Biografia di Immanuel Kant

  • Morgan Ward
  • 0
  • 3133
  • 300
Immanuel Kant era un filosofo tedesco durante l'era dell'Illuminismo della fine del XVIII secolo. La sua opera più conosciuta è la Critica della ragion pura.

Sinossi

Immanuel Kant nacque il 22 aprile 1724 a Konigsberg, in Prussia, o nell'attuale Kaliningrad, in Russia. Durante il tutoraggio, pubblicò articoli scientifici, tra cui "Storia naturale generale e teoria dei cieli" nel 1755. Trascorse i successivi 15 anni come professore di metafisica. Nel 1781 pubblicò la prima parte di Critica della ragion pura. Pubblicò altre critiche negli anni precedenti la sua morte il 12 febbraio 1804, nella città della sua nascita.

Primi anni di vita 

Immanuel Kant era il quarto di nove figli nati da Johann Georg Cant, un produttore di imbracature e Anna Regina Cant. Più tardi nella sua vita, Immanuel cambiò l'ortografia del suo nome in Kantto per aderire alle pratiche di ortografia tedesche. Entrambi i genitori erano devoti seguaci del Pietismo, un ramo del XVIII secolo della Chiesa luterana. Vedendo il potenziale del giovane, un pastore locale organizzò il giovane Kant'educazione s. Mentre a scuola, Kant ha ottenuto un profondo apprezzamento per i classici latini.

Nel 1740, Kant si iscrisse all'università di Konigsberg come studente di teologia, ma fu presto attratto dalla matematica e dalla fisica. Nel 1746, suo padre morì e fu costretto a lasciare l'università per aiutare la sua famiglia. Per un decennio, ha lavorato come tutor privato per i ricchi. Durante questo periodo ha pubblicato diversi articoli che trattano questioni scientifiche che esplorano la via di mezzo tra razionalismo ed empirismo.

Studioso e filosofo a tutti gli effetti

Nel 1755, Immanuel Kant tornò all'Università di Konigsberg per continuare la sua istruzione. Nello stesso anno ha conseguito il dottorato in filosofia. Per i successivi 15 anni, ha lavorato come docente e tutor e ha scritto importanti lavori di filosofia. Nel 1770 divenne professore ordinario all'Università di Konigsberg, insegnando metafisica e logica.

Nel 1781, Immanuel Kant pubblicò il Critica della ragion pura, un'opera enorme e una delle più importanti sul pensiero occidentale. Tentò di spiegare come la ragione e le esperienze interagiscono con il pensiero e la comprensione. Questa proposta rivoluzionaria ha spiegato come la mente di un individuo organizza le esperienze per capire come funziona il mondo. 

Kant si concentrò sull'etica, lo studio filosofico delle azioni morali. Ha proposto una legge morale chiamata & # x201C; imperativo categorico, & # x201D; affermando che la moralità deriva dalla razionalità e tutti i giudizi morali sono razionalmente supportati. Ciò che è giusto è giusto e ciò che è sbagliato è sbagliato; non c'è area grigia. Gli esseri umani sono obbligati a seguire questo imperativo incondizionatamente se devono pretendere di essere morali.

Anni dopo

Sebbene il Critica della ragion pura ricevuto in quel momento poca attenzione, Kant continuò a perfezionare le sue teorie in una serie di saggi che comprendevano il Critica della ragione pratica e Critica di giudizio. Kant ha continuato a scrivere di filosofia fino a poco prima della sua morte. Negli ultimi anni, è diventato amareggiato a causa della sua perdita di memoria. Morì nel 1804 all'età di 80 anni.




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Biografie di personaggi famosi.
La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.