The Stonewall Inn The People, Place and Lasting Significance of 'Where Pride Began'

  • Morgan Ward
  • 0
  • 1372
  • 71

Il fulcro della Gay Community di New York negli anni '60 fu innegabilmente The Stonewall Inn. Situato nel Greenwich Village a 51 e 53 Christopher Street, questo bar e discoteca gay era racchiuso tra spessi muri di pietra & # x2014; resti della sua storia come stalle per cavalli che hanno fornito sia il suo omonimo che una barriera protettiva dal mondo esterno che, nel complesso, non supportava le persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT). 

Generalmente pensato come & # x201C; luogo sicuro & # x201D; per la comunità LGBT, gli agenti di polizia in borghese hanno invaso lo Stonewall Inn venerdì 27 giugno 1969 (lo stesso giorno del funerale di Manhattan vicino al cantante / attrice / cantante icona gay Judy Garland) e poco dopo le 3 del 28 giugno violento dopo che alcune persone LGBT sono state arrestate con accuse discutibili, ammanettate e costrette pubblicamente a salire su auto della polizia per le strade di New York City. 

La comunità LGBT era stufo di essere preso di mira dalla polizia e vedere questi arresti pubblici incitava a rivolte che si riversavano nelle strade vicine e duravano diversi giorni. Questi eventi sono stati descritti collettivamente come una rivolta di & # x201C; & # x201D; & # X201C; ribellione, & # x201D; & # X201C; protesta, & # x201D; e & # x201C; rivolta. & # x201D; Qualunque sia l'etichetta, questo è stato sicuramente un momento fondamentale nella storia LGBT. In effetti, molti credono che gli eventi a Stonewall abbiano scatenato il moderno movimento per i diritti LGBT negli Stati Uniti.

Marsha P. Johnson ha contribuito a guidare il 'Stonewallers'

Le persone che erano allo Stonewall Inn e / o hanno partecipato agli eventi a Stonewall alla fine di giugno / inizio luglio 1969 sono conosciute come & # x201C; Stonewallers. & # X201D; Sebbene non si sappia esattamente quanti Stonewaller ci siano (alcuni progetti centinaia di migliaia), molti hanno condiviso pubblicamente le loro storie e alcuni sono membri dei veterani di Stonewall' Association (SVA).   

Marsha P. Johnson

Foto: Courtesy Tribeca Film Festival

Marsha P, Johnson era al Stonewall Inn la prima notte degli scontri. Molti testimoni oculari l'hanno identificata come uno dei principali istigatori della rivolta. 

Nato Malcolm Michaels, Jr. il 24 agosto 1945, a Elizabeth, nel New Jersey, Johnson si trasferì a New York a metà degli anni '60. Ha affrontato molte difficoltà come trans donna afroamericana e ha persino vissuto per strada fino a quando non è entrata nella scena del night club e è diventata un'importante drag queen di New York. Una donna eccentrica conosciuta per i suoi cappelli stravaganti e gioielli glamour, era impavida e audace. Ogni volta che le veniva chiesto cosa & # x201C; P & # x201D; nel suo nome era sinonimo di e quando le persone facevano leva sul suo genere o sulla sua sessualità, ha fatto un salto indietro con & # x201C; Pay it No Mind. & # x201D; 

La sua natura schietta e la sua forza duratura l'hanno portata a parlare contro le ingiustizie che ha visto a Stonewall nel 1969. Dopo gli eventi a Stonewall, Johnson e la sua amica Sylvia Rivera hanno co-fondato i Street Transvestite Action Revolutionaries (STAR) e sono diventati infissi nel comunità, soprattutto nel loro impegno nell'aiutare i giovani transgender senzatetto a New York. 

Purtroppo, all'età di 46 anni, il 6 luglio 1992, il suo corpo fu trovato fluttuante nel fiume Hudson al largo del West Village Piers. Inizialmente la polizia ha decretato il suicidio della sua morte, nonostante le dichiarazioni dei suoi amici e di altri membri della comunità locale che non fosse suicida. Venticinque anni dopo, la vittima del crimine Victoria Cruz del Progetto Anti-Violence di New York City (AVP) riapre questa indagine. 

Lo Stonewall Inn è stato dichiarato monumento storico nazionale

Nel primo anniversario della ribellione di Stonewall, nel giugno 1970, si tenne la prima marcia dell'orgoglio gay a Manhattan e da allora si sono svolti milioni di marce, sfilate, picnic, feste, festival e simposi su orgoglio LGBT e si è proclamato giugno Mese dell'orgoglio LGBT in onore dei disordini del Stonewall del 1969. Sebbene l'originale Stonewall Club abbia chiuso i battenti nel dicembre 1969, lo Stonewall Inn, completamente rinnovato, è stato riaperto il 12 marzo 2007, in 53 Christopher Street. Il 24 giugno 2016, lo Stonewall Inn è stato ufficialmente riconosciuto come monumento storico nazionale dal presidente Barack Obama a causa della sua associazione con eventi che rappresentano in modo eccezionale la lotta per i diritti civili in America. Lo Stonewall Inn è il primo monumento storico nazionale LGBT nella storia. 

Il sindaco di New York Bill DeBlasio (fila in basso), il deputato Jerrold Nadler (in prima fila, a sinistra) e Valerie Jarrett (in prima fila, a destra), consigliere senior del presidente Barack Obama, durante la cerimonia di assegnazione designano ufficialmente lo Stonewall Inn come monumento nazionale su 27 giugno 2016. 

Foto: Spencer Platt / Getty Images

Le rivolte di Stonewall sono state un punto di svolta per il movimento di liberazione gay negli Stati Uniti. I suoi partecipanti hanno plasmato una nuova consapevolezza culturale di una popolazione che è stata in gran parte ostracizzata. Insieme a Johnson, che ha giocato un ruolo chiave nel momento iniziale della resistenza che ha scatenato la ribellione storica, milioni di attivisti continuano a commemorare gli eventi a Stonewall e lottano per i diritti LGBT. Numerose opere teatrali, musical, libri e film celebrano e onorano la storia di Stonewall e chiunque può visitare The Stonewall Inn per vedere & # x201C; dove è iniziato l'orgoglio. & # X201D; 

Di Meredith Worthen

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Storia e cultura

    Il movimento per i diritti delle donne e le donne delle cascate di Seneca

    Il 19-20 luglio 1848, la Convenzione delle Cascate Seneca innescò e rafforzò il movimento per i diritti delle donne in America. Guardiamo indietro alle donne che hanno guidato l'evento storico e al modo in cui ha ispirato generazioni di attivismo.

    • Di Meredith WorthenJun 17, 2019
    Storia e cultura

    Ricordando le vittime delle esecuzioni delle streghe di Salem

    Uno sguardo alle vittime dei processi alle streghe di Salem e all'isteria di massa che ha portato alla loro morte.

    • Di Meredith Worthen, 25 giu 2019
    Storia e cultura

    La vera storia dietro "The Post" di Spielberg

    In "The Post" di Steven Spielberg, Meryl Streep dà vita alla decisione di Katharine Graham del 1971 di far pubblicare al Washington Post i Pentagon Papers top secret. Tuttavia, c'è solo così tanto che un film può includere. Ecco la vera storia dietro "The Post".

    • Di Sara KettlerJun 21, 2019
    Storia e cultura

    Celebrando le donne scienziate nere

    Nella nostra copertura continua che celebra il Black History Month, scopri alcune delle donne scienziate afroamericane meno conosciute che hanno avuto impatti rivoluzionari nei rispettivi campi.

    • Di Meredith WorthenJun 14, 2019
    Nelle news

    Ricordando l'11 settembre: un giorno che ha cambiato il mondo

    Facciamo una pausa per ricordare gli eventi di quel tragico giorno, nonché onorare le vittime e l'eroismo dei primi soccorritori.

    • Di Meredith WorthenSep 9, 2019
    Nostalgia

    Cast "The Office": dove sono adesso?

    Il primo episodio di "The Office" è andato in onda il 24 marzo 2005. Per celebrare il decimo anniversario, ecco uno sguardo ai nostri dipendenti Dunder Mifflin preferiti e agli attori che li hanno interpretati.

    • Di Laurie UlsterJun 25, 2019
    Storia e cultura

    HerStory: Le donne dietro il diciannovesimo emendamento

    Il 26 agosto 1920, il diciannovesimo emendamento, che garantiva alle donne il diritto di voto, fu formalmente adottato nella Costituzione degli Stati Uniti. Ecco uno sguardo agli eventi che circondano questo importante capitolo della storia degli Stati Uniti e alle donne che hanno fatto il cambiamento.

    • Di Greg Timmons 24 giugno 2019
    Nelle news

    'The Assassination of Gianni Versace': The True Story of His Tragic Death

    La tanto attesa seconda stagione di "American Crime Story" esamina gli eventi che hanno portato alla morte di Versace ed esplora il contesto culturale del suo omicidio, incluso il clima omofobico degli anni '90.

    • Di Meredith WorthenJun 18, 2019
    Celebrità

    Gli ultimi giorni di Tupac

    La vita professionale e personale del rapper era ai massimi livelli quando è stato ucciso nel settembre 1996.

    • Di Sara KettlerJun 27, 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di più



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.