La vita e la morte di John Gotti

  • Kenneth Cook
  • 0
  • 1493
  • 183

John Gotti arriva alla Corte Suprema di Manhattan dove fu processato con l'accusa di cospirazione e aggressione per le sparatorie del 1986 a un falegname's funzionario sindacale.

Foto: Willie Anderson / NY Daily News Archive via Getty Images

John Gotti elevò la nozione pubblica di boss di mafia a uno status quasi mitico. Come capo della famiglia criminale di Gambino alla fine degli anni '80 e all'inizio degli anni '90, ha tagliato un personaggio colorato ed estremamente pubblico non solo a New York City ma in tutta la nazione.

I giornali tabloid lo chiamavano Don Teflon per la sua apparente capacità di evitare l'accusa. Era anche noto come Dapper Don, per il suo stile immacolato, che consisteva in abiti italiani a doppio petto di Brioni, cravatte di seta dipinte a mano e la sua aureola di capelli perfettamente pettinati.

Sedici anni dopo la sua morte e ancora una figura enorme nella cultura popolare, Gotti è al centro di un evento di due notti GOTTI: Godfather & Son.

& # x201C; Fu il primo don media, & # x201D; J. Bruce Mouw, un ex agente dell'FBI che ha supervisionato l'unità che alla fine ha aiutato a condannare Gotti nel 1992, ha detto Il New York Times. & # x201C; Non ha mai cercato di nascondere il fatto di essere un superbo. & # x201D;

In pubblico, Gotti ha tagliato una figura amabile e ha giocato con le telecamere. In privato, era un tiranno e un narcisista con un carattere da capogiro, secondo la testimonianza di ex mafiosi e nastri registrati segretamente che alla fine lo hanno messo dietro le sbarre per il resto della sua vita.

Serie di foto segnaletiche di John Gotti. 

Foto: Getty Images

Il quinto di 13 figli cresciuti dai genitori immigrati italiani John e Frannie, John Joseph Gotti, nacque nel Sud del Bronx il 27 ottobre 1940. Fu una vita dura con il padre di Gotti che guadagnava da vivere come lavoratore quotidiano. La famiglia si trasferì spesso prima di stabilirsi nella sezione East New York di Brooklyn quando Gotti aveva 12 anni.

Durante i suoi anni formativi, Gotti imparò una vita criminale facendo commissioni per Carmine Fatico, un capo nei primi giorni della famiglia criminale di Gambino. Fu durante questo periodo che incontrò per la prima volta Aniello Dellacroce, che sarebbe diventato un mentore per tutta la vita per il futuro capo del crimine.

Gotti lasciò la Franklin K. Lane High School quando aveva 16 anni e guidò la sua banda di strada legata alla mafia nel suo quartiere di New York, il Fulton-Rockaway Boys, che includeva il futuro mafioso del Gambino Angelo Ruggiero.

Gli arresti per piccoli crimini come i combattimenti di strada e il furto di auto furono registrati prima del suo primo arresto importante nel 1968 quando lui, suo fratello Gene e l'amico d'infanzia Ruggiero furono accusati dall'FBI di aver commesso tre furti di merci e il dirottamento di camion vicino all'aeroporto internazionale JFK. Tutti si sono dichiarati colpevoli di conteggi ridotti con Gotti che ha scontato una pena di tre anni. Dopo il suo rilascio nel 1971, Gotti fu incaricato da Fatico di gestire le operazioni di gioco illegale dell'equipaggio.

Nel maggio del 1973 Gotti commise il suo primo omicidio. Come capitano dell'equipaggio di Fatico, Gotti fu assegnato a trovare Jimmy McBratney, un membro della banda rivale che uccise un membro della famiglia Gambino. La squadra di successo ha fallito il rapimento in un bar di Staten Island e McBratney è stato ucciso a colpi di pistola in pubblico.

Victoria Gotti, John Gotti's moglie, fuori dalla sua casa nel Queens a Howard Beach.

Foto: NY Daily News Archive via Getty Images

Le azioni meno che discrete di Gotti (un futuro marchio del boss del crimine) lo portarono a essere identificato dai testimoni oculari dell'omicidio e fu arrestato per l'omicidio nel 1974, ricevendo una condanna di quattro anni per tentato omicidio colposo.

Fuori dalla prigione, Gotti viveva in una modesta casa di Howard Beach con sua moglie Victoria e i loro tre figli e due figlie. Frank, il figlio dodicenne di Gotti, è stato ucciso nel 1980 dopo essere stato colpito da un'auto guidata dal vicino John Favara mentre andava in bicicletta. Anche se ha governato un incidente, quattro mesi dopo i testimoni hanno visto Favara essere rannicchiato sopra la testa e spinto su un furgone. All'epoca Gotti era in Florida con la sua famiglia. Favara non fu mai più visto e Gotti negò qualsiasi conoscenza della sua scomparsa.

Underboss Dellacroce morì di cancro nel 1985. In una mossa ritenuta irrispettosa da Gotti, l'allora capo Castellano non partecipò al funerale di Dellecroce. Due settimane dopo, Castellano fu ucciso a colpi di pistola davanti alla Sparks Steakhouse a Manhattan.

Gotti era ora capo della famiglia criminale di Gambino con Salvatore & # x201C; Sammy the Bull & # x201D; Gravano & # x2013; che in seguito difetterebbe di diventare un testimone del governo contro Gotti & # x2013; come il suo underboss. Gravano ha continuato a testimoniare che lui e Gotti hanno guardato le riprese di Castellano da un'auto parcheggiata, dicendo che Gotti aveva organizzato l'assassinio.

Victoria Gotti, figlia di John Gotti, lascia suo padre's casa a Howard Beach, nel Queens, che trasporta suo figlio.

Foto: Paul DeMaria / NY Daily News Archive via Getty Images

Gotti assunse il comando della famiglia Gambino quando aveva 23 equipaggi attivi, circa 300 membri indotti (fabbricati) e più di 2.000 associati. Secondo gli investigatori, all'epoca il sindacato stava incassando circa $ 500 milioni all'anno Il New York Times. Secondo Gotti, il suo reddito dichiarato derivava da uno stipendio di $ 100.000 all'anno come venditore di forniture idrauliche e lavora con un'azienda di accessori per l'abbigliamento. Gli informatori della mafia hanno riferito ai pubblici ministeri Gotti di ricevere ogni anno più di $ 10 milioni in contanti come parte delle attività criminali di Gambino. Gravano ha messo la presa annuale di Gotti a oltre $ 1 milione dagli shakedown del settore delle costruzioni, da solo.

Ora una figura riconoscibile in giro per New York a causa delle assoluzioni assolute e della propensione per abiti impeccabili e tagli di capelli quotidiani, una volta si dice che Gotti non gli piacesse essere chiamato Dapper Don. & # x201C; No, questo è il mio pubblico, & # x201D; Egli ha detto. & # x201C; Mi amano. & # x201D; Si diceva persino che avesse messo a disposizione una tuta di riserva per cambiarsi durante le pause pranzo durante le prove.

Un personaggio così riconoscibile e pubblico, la sua ubicazione fu facilmente seguita. Verso la fine degli anni '80 l'FBI aveva installato apparecchiature per origliare in un appartamento sopra il social club frequentato da Gotti, registrando conversazioni che coinvolgono lui, Gravano e il consigliere di famiglia Frank Locascio.

Gotti fu arrestato nel dicembre 1990. Non solo le autorità avevano le registrazioni su nastro, ma avevano anche Gravano, che aveva fatto l'accordo per ribaltare e testimoniare per l'accusa. Il processo è stato una sensazione mediatica, con circa 1.000 sostenitori riuniti fuori dal tribunale in varie occasioni a sostegno di Gotti.

Ma questa volta Gotti non avrebbe evitato un verdetto di colpevolezza. È stato condannato per tutti e 13 i motivi contro di lui, comprese le accuse federali di prestito, racket, omicidi multipli, manomissione della giuria e gioco d'azzardo. Gotti è stato condannato all'ergastolo, mentre l'informatore Gravano ha ricevuto una condanna a cinque anni.

Nel giorno della sua condanna, James Fox, capo dell'ufficio dell'FBI di New York, disse: "Il teflon è sparito. Il don è coperto di velcro e tutte le cariche sono bloccate. & # X201D;

John Gotti viene scortato da un uomo non identificato tra la folla durante una pausa pranzo nel suo processo di assalto. Più tardi, una giuria ha assolto Gotti da tutte le accuse nella sparatoria di un leader dell'Unione.

Foto: Getty Images

& # x201C; Questo verdetto aveva una grande importanza simbolica, & # x201D; Rudolph Giuliani, ex avvocato americano a Manhattan, ha detto del verdetto. & # x201C; Puoi'dico, come ha fatto Gotti, & # x2018; infrangerò la legge e ucciderò la gente e l'inferno con tutti voi. & # x2019; Questa è una sfida che l'autorità legale non può ignorare. & # X201D;

& # x201C; Era ossessionato dalla sua stessa importanza, & # x201D; Disse Mouw in seguito alla convinzione. & # x201C; Era convinto che nessuna giuria lo avrebbe mai condannato perché era John Gotti, un Cesare, un imperatore. & # x201D;

L'imperatore autodidatta ha trascorso metà dei suoi sette anni come capo della famiglia Gambino in prigione in attesa di processo, il resto ha cercato di evitare l'accusa. In prigione dal 1992 al 2000, Gotti è stato tenuto in isolamento virtuale. Nel 1998, è stato operato per il cancro al collo e alla testa che alla fine avrebbe rivendicato la sua vita.

Gotti è morto il 10 giugno 2002, presso l'ospedale penitenziario federale di Springfield, MO. Aveva 61 anni.

Nella morte come nella vita, il funerale di Gotti è stato grande e audace. Ventidue limousine nere, 19 macchine da fiore e centinaia di veicoli privati ​​strisciarono per le strade di Ozone Park, Howard Beach e sezioni del Queens. Accanto a suo figlio Frank, Gotti fu sepolto al St. John Cemetery, un cimitero che è l'ultimo luogo di riposo di molti noti mafiosi di New York. Sebbene nessuno, forse, famoso come il Dapper Don.

Al momento della sua condanna nel 1992, Gotti nominò il figlio maggiore, John A. Gotti (noto come Junior), capo della famiglia Gambino. Tra il 2004 e il 2009, Gotti Jr. è stato imputato in quattro processi di racket. Tutto finì in mistrial.

Ma per Gotti Jr., seguire le orme di suo padre non era un corso che alla fine desiderava continuare a perseguire.

& # x201C; Sfortunatamente, quando senti il ​​nome Gotti, diventa metaforico per il crimine organizzato, con le strade, & # x201D; Gotti Jr. dice nel Biografia documentario, in cui spiega la sua decisione di lasciare alle spalle la vita della mafia. & # x201C; Non vedo alcun modo in cui potresti districarti da questo. Non vedo in alcun modo che possa essere fatto. Per quanto ci provi, è estremamente difficile. & # X201D;

Di Colin Bertram

Colin Bertram è uno scrittore ed editore specializzato in giornalismo d'intrattenimento e notizie.

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Nelle news

    'The Assassination of Gianni Versace': The True Story of His Tragic Death

    La tanto attesa seconda stagione di "American Crime Story" esamina gli eventi che hanno portato alla morte di Versace ed esplora il contesto culturale del suo omicidio, incluso il clima omofobico degli anni '90.

    • Di Meredith WorthenJun 18, 2019
    Crimine e scandalo

    Le citazioni più famose di John Gotti

    Il gangster John Gotti non aveva paura di condividere le sue opinioni, per non dire altro. Ecco alcune lezioni di vita direttamente dal Teflon Don.

    • Di Bio StaffJun 21, 2019
    Crimine e scandalo

    JonBenét Ramsey: una regina di bellezza la cui morte ha immortalato la sua vita

    Dai un'occhiata al tragico omicidio irrisolto della regina di bellezza di sei anni che cattura ancora l'attenzione dell'America.

    • Di Meredith Worthen, 21 giu 2019
    Nelle news

    La famiglia Getty ha rapito una bufala?

    Il nuovo dramma televisivo "Trust" concentra la sua storia sul drammatico rapimento del nipote sedicenne di John Paul Getty, John Paul Getty III, e implica che la vittima sia stata coinvolta nel suo rapimento. Diamo un'occhiata alle storie vere dietro a quattro generazioni della Famiglia Getty.

    • Di Colin BertramJun 18, 2019
    Crimine e scandalo

    I detenuti più famosi di Alcatraz

    Nell'agosto del 1934 il primo gruppo di famigerati detenuti arrivò alla Big House on the Bay. Diamo un'occhiata ad alcuni dei più famosi.

    • Di Joe McGaskoJun 14, 2019
    Celebrità

    Gli ultimi giorni di John Belushi: cosa ha portato alla sua morte improvvisa?

    Il comico 'Animal House' è stato trovato morto a Chateau Marmont di Los Angeles il 5 marzo 1982.

    • Di Colin BertramJun 21, 2019
    Crimine e scandalo

    Vita (e morte) di Jeffrey Dahmer in prigione

    I suoi atroci crimini e omicidi lo hanno condannato all'ergastolo, ma dopo meno di tre anni dietro le sbarre, l'assassino a sangue freddo è diventato la vittima.

    • Di Sara KettlerJun 18, 2019
    Nelle news

    Il vero orrore di Amityville

    Rivisitiamo gli spaventosi rapporti paranormali che hanno dato alla "casa più infestata d'America" ​​la sua reputazione.

    • Di Bio StaffJun 25, 2019
    Celebrità

    L'ascesa e la caduta di Joe Paterno

    Per oltre quarant'anni, la reputazione del capo allenatore della Penn State Joe Paterno è stata valorizzata, avendo raggiunto l'apice lo stesso anno in cui è caduta irrevocabilmente in disgrazia con lo scandalo degli abusi sessuali su minori di Jerry Sandusky. Il nuovo film, "Paterno", esplora le domande relative alla scomparsa dell'iconico allenatore.

    • Di Colin BertramJun 21, 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di più



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.