La saga di Tonya Harding

  • Elmer Riley
  • 0
  • 2092
  • 262

Margot Robbie nel ruolo di Tonya Harding 'Io, Tonya'

Foto: Neon / 30 West

Tutti quelli che erano in giro per il 'Gli anni '90 ricordano la saga dei tabloid della pattinatrice Tonya Harding e la sua competizione sul ghiaccio con Nancy Kerrigan, una rivalità olimpica che divenne violenta. Per diverse settimane all'inizio del 1994, la notizia si è riempita della storia, specialmente dopo che Kerrigan è stato picchiato alla gamba con un manganello della polizia pieghevole da un misterioso aggressore. I soci di Harding e suo marito Jeff Gillooly furono presto coinvolti, così come lo stesso Gillooly. La domanda che è rimasta & # x2014; e rimane ancora & # x2014; è il grado di coinvolgimento di Tonya.

L'affare Harding-Kerrigan ha superato i suoi 15 minuti e ha occupato uno spazio sicuro nella tradizione popolare. Come ha scritto lo scrittore ESPN Jim Caple, & # x201C; Lo scandalo sarebbe diventato così famoso da ispirare un romanzo, un'opera, una parodia in un & # x2018; Seinfeld & # x2019; episodio, testi in una canzone di Weird Al Yankovic e persino un discorso della campagna del 2007 di riferimento del presidente Barack Obama. & # x201D; E ora, ha anche ispirato un film: Io, Tonya, diretto da Craig Gillespie, con Margot Robbie nel ruolo di Harding.

Steven Rogers & # x2019; la sceneggiatura del film prende la forma di un duello che ha detto, ha detto i racconti di Tonya e del suo ex marito (interpretato da Sebastian Stan). Gillooly, che da allora ha cambiato il suo nome in Jeff Stone, ha nominato sua moglie istigatrice dell'attacco a Kerrigan poco dopo essere stato arrestato. Harding ha sempre mantenuto la sua innocenza di qualsiasi conoscenza precedente.

Il giovane Tonya Harding (Margot Robbie) e Jeff Gillooly (Sebastian Stan) in 'Io, Tonya'

Foto: Neon / 30 West

Dove la verità sta nelle storie di questi due narratori inaffidabili probabilmente non sarà mai determinato. Ma Io, Tonya dovrebbe almeno compilare i dettagli indiscussi che la maggior parte delle persone ha probabilmente dimenticato del caso, anche se ricordano vagamente l'attacco, il caos mediatico e la concorrenza che sembrava tanto sulla classe e sullo stile quanto sull'abilità.

Tonya Harding è nata a Portland, nell'Oregon, nel 1970, in circostanze spesso chiamate hardscrabble. Sua madre, LaVona (interpretata nel film da Allison Janney) ha lavorato come cameriera e suo padre, il quinto marito di LaVona, ha svolto vari lavori da colletti blu. Tonya ha iniziato a pattinare sul ghiaccio nel centro commerciale locale all'età di tre anni e quando aveva quattro anni aveva un allenatore.

Tutti erano d'accordo sul fatto che la bambina avesse notevoli capacità, ma nel corso degli anni Tonya ha dovuto affrontare ostacoli che includevano povertà e abusi. Il pattinaggio artistico competitivo è costoso (lezioni, tempo di pattinaggio, costumi) e il denaro era scarso. Secondo quanto riferito, Tonya e sua madre hanno perlustrato i vuoti della strada e hanno raccolto i rimborsi da aggiungere alla cassa. LaVona non era una cuoca, per non dire altro: rimproverava costantemente sua figlia e non era affatto contraria alla punizione fisica. In un caso, un amico ha visto LaVona picchiare ripetutamente Tonya con una spazzola per capelli.

LaVona Golden (Allison Janney) e il suo uccello domestico dentro 'Io, Tonya'

Foto: Neon / 30 West

Ma Tonya ha continuato a eccellere e ha iniziato a collezionare titoli a 12. A 16 anni, ha lasciato la scuola per concentrarsi sul pattinaggio. Nel 1991, ha fatto la storia completando un triplo axel ai Campionati statunitensi di pattinaggio di figura, e di nuovo ai Campionati del mondo, la prima donna americana a farlo in una competizione internazionale. Quell'anno, Harding vinse la medaglia d'argento, mentre Kristi Yamaguchi vinse l'oro. Al terzo posto per il bronzo c'era Nancy Kerrigan.

Kerrigan, come Harding, proveniva da una classe operaia, ma i due erano altrimenti uno studio di contrasti. Nancy si adatta allo stampo consolidato della pattinatrice femminile, allungando una lunga gamba dietro di lei in un ritratto di grazia e mostrando un sorriso perfetto. Ha pagato la sua strada attirando facilmente sponsorizzazioni da artisti del calibro di Campbell.

Tonya era una piccola (5 & # x2019; 1 & # x201D;) palla di energia atletica e guida, eseguendo i suoi salti e rotazioni in modo decisamente poco fortunato. I suoi capelli erano crespi, la sua dentatura era imperfetta, i suoi abiti erano fatti in casa e tendevano alla moda. Ha pattinato sul rap e sul tema Jurassic Park. Nessuna approvazione le è arrivata. Aveva anche scambiato una madre violenta con un marito violento se gli ordini restrittivi che aveva preso due volte contro Jeff Gillooly potevano essere accreditati.

Kerrigan e Harding avevano entrambi gareggiato nella squadra femminile degli Stati Uniti alle Olimpiadi del 1992, rispettivamente al terzo e quarto posto. Con l'avvicinarsi delle Olimpiadi invernali del 1994 (dopo che fu presa la decisione di scaglionare le competizioni invernali ed estive anziché tenerle nello stesso anno), tutti gli occhi erano puntati su di loro. Il 6 gennaio 1994, l'attacco a Kerrigan avvenne alla Cobo Arena di Detroit, dove si stava esercitando per i campionati degli Stati Uniti. Non è stata in grado di competere e Harding ha vinto la medaglia d'oro.

Ma poi, l'aggressore (che si era registrato in un hotel locale sotto il suo nome) fu arrestato, insieme al suo autista di fuga e alla guardia del corpo di Harding & # x2019; s & # x201C; & # x201D; Shawn Eckhardt, che li aveva assunti. L'arresto di Gillooly presto seguì. E Tonya ha ammesso di aver scoperto il loro coinvolgimento in seguito all'attacco (anche se non prima) e di non averlo immediatamente denunciato. Gillooly, con un patteggiamento, incolpò completamente la sua futura ex moglie.

Quindi le Olimpiadi, che si terranno sette settimane dopo a Lillehammer, in Norvegia, dovrebbero continuare senza Tonya e Nancy? Non è una possibilità & # x2014; qualunque fossero le loro differenze, erano due donne determinate. Kerrigan, la cui ginocchiera era gravemente contusa ma non rotta, iniziò un rigoroso regime di terapia fisica e si riprese rapidamente; Harding, inizialmente escluso dalla concorrenza, fece causa al comitato delle Olimpiadi degli Stati Uniti e fu reintegrato. A Lillehammer, la copertura mediatica senza sosta catturò i due rivali che occupavano il ghiaccio in pratica allo stesso tempo.

Alla fine, una Tonya distratta si è messa male alle sue routine e si è classificata ottava, mentre Nancy ha inchiodato la sua e ha vinto la medaglia d'argento. (L'Oksana Baiul dell'Ucraina ha preso l'oro.) Harding è tornato a casa per affrontare le accuse per aver ostacolato il procedimento giudiziario, dichiarato colpevole ed è stato condannato a tre anni & # x2019; prova. L'Associazione di pattinaggio artistico degli Stati Uniti l'ha spogliata del suo campionato del 1994 e l'ha esclusa a vita dalle competizioni (sia come pattinatrice che come allenatrice).

Allora dove sono adesso? Nancy Kerrigan si ritirò dalle competizioni amatoriali dopo le Olimpiadi e si esibì per diversi anni in spettacoli sul ghiaccio. Si è sposata nel 1996, ha cresciuto una famiglia e per lo più è rimasta in silenzio sugli eventi del 1994.

Tonya Harding non è il tipo da rimanere in silenzio; ha anche collaborato a un memoriale del 2008, I nastri di Tonya. Alcuni potrebbero ricordare che ha avuto una breve carriera nel pugilato. Si è risposata e ha divorziato, si è sposata di nuovo e ha dato alla luce un figlio nel 2011. Nel documentario ESPN del 2014 Il prezzo dell'oro, Tonya ha espresso un po 'di amarezza: & # x201C; Ho perso tutto & # x2026; Il pattinaggio è stato messo sulla mappa, presumibilmente da me. Tutti hanno fatto una vita e un sostentamento, tranne me. & # X201D; E ha continuato a mantenere la sua innocenza.

Di John Calhoun

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Celebrità

    L'ascesa e la caduta di Joe Paterno

    Per oltre quarant'anni, la reputazione del capo allenatore della Penn State Joe Paterno è stata valorizzata, avendo raggiunto l'apice lo stesso anno in cui è caduta irrevocabilmente in disgrazia con lo scandalo degli abusi sessuali su minori di Jerry Sandusky. Il nuovo film, "Paterno", esplora le domande relative alla scomparsa dell'iconico allenatore.

    • Di Colin BertramJun 21, 2019
    Celebrità

    Tonya Harding e Nancy Kerrigan: A Timeline of Kerrigan's Attack and the Aftermath

    L'assalto orchestrato al pattinatore artistico è stato chiamato "il colpo sentito in tutto il mondo".

    • Di Eudie Pak, 27 giu 2019
    Nelle news

    Il vero orrore di Amityville

    Rivisitiamo gli spaventosi rapporti paranormali che hanno dato alla "casa più infestata d'America" ​​la sua reputazione.

    • Di Bio StaffJun 25, 2019
    Nelle news

    'The Assassination of Gianni Versace': The True Story of His Tragic Death

    La tanto attesa seconda stagione di "American Crime Story" esamina gli eventi che hanno portato alla morte di Versace ed esplora il contesto culturale del suo omicidio, incluso il clima omofobico degli anni '90.

    • Di Meredith WorthenJun 18, 2019
    Celebrità

    L'effetto Alexander McQueen

    L'imminente documentario "McQueen" si concentra sull'uomo dietro la moda provocatoria. Ecco uno sguardo al defunto designer, da dove proviene e l'eredità che ha lasciato alle spalle.

    • Di Colin BertramJun 14, 2019
    Celebrità

    Il cast di "Roseanne" ritorna

    I membri del cast originale di Roseanne, vincitore del premio Emmy, sono tornati per affrontare l'America dei colletti blu, con il buon umore intatto. Scopri cosa hanno fatto da quando la serie è finita nel 1997.

    • Di Colin BertramMar 26, 2018
    Storia e cultura

    La vera storia dietro "The Post" di Spielberg

    In "The Post" di Steven Spielberg, Meryl Streep dà vita alla decisione di Katharine Graham del 1971 di far pubblicare al Washington Post i Pentagon Papers top secret. Tuttavia, c'è solo così tanto che un film può includere. Ecco la vera storia dietro "The Post".

    • Di Sara KettlerJun 21, 2019
    Crimine e scandalo

    Oscar e Reeva: una coppia di stelle incrociate

    Il nuovo film di Lifetime, "Oscar Pistorius: Blade Runner Killer", tenta di arrivare alla radice della relazione tra l'eroe sportivo un tempo stimolante e la donna che ha ucciso a San Valentino 2013.

    • Di Tim OttJun 24, 2019
    Crimine e scandalo

    La vita e la morte di John Gotti

    In onore dell'evento biografico di A&E, "GOTTI: Godfather & Son", diamo uno sguardo approfondito all'ascesa e alla caduta del Teflon Don.

    • Di Colin BertramJun 21, 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di più



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.