come la sua arma e il suo ruolo di testimone nella lotta per la libertà. Riferendosi a se stesso come un pendolare transatlantico & # x201C; & # x201D; Baldwin tornò spesso negli Stati Uniti per interagire con la famiglia e negoziare con gli editori. Ha anche testimoniato in udienze sulle violazioni dei diritti civili e ha partecipato alla marcia del 1963 a Washington e alla Selma del 1965 a Montgomery March. Verso l'ultima parte della sua vita, ha insegnato all'Università del Massachusetts e all'Hampshire College di Amherst.

Il 1 ¬į dicembre 1987, Baldwin perse la sua battaglia contro il cancro allo stomaco. Una settimana dopo, fu deposto nella Cattedrale di San Giovanni il Divino a New York City. I familiari e gli amici hanno partecipato a un ampio servizio durante il quale Toni Morrison, Maya Angelou e Amiri Baraka hanno pronunciato toccanti commenti sul loro amico e fratello. Durante la sua vita, Baldwin ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti e ha ottenuto riconoscimenti internazionali per i suoi scritti. Attraverso queste opere, James Baldwin rimane fermamente in un discorso eloquente con la societ√† su questioni tanto critiche e urgenti come lo erano durante la sua vita.

Artefatti: viaggiare e l'amore dei fratelli

Passaporto degli Stati Uniti appartenente a James Baldwin, 2 agosto 1965.

(Foto: Collezione del Museo Nazionale di Storia e Cultura Afroamericana Smithsonian, Dono della Famiglia Baldwin, 2011.99.2.1-.3)

Abbiamo una ricca documentazione scritta, audio e visiva della vita di Baldwin da apprezzare e ammirare. Un artefatto provocatorio in possesso dell'NMAAHC (sopra) è il passaporto degli Stati Uniti di Baldwin dall'agosto 1965. Ha francobolli provenienti da tutta Europa, in particolare Francia e Turchia, ma ha anche prove di viaggi multipli negli Stati Uniti Stati. Baldwin visitò anche l'Africa e il Medio Oriente.

Il secondo manufatto (sotto) √® una toccante fotografia di Baldwin con sua sorella minore Paula. I due sono raffigurati sorridendo calorosamente, il braccio di Baldwin avvolto in modo protettivo intorno alla ragazza pi√Ļ giovane. Baldwin indossa una cravatta a farfalla decorata con piccoli rettangoli e Paula ha un vestito bianco con un colletto rotondo. Sono posizionati con la testa che si tocca, indicando la loro stretta relazione. Coloro che lo conoscevano e lo amavano come Paula, lo chiamavano affettuosamente & # x201C; Jimmy. & # X201D; Questa √® una fotografia di & # x201C; Jimmy, & # x201D; il fratello maggiore che i suoi fratelli e sorelle pi√Ļ giovani conoscevano e amavano.

Fotografia di James Baldwin e Paula Baldwin, 1953.

(Foto: Collezione del Museo Nazionale di Storia e Cultura Afroamericana Smithsonian, Dono della Famiglia Baldwin, 2011.99.39)

Un maestro del suo mestiere

Gran parte di ciò che sappiamo di Baldwin proviene dai suoi prolifici scritti, interviste e discorsi. Gli artefatti che appartenevano a James Baldwin offrono anche una visione delle sue esperienze personali e dei modi in cui le ha collocate in un contesto nazionale e internazionale. Questa abbondante prova della vita di Baldwin rivela la sua acuta comprensione dell'uso fondamentale del linguaggio nella sua capacità di definire e dettare le esperienze umane. Credeva, nelle parole del collega scrittore Audre Lorde, che gli strumenti del maestro non possano mai smantellare la casa del padrone. & # X201D; Toni Morrison, una delle care amiche di Baldwin, allude al suo uso e al discorso sul linguaggio durante il suo tributo al suo funerale, affermando che Baldwin & # x201C; rese onesto l'inglese americano & # x201D; nella & # x201C; 6.895 pagine & # x201D; del suo lavoro scritto.

Guarda un'intervista con Tulani Salahu-Din sulla collezione Baldwin:

tag
termini:
Storia nera
Di Daina Ramey Berry

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Storia e cultura

    Harry T. Moore: Champion of the Early Civil Rights Movement

    In onore del Black History Month, la storica Daina Ramey Berry chiede ai curatori del Museo nazionale di storia e cultura afroamericana di condividere importanti storie di pionieristiche figure afro-americane. Oggi celebriamo educatori e attivisti per i diritti civili Harry T. e Harriette Moore con uno sguardo ad alcuni dei loro beni personali che rivelano la loro umanità in tempi disumani per la comunità nera in America.

    • Di Daina Ramey BerryJun 18, 2019
    Storia e cultura

    Black History Month: foto di Frederick Douglass e della sua "stella polare" per il suo 200 ¬į compleanno

    Nella nostra continua copertura del Black History Month, la storica Daina Ramey Berry chiede ai curatori del National Museum of African American History and Culture di condividere le straordinarie storie di importanti personaggi afroamericani. Oggi, in occasione del suo duecentesimo compleanno, celebriamo l'abolizionista Frederick Douglass che ha usato il potere della sua immagine e delle sue parole per diffondere il suo messaggio di libertà e uguaglianza alle generazioni future.

    • Di Daina Ramey BerryJun 18, 2019
    Storia e cultura

    50 ¬į anniversario dell'assassinio di Malcolm X: la sua eredit√† sopravvive

    Il 21 febbraio segna il 50 ¬į anniversario dell'assassinio di Malcolm X. In questa occasione, dai uno sguardo alla vita e all'eredit√† di questo attivista per i diritti civili afroamericano.

    • Di Jessica Murphy, 24 giu 2019
    Storia e cultura

    Black History Month: in che modo le prime fotografie svelano lo spirito indomito della verità del soggiorno abolizionista

    La storica Daina Ramey Berry ha chiesto ai curatori del Museo nazionale di storia e cultura afroamericana di condividere le storie straordinarie di importanti personaggi afroamericani. Oggi scopri la verità sulla schiava trasformata in abolizionista Sojourner e su come ha controllato la propria immagine per sostenere il suo attivismo.

    • Di Daina Ramey BerryJun 25, 2019
    Storia e cultura

    Mese della storia nera: foto di Booker T. Washington che simboleggia l'empowerment nero

    Nella nostra continua copertura del Black History Month, la storica Daina Ramey Berry chiede ai curatori del National Museum of African American History and Culture di condividere le straordinarie storie di importanti personaggi afroamericani. Oggi celebriamo l'educatore e influente leader Booker T. Washington e manufatti del lavoro della sua vita che rappresentavano l'indipendenza e il potere dei neri.

    • Di Daina Ramey BerryJun 17, 2019
    Storia e cultura

    Come W.E.B. Du Bois ha aiutato a creare il NAACP

    L'attivista afroamericano per i diritti civili ha co-fondato l'organizzazione per discutere e risolvere l'ingiustizia razziale.

    • Di Eudie Pak, 27 giu 2019
    Storia e cultura

    Black History Month: A Rare Photo & Royal Shawl Honor Harriet Tubman's Strength & Bravery

    Nella nostra continua copertura del Black History Month, la storica Daina Ramey Berry chiede ai curatori del National Museum of African American History and Culture di condividere le straordinarie storie di importanti personaggi afroamericani. Oggi vedi una rara foto di Harriet Tubman ai suoi vertici e scopri come la regina Vittoria ha onorato il coraggioso combattente per la libertà con un regalo reale.

    • Di Daina Ramey BerryJun 18, 2019
    Storia e cultura

    RETE. Du Bois, Booker T. Washington e the Origins of the Civil Rights Movement

    Uno sguardo alla rivalità tra attivisti pionieristici per i diritti civili W.E.B. Du Bois e Booker T. Washington - e come le loro ideologie contrastanti hanno spianato la strada al moderno movimento per i diritti civili in America.

    • Di David Blatty, 26 agosto 2019
    Storia e cultura

    La vita di Rosa Parks dopo il boicottaggio del bus Montgomery

    Prima di diventare un'icona dei diritti civili ammirata a livello nazionale, la vita di Rosa Parks consisteva in alti e bassi che includevano lotte per sostenere la sua famiglia e intraprendere nuove strade nell'attivismo.

    • Di Sara KettlerJun 25, 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di pi√Ļ



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.