Come Steve Jobs ha cambiato il corso dell'animazione

  • Russell Fisher
  • 0
  • 3271
  • 831

Dopo le dimissioni da Apple Computer Inc. nel 1985, Steve Jobs si è concentrato sul lancio di NeXT Computer e ha acquisito la divisione di computer grafica di George Lucas' società di produzione per $ 10 milioni. Sorprendentemente, è stato quest'ultimo a sconvolgere un settore come Pixar, lo studio di animazione che ha dato vita alla CGI, cambiando per sempre l'esperienza cinematografica.

Jobs inizialmente si concentrava sulla creazione di hardware potente da parte di Pixar

Come nel caso attuale, la Pixar nel 1986 era composta da un mix di tecnici e artisti che speravano di creare film animati al computer. Tuttavia, poiché la tecnologia per farlo semplicemente non lo era'ma lì, Jobs aveva il suo gruppo focalizzato sui prodotti vendibili.

Il primo è stato il Pixar Image Computer, che ha prodotto incredibili immagini ad alta risoluzione ad un prezzo altrettanto sorprendente di $ 135.000. La macchina ha suscitato un certo interesse da parte di ospedali e agenzie di intelligence, ma solo circa 100 di loro sono stati venduti.

Pixar ebbe più successo collaborando con Disney per creare il sistema di produzione di animazione al computer (CAPS), che eliminò la necessità di "cels" disegnati a mano e liberò le capacità per effetti avanzati. Per il momento in cui The Rescuers Down Under nelle sale cinematografiche nel 1990, la Disney era passata al digitale a tempo pieno. Un altro sistema Pixar, RenderMan, era responsabile della grafica innovativa di film dal vivo come L'abisso (1989) e Terminatore 2 (1991).

Alla fine ha venduto Pixar's divisione hardware per concentrarsi su cortometraggi e spot pubblicitari

Nel frattempo, l'ex animatore della Disney John Lasseter stava fornendo silenziosamente una tabella di marcia per Pixar's futuro utilizzando la tecnologia interna per contenuti innovativi. I suoi due minuti Luxo Jr. (1986), mostrando due lampade da scrivania che interagiscono giocosamente l'una con l'altra, ha ottenuto una nomination all'Oscar per il miglior cortometraggio animato. Due anni dopo, i cinque minuti Giocattolo di latta è diventato il primo film animato al computer a reclamare l'Oscar in quella categoria.

Jobs ha successivamente venduto Pixar's divisione hardware e focalizzata sulla generazione di entrate attraverso cortometraggi e spot pubblicitari. Tuttavia, mentre la società stava influenzando l'esperienza visiva su schermi grandi e piccoli, veniva mantenuta a galla solo attraverso il suo fondatore's assegni personali, per un importo di circa $ 50 milioni fino al 1991.

"Continuavo a mettere più soldi in [Pixar] e l'unico punto positivo era John'cortometraggi ", ha detto Jobs in seguito." Lui'd dire, 'Posso avere $ 300.000 per fare un cortometraggio?' E io'd dire, 'Va bene, vai a farcela.' Questa è stata l'unica cosa divertente. Tutto il resto non funzionava davvero. "

Ed Catmull, Steve Jobs e John Lasseter

Foto: Pixar Animation Studios / Courtesy Everett Collection

Il rilascio di 'Toy Story' era la Pixar's grande pausa

L'azienda'il più grande successo arrivò nel 1991 quando la Disney rivelò un interesse nel finanziamento e nella distribuzione della Pixar'primo lungometraggio. Precedentemente più investito nelle sorti di NeXT, Jobs si è immediatamente inserito nelle trattative e ha contribuito a concludere un accordo in tre film per il 12,5 percento delle entrate al botteghino.

Mentre Lasseter e il team creativo hanno lavorato per quello che è diventato Toy Story, Jobs ha assunto il CFO Lawrence Levy per elaborare i dettagli della ristrutturazione dell'azienda per un'offerta pubblica. Jobs si stabilì in una data IPO poco dopo il rilascio del Ringraziamento del 1995 Toy Story, legare la compagnia's il destino dei primi botteghini del weekend della sua prima grande impresa.

Si è rivelata una scommessa utile, come la combinazione di Pixar'la magia magica, una storia commovente e un cast vocale guidato da Tom Hanks e Tim Allen Toy Story a un impressionante weekend di apertura di $ 30 milioni (in rotta verso un raggio globale di $ 365 milioni). Giorni dopo, Pixar ha chiuso a $ 39 per azione dopo il suo primo giorno di negoziazione, la società un tempo in difficoltà ora valutava $ 1,5 miliardi.

Mentre il successo ha reso Jobs un uomo molto ricco, si è reso conto che c'era molto altro da guadagnare dalle entrate delle licenze che si riversavano completamente in Disney'casse di s. Nel 1997, l'amministratore delegato della Disney Michael Eisner ha accettato un nuovo accordo in cinque film in cui le due parti dividevano tutti i costi e i profitti, ponendo Pixar alla pari con la società che aveva dominato l'industria dell'animazione negli ultimi 60 anni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI BIOGRAPHY.COM

Jobs ha visto Pixar come un progetto secondario

Per Jobs, che vendette NeXT ad Apple e fece un ritorno trionfale alla sua vecchia azienda nel 1997, Pixar rimase una sorta di progetto secondario; le operazioni quotidiane venivano lasciate a Lasseter e al CTO Ed Catmull, il boss si presentava solo una volta alla settimana.

Quando è apparso, i dipendenti hanno preso atto di Jobs più gentile e gentile in loro presenza. Il tempestoso CEO che ha vestito pubblicamente i underling era quasi inesistente qui, sostituito da uno disposto ad ascoltare e affrontare situazioni potenzialmente imbarazzanti in privato.

Inoltre, Pixar'Il team creativo di alto livello è cresciuto per valorizzare il suo contributo. Secondo Catmull, Jobs aveva un talento per il taglio al cuore di un film's problemi dopo una prima proiezione, la sua intuizione funge da "pugno nello stomaco" che spesso ha provocato miglioramenti significativi.

Ha venduto Pixar per $ 7 miliardi appena due decenni dopo che Jobs ha acquistato l'azienda

A seguito del grande successo di Monsters Inc. nel 2002, Jobs ha nuovamente cercato di negoziare un accordo più favorevole da parte di Eisner. Il suo tentativo di hardball ha lasciato i due in un vicolo cieco, ma Jobs alla fine ha trovato un pubblico più ricettivo con l'arrivo del nuovo CEO della Disney Bob Iger nel 2005.

Quando Iger si offrì di acquistare la Pixar, Jobs si assicurò che i suoi due principali luogotenenti, Lasseter e Catmull, fossero d'accordo con la transazione, prima di assicurarsi che ricevessero il pieno regno per gestire la Disney Animation. Lasciò definitivamente la compagnia con il completamento di una vendita di $ 7,4 miliardi nel gennaio 2006, continuando a cementare la sua eredità negli ultimi anni alla Apple, mentre la sua vecchia banda continuava i successi con film come Automobili (2006), WALL-E (2008), Su (2009) e continuando il Toy Story franchigia.

Mentre Jobs no'Per progettare la grafica o creare i personaggi che hanno reso Pixar un nome familiare, la sua gestione ha fornito i mezzi per un gruppo strano di creativi per trovare il loro piede e diventare la forza trainante dietro alcuni dei film di maggior successo e popolari degli ultimi 20 anni.

Come hanno notato Lasseter e Catmull in una dichiarazione dopo la morte di Jobs nell'ottobre 2011: "Steve ha colto l'occasione e ha creduto nel nostro folle sogno di realizzare film animati per computer; l'unica cosa che ha sempre detto è semplicemente 'renderlo fantastico.' È per questo che la Pixar si è rivelata come abbiamo fatto e la sua forza, integrità e amore per la vita ci hanno reso tutte persone migliori. Farà per sempre parte della Pixar's DNA ".

Di Tim Ott

Tim Ott ha scritto per Biografia e altri siti A + E dal 2012.

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Celebrità

    Come 'Seven Words' di George Carlin ha cambiato la storia legale

    La routine del comico ha portato a una sentenza della Corte suprema e ha sollevato questioni sulla censura che rimangono irrisolte.

    • Di Tim OttJun 18, 2019
    Celebrità

    George Lucas: Il relitto automobilistico che cambiò la sua vita e lo portò a "Star Wars"

    Il regista aveva il cuore pronto a diventare un pilota di auto da corsa prima che un pennello con la morte lo mandasse lungo un percorso diverso verso una galassia.

    • Di Tim OttJul 31, 2019
    Nostalgia

    Come Fred Rogers ha cambiato la televisione per bambini

    Sebbene "Il quartiere di Mister Rogers" fosse composto da set semplici e valori di produzione a bassa tecnologia, lo spettacolo è stato un radicale allontanamento dalla normale programmazione per bambini.

    • Di Colin BertramJun 18, 2019
    Celebrità

    Come l'educazione di Jeff Foxworth ha ispirato la sua commedia

    Negli anni '90, le riflessioni della piccola città della Georgia hanno spinto in piedi il suo percorso verso la fama.

    • Di Tim OttJun 18, 2019
    Celebrità

    Come l'infanzia di Marilyn Monroe fu sconvolta dalla schizofrenia paranoica di sua madre

    Dentro e fuori dall'affido, l'icona di Hollywood ha faticato a connettersi con sua madre.

    • Di Tim OttJun 13, 2019
    Celebrità

    Come i giorni di Bruce Springsteen al Jersey Shore hanno ispirato la sua musica

    Prima della fama di "Born to Run", l'aspirante rocker ha tratto ispirazione dalle viste, dai suoni e dai personaggi dei suoi dintorni di spiaggia.

    • Di Tim OttJun 24, 2019
    Celebrità

    Come Michael Jackson ha cambiato la storia della danza

    Con solo qualche scivolata all'indietro, Jackson fece la storia della danza quando introdusse il moonwalk nel 1983. Ma l'influenza di Jackson sulla danza nella cultura popolare è andata molto più in profondità di una mossa.

    • Di Pia CattonJun 24, 2019
    Celebrità

    The Monkees: come la band creata per la TV ha conquistato le classifiche pop

    Riuniti da un casting, il quartetto ha dovuto imparare ad assomigliare a una band funzionale prima di trovare fama come star della TV e della musica.

    • Di Tim OttAug 22, 2019
    Storia e cultura

    Come Galileo ti ha cambiato la vita

    Le scoperte e le teorie dello scienziato hanno gettato le basi per la fisica e l'astronomia moderne.

    • Di Barbara MaranzaniJun 18, 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di più



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.