Come Roberto Clemente ha vissuto la vita al massimo prima di morire tragicamente in un incidente aereo

  • Ezra Gilbert
  • 0
  • 1483
  • 65

I fan del baseball conoscono Roberto Clemente's risultati professionali & # x2013; 3.000 successi in carriera, .317 media battuta e due campionati delle World Series con i Pittsburgh Pirates & # x2013; insieme ai racconti del suo leggendario braccio da lancio e dei suoi sfrenati colpi intorno ai basepath.

Eppure, nonostante tutti i suoi successi in un'uniforme da baseball, rimane famoso per le sue azioni nelle altre sfaccettature della sua vita troppo breve, una testimonianza del suo personaggio.

All'inizio della sua carriera, divenne un sostenitore della cultura latina

Come dettagliato in Roberto Clemente: The Great One, è nato nel 1934 in Carolina, fuori da Puerto Rico's capitale di San Juan. Clemente è cresciuto con un tetto sopra la testa e abbastanza da mangiare, anche se ha certamente capito le lotte della classe operaia: suo padre, Melchor, ha trascorso tutto il giorno al suo lavoro come caposquadra della canna da zucchero e sua madre, Luisa, lavorava come lavandaia quando non insegue i suoi sette figli.

All'inizio del 1954, Clemente lasciò la Carolina per giocare per i Montreal Royals, la massima squadra della lega minore dei Brooklyn Dodgers. Quel novembre fu rivendicato dai Pirati, l'organizzazione a cui sarebbe stato associato per il resto della sua carriera.

Dopo un anno in cui ha affrontato per la prima volta la discriminazione di Jim Crow nel sud, Clemente ha incontrato un diverso tipo di razzismo come un rookie della grande lega con una comprensione crescente dell'inglese. Alcuni scrittori presero a inoltrare le sue citazioni foneticamente, facendolo sembrare come qualcuno che era appena uscito dalla giungla: "Mi piace il caldo, molto caldo. Non corro veloce con il freddo. Non mi riscaldo con il freddo. Non mi riscaldo, niente scherzo ", ha riferito a Pittsburgh Press scrittore nel giugno 1955.

Le raffigurazioni hanno fatto arrabbiare Clemente, trasformandolo in un sostenitore della cultura latina attraverso il suo desiderio di ottenere rispetto. Nel frattempo, se era scoraggiante per la stampa, almeno si è affezionato ai fan dei Pirati con la sua velocità e i suoi potenti tiri dal campo giusto, insieme alla sua volontà di firmare autografi per ore dopo le partite.

Roberto Clemente scivola nel piatto di casa

Foto: Getty Images

Clemente'la difesa e il lavoro della comunità aumentarono insieme alla sua ascesa alla celebrità del baseball

Clemente'La popolarità raggiunse un nuovo livello con l'inizio degli anni '60, anno in cui i pirati sconfissero i New York Yankees nelle World Series. Durante le celebrazioni post partita, Clemente è partito per ringraziare le persone per strada. L'anno seguente, ha dimostrato di appartenere al gioco'grandi come Willie Mays e Hank Aaron vincendo il suo primo titolo in battuta.

Intorno a questo periodo, notò l'amico di lunga data e dipendente di baseball Luis Mayoral: "La gente iniziò a vedere il vero Clemente come un giocatore di baseball e il vero Clemente che usciva dal suo guscio, parlando per i suoi diritti. Non solo per i suoi diritti, ma per i latini e gli africani -Americani che erano cresciuti e sono ancora cresciuti negli stati ... Roberto non aveva paura di parlare, ma doveva raggiungere un livello di celebrità in cui la gente avrebbe detto, 'Ehi, dobbiamo ascoltare questo ragazzo.'"

Clemente ha abbracciato le opportunità per fare la differenza nella vita degli altri. Mise da parte la posta dei fan dei bambini negli ospedali, notando di visitare la prossima volta che i Pirati si fermavano per giocare in una città. Tornato a Puerto Rico, iniziò a condurre regolari cliniche di baseball fuori stagione per bambini ed era noto per la distribuzione di denaro a sconosciuti.

Nel 1964, Clemente amplia le sue responsabilità sposando Carolina's Vera Zabala, con la quale avrebbe avuto tre figli, e diventando il manager di una squadra di baseball portoricana, i Senadores.

Al di fuori del baseball e del lavoro in comunità, Clemente si è dimostrato un uomo di molti interessi. Gli piaceva fare ceramiche e scrivere poesie, e poteva suonare l'organo e l'armonica a orecchio. Infastidito dal mal di testa dopo un incidente automobilistico all'inizio della sua carriera, era diventato un esperto massaggiatrice e stava cercando di proseguire il lavoro chiropratico dopo la conclusione della sua carriera da musicista.

Ha pianificato di incanalare la sua celebrità negli Stati Uniti verso progetti più grandi

Dopo essere diventato il primo giocatore latino a vincere il premio Most Valuable Player della National League nel 1966, Clemente esercitò un'enorme influenza sull'organizzazione dei pirati, in particolare come collegamento tra gli altri giocatori latini e il front office. Per il suo lavoro di beneficenza, è stato onorato con una Roberto Clemente Night poco dopo il debutto del nuovo campo da gioco di Pittsburgh, Three Rivers Stadium, nel 1970.

Ma stava ancora attirando la massima attenzione per il suo straordinario gioco a tutto tondo. Nell'ottobre 1971, all'età di 37 anni, Clemente ha battuto una frizzante .414 contro il fortemente favorito Baltimore Orioles nelle World Series, il suo homerun ha contribuito a conquistare la vittoria decisiva del Game 7 per i Pirati. Per questo, è diventato il primo giocatore latinoamericano ad essere nominato World Series MVP, un momento che ha commemorato chiedendo i suoi genitori' benedizioni in spagnolo in TV dopo.

Godendo del riconoscimento nazionale, Clemente ha cercato di incanalare la sua celebrità verso traguardi più grandi. Dopo aver ricevuto il suo premio MVP, ha detto Sport rivista dei suoi piani per costruire una tentacolare "città dello sport" per bambini a Puerto Rico con campi da baseball, campi da basket, piscine e altre strutture.

Anche prima delle sue trionfali World Series, Clemente stava chiaramente pensando a un pubblico più vasto. Nel gennaio 1971, fu elogiato per un sincero discorso agli scrittori di baseball durante un banchetto annuale a Houston, in Texas, in cui disse: "Ogni volta che hai l'opportunità di realizzare qualcosa per qualcuno che viene dietro di te e tu non lo fai'non farlo, stai sprecando il tuo tempo su questa terra ".

I subacquei della Marina degli Stati Uniti alla ricerca dei corpi di Roberto Clemente e altri tre morti in un incidente aereo in una missione di misericordia in Nicaragua.

Foto: Getty Images

Clemente è morto in un incidente aereo mentre tentava di aiutare le vittime del terremoto

Il 23 dicembre 1972, poche settimane dopo che Clemente era stato nel paese per gestire una squadra di stelle, un enorme terremoto ha squarciato la capitale nicaraguense di Managua, lasciando 10.000 morti con altri 20.000 feriti e 250.000 senzatetto.

Clemente ha lavorato senza sosta durante il periodo natalizio, raccogliendo fondi e organizzando aiuti umanitari da inviare rapidamente in Nicaragua. Dopo aver appreso che le spedizioni erano state confiscate da funzionari corrotti, Clemente decise di sorvegliare personalmente un volo di rifornimenti da solo & # x2013; per le proteste del figlio di sette anni Roberto Jr., che ha insistito in modo allarmante sul fatto che il suo aereo sarebbe precipitato.

Nonostante gli avvertimenti & # x2013; il giocatore di baseball ha persino sognato di guardare il suo funerale & # x2013; il 31 dicembre Clemente entrò in un sovraccarico DC-7 che era stato ritardato di diverse ore a causa di problemi meccanici. Poco dopo il decollo, l'aereo si tuffò nel mare, uccidendo tutti a bordo.

Durante i suoi 38 anni e quattro mesi, Clemente aveva lasciato un segno indelebile come giocatore di baseball, mentore, ambasciatore filantropo e instancabile umanitario nella Hall of Fame.

Inoltre, l'esempio che ha fornito ha ispirato gli altri a seguire i suoi obiettivi: dopo la sua morte, la sua famiglia ha lanciato la fondazione benefica Roberto Clemente e ha reso la Roberto Clemente Sports City una realtà, assicurando che il suo impatto si sentisse molto tempo dopo che si fosse esaurito il tempo di influenzare personalmente il cambiamento stesso.

Di Tim Ott

Tim Ott ha scritto per Biografia e altri siti A + E dal 2012.

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Celebrità

    La vita di Michael Jordan prima che diventasse una stella della NBA

    La carriera di giocatore di basket professionista non è sempre stata il destino di Jordan, anche se alcuni fattori chiave lo hanno spinto a diventare il "più grande giocatore di basket di tutti i tempi".

    • Di Tim OttJun 24, 2019
    Storia e cultura

    Gandhi: fatti sorprendenti sulla sua vita e su come vive oggi la sua eredità

    In ricordo del Mahatma Gandhi, assassinato 69 anni fa oggi, guardiamo alcuni fatti straordinari sulla sua vita e celebriamo il suo pacifico attivismo, che è molto vivo oggi.

    • Di Bio StaffJun 18, 2019
    Celebrità

    La vita di Donald Trump prima di diventare il 45 ° presidente degli Stati Uniti

    Ancor prima della sua improbabile corsa alla Casa Bianca, Trump ha mostrato un talento per successi fuori misura, cadute drammatiche e attenzione da tabloid come magnate immobiliare e star della reality TV.

    • Di Tim OttJun 17, 2019
    Storia e cultura

    Come Leonardo da Vinci ha cambiato la tua vita

    Leonardo da Vinci è uno degli artisti più famosi della storia. Ma sono i suoi straordinari successi come ingegnere, inventore e scienziato che hanno lasciato un'eredità duratura sul mondo che ci circonda.

    • Di Barbara MaranzaniJun 21, 2019
    Storia e cultura

    Come Galileo ti ha cambiato la vita

    Le scoperte e le teorie dello scienziato hanno gettato le basi per la fisica e l'astronomia moderne.

    • Di Barbara MaranzaniJun 18, 2019
    Storia e cultura

    Strategia di fine partita: l'attivismo di Jackie Robinson

    Jackie Robinson, nato oggi nel 1919, è ricordato per l'integrazione del baseball della Major League, ma ha anche lasciato un record altrettanto impressionante come crociato per i diritti afro-americani dopo la fine della sua carriera atletica.

    • Di Tim OttJun 18, 2019
    Storia e cultura

    "Battle of the Sexes": la vera storia di come Billie Jean King abbia colpito il mondo dello sport femminile

    L'atmosfera carnevalesca di "Battle of the Sexes" del 20 settembre 1973 smentiva l'importanza dell'evento per il grande tennis Billie Jean King e le generazioni di atlete che seguirono.

    • Di Tim OttSep 19, 2019
    Storia e cultura

    In che modo la salute di Franklin Roosevelt ha influenzato la sua presidenza

    Sebbene il suo nome sia intrecciato per sempre con la poliomielite, il 32 ° Presidente ha reso con successo i suoi limiti fisici un problema per la maggior parte del suo mandato storico alla Casa Bianca.

    • Di Tim OttJun 18, 2019
    Celebrità

    10 dei migliori giocatori di calcio maschile di tutti i tempi

    Ecco uno sguardo a 10 giocatori che hanno lasciato un segno indelebile nel bellissimo gioco.

    • Di Tim OttJun 25, 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di più



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.