Biografia di Miep Gies

  • Elmer Riley
  • 0
  • 5272
  • 1334
Hermine Santruschitz Gies, meglio conosciuta come Miep Gies, aiutò a nascondere Anne Frank e la sua famiglia dai nazisti e salvò i suoi diari.

Sinossi

Miep Gies è nata il 15 febbraio 1909 a Vienna da genitori austriaci, ma a causa della malattia e dell'impoverimento, è stata mandata nei Paesi Bassi per cure e legata alla sua famiglia adottiva. Sposò un olandese e lavorò per Otto Frank, avvicinandosi alla sua famiglia. Lei, insieme a diversi colleghi, ha nascosto i Franchi in un annesso segreto dell'ufficio per più di due anni prima della loro scoperta da parte della Gestapo. Ha salvato Anne Frank'diari e poi li restituirono a Otto Frank, l'unico sopravvissuto della sua famiglia. Li ha pubblicati. Gies registrò il suo libro di memorie dell'epoca nel 1987 e morì l'11 gennaio 2010, a 100 anni.

Primi anni di vita

Miep Gies è nata Hermine Santruschitz (Santrouschitz in olandese) il 15 febbraio 1909 a Vienna, in Austria, la seconda figlia di genitori austriaci della classe operaia. Poiché c'era poco lavoro e la scarsità di cibo era frequente sulla scia della prima guerra mondiale, Hermine fu accettata in un programma olandese per bambini malnutriti.

Nel dicembre 1920, fu collocata con la famiglia Nieuwenburg a Leida per aiutare a ritrovare forza e salute. La famiglia la soprannominò Miep, e non solo il nome bloccato & # x2014; Miep rimase con la sua famiglia affidataria per molto tempo dopo i primi tre mesi, trasferendosi con loro ad Amsterdam. Tornò a trovare la sua famiglia a Vienna quando aveva 16 anni, ma la trepidazione di dover rimanere lì le impedì di godersi appieno la visita. Fu molto sollevata quando i suoi genitori le dissero che avevano capito e accettato il suo amore per il suo paese e la sua famiglia adottivi.

Vita lavorativa

Miep ha finito gli studi a 18 anni e ha ottenuto un lavoro nell'ufficio di un'azienda tessile, dove ha lavorato fino a quando aveva 24 anni, quando è stata licenziata a causa della depressione. Dopo diversi mesi di disoccupazione, un vicino avvisò Miep di una possibile posizione presso la Nederlandsche Opekta, una società che forniva ingredienti per preparare marmellate. Ha intervistato Otto Frank, che a causa dell'oppressione nazista degli ebrei era fuggito dalla Germania con la sua famiglia e i suoi affari. Si legarono attraverso il loro olandese fratturato e il tedesco fluente, e quando Miep superò il suo test di marmellata, iniziò immediatamente a lavorare per lui.

Miep e il suo ragazzo, Jan Gies, hanno corteggiato per anni ma non ci sono riusciti'non posso permettermi di sposarmi. Alla fine trovarono alloggio, ma poco dopo, nella primavera del 1940, i nazisti invasero i Paesi Bassi e a Miep fu ordinato di tornare nella sua nativa Vienna. Avendo sentito la minaccia, Miep aveva scritto una lettera alla regina Guglielmina nel 1939 nel tentativo di raggiungere la nazionalità olandese. A causa di una fortunata connessione di suo zio'Nel servizio civile viennese, Miep è stata in grado di ottenere il suo certificato di nascita nel tempo necessario. Lei e Jan Gies si sposarono il 16 luglio 1941, con Otto Frank e la sua famiglia, tra cui sua figlia Anne, presenti.

Nascondere i Franchi

Nel giugno del 1942, considerando il peggioramento della situazione per gli ebrei, i Franchi decisero di nascondersi nell'annesso segreto del loro edificio per uffici. Insieme a pochi altri selezionati, Miep accettò di essere un "aiutante", portando loro cibo che avrebbe raccolto da diversi negozi di alimentari con carte di razione illegale che suo marito aveva procurato come parte della resistenza olandese. Miep e i suoi colleghi hanno anche tenuto a galla l'attività, fornendo entrate e rendendo l'edificio un centro di attività di basso profilo. Su loro suggerimento, Miep e Jan hanno persino trascorso una notte con le otto persone a nascondersi al piano di sopra, dove ha ricordato: "La paura ... era così forte che potevo sentirla premere su di me".

Lei e i suoi collaboratori sono stati in grado di tenere nascosta la famiglia per oltre due anni, ma alla fine sono stati traditi. L'allegato fu saccheggiato dai nazisti il ​​4 agosto 1944 e gli occupanti furono inviati nei campi di concentramento. Miep ha trovato Anne Frank's diari e metterli via per la famiglia'ritorno s.

Ma solo Otto Frank è tornato. Quando hanno saputo che il resto della famiglia era morto nei campi, lei gli ha dato i diari.

Otto continuò a vivere con i Gieses fino al 1953. Miep diede alla luce lei e Jan's figlio, Paul, nel 1952. Sebbene Anne'I diari erano stati pubblicati nel 1947, Miep non li aveva mai letti, ma Otto alla fine la convinse a farlo nella loro seconda stampa. Ha detto: "Anche se ho pianto molto, ho continuato a pensare: 'Anne, mi hai regalato uno dei migliori regali che abbia mai avuto.'"

Morte ed eredità

Miep Gies è morta l'11 gennaio 2010, in una casa di cura dopo una caduta, solo un mese prima del suo 101 ° compleanno.

Ha pubblicato un libro di memorie, Anne Frank ricordato, nel 1987, che fornisce un ponte illuminante all'allegato segreto. Come donna di coraggio e convinzione, ha fatto un tour e tenuto lezioni sulle lezioni dell'Olocausto e di Anne Frank'eredità, ma Miep ha sempre insistito sul fatto che non era un eroe; ha semplicemente fatto quello che hanno fatto molti "bravi olandesi". Anne Frank disse di lei: "Non siamo mai lontani da Miep'pensieri di s. "E davvero, Miep e suo marito hanno riservato il 4 agosto come un giorno speciale di memoria.

Miep ha ricevuto numerosi riconoscimenti nella tarda vita, tra cui l'Ordine al merito della Repubblica federale di Germania, la medaglia Yad Vashem e la medaglia di Wallenberg. Accettando quest'ultimo onore, ha detto, "Sento fortemente che non dovremmo aspettare che i nostri leader politici rendano questo mondo un posto migliore".




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Biografie di personaggi famosi.
La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.