Come l'ha definito l'abitudine del sigaro di Winston Churchill

  • Mark Lindsey
  • 0
  • 1059
  • 44

Uno dei più importanti statisti del XX secolo, Winston Churchill è diventato famoso per le sue capacità oratorie e la sua leadership politica nel Regno Unito. Ma Churchill divenne famoso anche per i suoi sigari distintivi, che fumò devotamente per la maggior parte della sua vita. E mentre gli effetti collaterali negativi della sua abitudine potrebbero scioccare la sensibilità moderna, Churchill credeva che il fumo lo aiutasse ad affrontare le sfide scoraggianti della sua vita personale e politica.

L'abitudine al fumo di Churchill è iniziata presto

Nato nel novembre 1874, Churchill era un membro di una delle famiglie più aristocratiche della Gran Bretagna. Suo padre, Randolph, era un importante politico e membro del Parlamento, e sua madre americana, Jennie Jerome, era la figlia di un ricco finanziere di New York. Il matrimonio della coppia era teso, e sebbene il giovane Winston ammirasse e provasse a emulare il primo successo politico di suo padre, la loro relazione era difficile. Churchill adorava sua madre, che era amorevole ma emotivamente distante, lasciando il suo giovane figlio desideroso di attirare la sua attenzione e ammirazione.

Uno studente brillante ma disinteressato, ha frequentato una serie di collegi prima di superare a malapena i suoi esami di ammissione per Harrow, una delle scuole più d'élite della Gran Bretagna. I suoi genitori erano turbati dalle prestazioni e dal comportamento poco brillanti. Quando hanno saputo che il loro figlio aveva iniziato a fumare sigarette con i suoi compagni di scuola, sua madre si è rapidamente trasformata in corruzione per stroncare l'abitudine sul nascere. In una lettera del settembre 1890, promise di dargli sia una pistola che un pony se avesse smesso di fumare e si sarebbe concentrato sui suoi studi. Il giovane Churchill fu rapidamente d'accordo, ma mostrò le sue prime abilità tattiche negoziando una pausa di sei mesi, piuttosto che i diversi anni che sua madre aveva richiesto. Ironia della sorte, anche se ha fumato sigarette in questi anni dell'adolescenza, Churchill è cresciuto rapidamente per non gradirle e si sarebbe rifiutato di fumare sigarette da adulto.

Winston Churchill fuma un sigaro nel 1939

Foto: Central Press / Hulton Archive / Getty Images

Il suo amore per i sigari è iniziato mentre prestava servizio a Cuba

Desideroso di farsi un nome, Churchill ha cercato opportunità di fama, esperienza e gloria. Nel 1895, dopo essersi diplomato alla Royal Military Academy Sandhurst, lui e un altro ufficiale si recarono a Cuba, che era allora alle prese con una battaglia per l'indipendenza dalla Spagna.

Sebbene Churchill abbia trascorso solo pochi mesi a Cuba, quasi immediatamente si è appassionato a uno dei suoi prodotti più famosi. Mentre a volte fumava altri marchi, erano due cubani, Romeo y Julieta e La Aroma de Cuba, a diventare i suoi sigari preferiti. Per il resto della sua vita, amici, collaboratori e una serie di rivenditori dell'Avana gli avrebbero inviato spedizioni regolari, assicurando che avesse accesso ai suoi preziosi cubani, anche in periodi di crisi e guerra.

Churchill fumava fino a 10 sigari al giorno

Un bevitore leggendario, Churchill a volte iniziava la sua giornata con un bicchiere di scotch mentre era ancora a letto e continuava a bere per tutto il giorno (anche se raramente era notevolmente ubriaco). La sua abitudine al fumo era altrettanto prodigiosa, mentre si gonfiava attraverso il lavoro, le riunioni e i pasti. Ma la sua fissazione orale significava che spesso masticava le estremità dei suoi sigari, lasciandoli gommosi e nodosi. Quindi, ha avvolto i sigari con un tipo speciale di carta, che ha chiamato un & # x201C; bellybando, & # x201D; per tenerli asciutti. A volte lasciava bruciare continuamente i sigari senza inalarli, il che potrebbe aver limitato la quantità di tabacco che stava effettivamente assumendo.

Mai il più esigente degli uomini, Churchill lasciò sulla sua scia un'ondata di fumo di sigaro e cenere, spesso con orrore e sgomento delle hostess della società. Secondo quanto riferito, sua moglie Clementine ha escogitato una sorta di pettorina che suo marito può indossare a letto per evitare che alcol e cenere danneggino i suoi vestiti senza alcun risultato & # x2014; i suoi vestiti dovevano essere riparati regolarmente per riparare il danno.

Churchill ha subito una serie di crisi finanziarie durante la sua vita, grazie in gran parte alla sua passione per il divertimento, il buon cibo e le bevande. E, naturalmente, sigari. Mentre è impossibile stimare quanto ha speso, uno dei suoi camerieri ha notato che in soli due giorni Churchill fumava l'equivalente del salario settimanale del cameriere. Costruì un magazzino specializzato adiacente al suo studio a Chartwell, la sua casa nella campagna del Kent, che poteva contenere 3.000-4.000 sigari, tutti accuratamente organizzati, classificati ed etichettati. Aveva persino un posacenere argentato preferito, che gli era stato preparato ogni mattina e addirittura viaggiato con lui nella sua valigia su misura.

Winston Churchill con il suo barboncino, Rufus, su una panchina nella sua tenuta a Chartwell nel 1950

Foto: Mark Kauffman / Time & Life Pictures / Getty Images

I sigari sono diventati parte del personaggio pubblico di Churchill

Le fotografie di Churchill con il suo cappello a bombetta e sigari onnipresenti sono diventate all'ordine del giorno, rendendo difficile separare l'uomo dai suoi accessori di marca mentre la sua carriera politica decennale è declinata e scorreva. Nel 1931, durante un periodo particolarmente basso, un fumettista politico britannico descrisse Churchill attaccando i suoi avversari con una pistola Tommy, soprannominandolo & # x201C; Cigarface, & # x201D; un omaggio al popolare film di gangster di Hollywood Scarface.

Un decennio più tardi, con Churchill al potere e ora in veste di Primo Ministro, è apparso in una serie di articoli venduti in commercio, tra cui una tazza di ceramica che fumava. Notoriamente aveva persino creato una maschera di ossigeno personalizzata che gli consentiva di fumare durante i voli ad alta quota che aveva effettuato durante la seconda guerra mondiale.

Churchill e i suoi sigari rimangono indelebilmente connessi oggi, oltre 50 anni dopo la sua morte. Diverse aziende producono e commercializzano sigari e accessori a marchio Churchill. I cimeli relativi a Churchill sono anche un mercato redditizio, come dimostrano i $ 12.000 a Palm Beach, collezionista della Florida, pagati nel 2017 per un sigaro parzialmente affumicato che Churchill ha fumato in un aeroporto di Parigi nel 1947.

Churchill credeva che i sigari aiutassero a calmare i suoi nervi spesso instabili

Sebbene sia famoso oggi per la sua ferma leadership della Gran Bretagna durante la seconda guerra mondiale, Churchill ha sofferto periodi di incertezza per tutta la vita, comprese le gravi depressioni che ha chiamato il suo cane nero & # x201D; stati d'animo.

E mentre alcuni potrebbero aver considerato il suo incessante fumare e bere come un vizio mortale, Churchill certamente credeva diversamente. Nella sua raccolta di saggi del 1932, & # x201C; Thoughts and Adventures, & # x201D; Churchill ha ricordato i primi tentativi del genitore di frenare la sua abitudine al fumo, ma ha riflettuto sul perché non fosse in grado di & # x2014; o non disposto & # x2014; smettere, scrivere, & # x201C; Come posso dire che l'influenza calmante del tabacco sul mio sistema nervoso potrebbe non avermi permesso di comportarmi con calma e cortesia in qualche imbarazzante incontro o negoziazione personale, o portarmi serenamente attraverso alcuni critici ore di attesa ansiosa? Come posso dire che il mio temperamento sarebbe stato tanto dolce o la mia compagnia piacevole se avessi rapito dalla mia giovinezza la dea Nicotina? "

E, alla fine, nonostante una vita di abitudini malsane, Churchill visse fino alla sua morte nel 1965, all'età di 90 anni.

Di Barbara Maranzani

Barbara Maranzani è una scrittrice ed editrice con sede a New York, focalizzata sulla storia americana ed europea.

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Storia e cultura

    All'interno dell'ammirazione permanente di Winston Churchill di John F. Kennedy

    Nonostante il padre di JFK facesse la febbre con il Primo Ministro durante la seconda guerra mondiale, il defunto presidente idolatrava e prese spunto dal politico britannico.

    • Di Barbara Maranzani, 4 aprile 2019
    Storia e cultura

    La prossima morte di Thomas Edison lo ha messo sulla strada della fama

    Con oltre 1.000 brevetti statunitensi, Thomas Edison è stato uno degli inventori di maggior successo nella storia. Ma sapevi che Edison ha iniziato grazie a una buona azione compiuta da adolescente?

    • Di Barbara MaranzaniJun 27, 2019
    Storia e cultura

    Come Galileo ti ha cambiato la vita

    Le scoperte e le teorie dello scienziato hanno gettato le basi per la fisica e l'astronomia moderne.

    • Di Barbara MaranzaniJun 18, 2019
    Storia e cultura

    All'interno della casa di Key West di Ernest Hemingway e come ha ispirato molti dei suoi famosi scritti

    Il vincitore del Premio Nobel si ritirò sull'isola della Florida negli anni '20 e alla fine scoprì una nuova musa: la città stessa.

    • Di Barbara MaranzaniJun 17, 2019
    Storia e cultura

    Come Mozart ha fatto - e quasi perso - una fortuna

    Lo stato finanziario fluttuante del musicista ha portato molti a credere che sia morto povero.

    • Di Barbara MaranzaniJul 22, 2019
    Storia e cultura

    Come Leonardo da Vinci ha cambiato la tua vita

    Leonardo da Vinci è uno degli artisti più famosi della storia. Ma sono i suoi straordinari successi come ingegnere, inventore e scienziato che hanno lasciato un'eredità duratura sul mondo che ci circonda.

    • Di Barbara MaranzaniJun 21, 2019
    Storia e cultura

    Come Ulysses S. Grant ha guadagnato il soprannome di "Surrender Grant incondizionato"

    Con Grant che accettava solo una resa confederata totale durante la battaglia di Fort Donelson, la guerra civile cambiò rotta e diede al nuovo presidente un nuovo moniker.

    • Di Barbara MaranzaniJun 27, 2019
    Storia e cultura

    In che modo la salute inadeguata di Enrico VIII influenzò la sua vita e il suo regno

    Molti credono che l'ex re britannico abbia vissuto un'esistenza irregolare a causa di problemi di salute in corso, e talvolta da scoprire.

    • Di Barbara MaranzaniJul 30, 2019
    Storia e cultura

    Come un orribile incidente in autobus ha cambiato la vita di Frida Kahlo

    L'incidente ha lasciato il pittore con dolore e ferite per tutta la vita che avrebbero alimentato le opere d'arte vibranti e intensamente personali che l'avrebbero resa famosa.

    • Di Barbara MaranzaniJun 18, 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di più



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.