Chi era Maria Altmann? La vera storia dietro 'Woman in Gold'

  • Harry Morgan
  • 0
  • 2551
  • 36

Il personaggio titolare in Donna in oro è Adele Bloch-Bauer, il cui marito, magnate dello zucchero ceco Ferdinand Bloch-Bauer, incaricò il pittore simbolista austriaco Gustav Klimt di dipingere due ritratti di sua moglie quando aveva 25 anni. Il primo e il più famoso dei due in seguito divenne noto come & # x201C; Woman in Gold. & # X201D; Il film si concentra su Bloch-Bauer'la nipote Maria Altmann, interpretata da Helen Mirren, e la sua ricerca per recuperare il famoso dipinto di Klimt dal governo austriaco, ma c'è molto di più nella sua storia. 

Un'infanzia incantata

Maria Viktoria Bloch-Bauer è nata da Gustav Bloch-Bauer e Therese Bauer il 18 febbraio 1916 a Vienna, in Austria. La sua ricca famiglia ebrea, compreso lo zio Ferdinando e la zia Adele, erano vicini agli artisti del movimento Secessione di Vienna, che Klimt aiutò a fondare nel 1897. L'avanguardia della capitale austriaca includeva il compositore Arnold Schoenberg. (L'avvocato che ha gestito Altmann'Il caso fu E Randol Schoenberg, il compositore'nipote. Ryan Reynolds lo interpreta nel film.) 

Sebbene Altmann fosse troppo giovane per ricordare Klimt, aveva bei ricordi di aver visitato sua zia e suo zio'casa di s, che era un tesoro di arazzi, quadri, mobili raffinati e porcellane. 

Anche se all'epoca Altmann non era abbastanza grande per ricordare Klimt's visite, è cresciuta visitando suo zio e sua zia'La grande casa, piena di quadri, arazzi, mobili eleganti e una collezione di porcellane pregiate. Adele teneva spesso una corte per musicisti, artisti e scrittori nel salone della sua grande casa in Elisabethstrasse vicino alla Wiener Staatsoper (il Teatro dell'Opera di Vienna).

Tuttavia, il mondo conobbe Adele come Klimt l'aveva dipinta nel 1907. La rappresentò in un abito vorticoso in una fiammata di rettangoli d'oro, spirali e simboli egiziani & # x2014; divenne l'epitome di Vienna's Golden Age. Nel 1925, Adele morì di meningite all'età di 44 anni. Successivamente, Altmann ricordò che i regolari brunch domenicali della famiglia a casa di suo zio includevano sempre una visione del ritratto, così come altre quattro opere di Klimt, incluso un altro dipinto successivo di Adele.

Maria Altmann's zia Adele Bloch-Bauer, circa 1910. (Foto: Neue Galerie New York)

Derubato di tutto

Ad Altmann rimasero solo ricordi dei dipinti, poiché furono rubati quando i nazisti conquistarono l'Austria nel 1938. Aveva appena sposato il cantante d'opera Fritz Altmann e suo zio le aveva dato Adele'orecchini di diamanti e collana come regalo di nozze. Ma i nazisti le hanno rubato & # x2014; la splendida collana che indossava il giorno del suo matrimonio è stata inviata al leader nazista Hermann Göring come regalo per sua moglie. Suo padre Gustav fu molto devastato quando il suo prezioso violoncello Stradivarius gli fu tolto. Maria ha ricordato: & # x201C; mio padre è morto due settimane dopo. È morto di un cuore spezzato. & # X201D; Certo, i nazisti sequestrarono tutto Ferdinando'beni di s, che includeva la sua vasta collezione d'arte. & # x201C; Ritratto di Adele Bloch-Bauer I & # x201D; divenne noto come & # x201C; Woman in Gold, & # x201D; nonché un simbolo di tutto ciò che la famiglia aveva perso.

Adele Bloch-Bauer I, 1907 di Gustav Klimt. (© 2015 Neue Galerie New York)

Costretto a fuggire

I nazisti trattennero Fredrick Altmann nel campo di concentramento di Dachau per convincere suo fratello Bernhard a firmare la sua redditizia fabbrica tessile. Bernhard era già scappato a Londra in quel momento, ma quando sentì le notizie di suo fratello, diede i suoi affari ai nazisti e, a sua volta, Federico fu liberato. La coppia ha poi vissuto agli arresti domiciliari fino a quando Maria è riuscita a eludere le guardie affermando che suo marito aveva bisogno di un dentista. I due salirono a bordo di un aereo per Colonia e si diressero verso il confine olandese, dove un contadino li guidò attraverso un ruscello, sotto il filo spinato e nei Paesi Bassi. Fredrick e Maria quindi fuggirono in America e alla fine si stabilirono in California.

Vivere una nuova vita in America

Mentre Federico lavorava per la società aerospaziale Lockheed Martin in California, Bernhard aveva avviato una nuova fabbrica tessile a Liverpool, in Inghilterra. Mandò a Maria un maglione di cashmere per vedere se gli americani potessero apprezzare la lana fine e morbida. Maria portò il maglione in un grande magazzino a Beverly Hills, che accettò di venderli. Altri negozi in tutto il paese hanno seguito l'esempio e Maria alla fine ha aperto la sua boutique di abbigliamento. La coppia ebbe tre figli e una figlia in America, costruendo una vita insieme in un paese che li accolse. Eppure Maria non ha mai dimenticato ciò che i nazisti hanno rubato alla sua famiglia. 

Maria Altmann nel 2010. Ha combattuto il governo austriaco per il ritorno della sua famiglia's dipinti che furono rubati dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. (Foto: Gregor Collins / CC BY-SA 3.0 / Wikimedia Commons)

Lotta per la restituzione vincente

Per molti anni, Maria aveva ipotizzato che la National Gallery austriaca avesse preso possesso dei dipinti di Klimt. Ma quando aveva 82 anni, apprese dal tenace giornalista investigativo austriaco Hubertus Czernin che il titolo dei dipinti era suo e giurò di recuperarli. Nel 1999 lei e il suo avvocato hanno tentato di intentare causa al governo austriaco. Aveva mantenuto i dipinti basati sulla volontà di Adele in cui aveva fatto una richiesta gentile di & # x201C; & # x201D; che Ferdinando donò i dipinti al museo statale dopo la sua morte, avvenuta nel 1945. 

In tal modo, ha ignorato il fatto che la sua volontà aveva lasciato la sua eredità ai suoi nipoti e ai suoi nipoti. Eppure i dipinti erano appesi nella Galleria austriaca di Vienna al Palazzo del Belvedere con un cartello con la scritta: "Adele Bloch-Bauer 1907, lasciato in eredità da Adele e Ferdinand Bloch-Bauer". Quando Maria arrivò lì, sfidò le guardie di sicurezza a farsi fotografare accanto a sua zia Adele, dicendo ad alta voce: & # x201C; Quel dipinto appartiene a me. & # X201D;

Per molti anni, Maria combatté il governo austriaco con grande fervore. & # x201C; Ritarderanno, ritarderanno, ritarderanno, sperando che io muoia, & # x201D; lei disse Il Los Angeles Times nel 2001, senza fine in vista per il suo caso. & # x201C; Ma farò loro il piacere di rimanere in vita. & # x201D;

Lo ha fatto e ha trionfato. Dopo che i dipinti sono arrivati ​​negli Stati Uniti, ha detto Il New York Times: & # x201C; Sai, in Austria hanno chiesto, & # x2018; Li presteresti di nuovo a noi? & # x2019; E ho detto: & # x2018; Li abbiamo prestati per 68 anni. Abbastanza prestiti. & # X2019; & # X201D;

Maria e il suo avvocato hanno portato il loro caso fino alla Corte Suprema e hanno vinto. Tuttavia, nel 2004 è seguito un arbitrato indipendente, con il risultato di Maria'favore. Due anni dopo, l'arte finalmente arrivò a casa sua a Los Angeles, diventando in quel momento il ritorno più costoso dell'arte rubata dai nazisti. 

In mostra a Manhattan

Maria disse che sua zia Adele aveva sempre desiderato il suo ritratto d'oro in una galleria pubblica. Ronald Lauder, uomo d'affari e filantropo che aveva amato Adele'La faccia della fanciullezza, pagò felicemente $ 135 milioni per consacrarla nella sua Neue Galerie a Manhattan. All'epoca, era la somma più grande mai acquistata per un dipinto. Il dipinto è attualmente parte di una nuova mostra presso la Neue Galerie, inaugurata il 2 aprile, che è stata creata in collaborazione con il Donna in oro film. 

& # x201C; Gustav Klimt e Adele Bloch-Bauer: The Woman in Gold, & # x201D; è in mostra alla Neue Galerie di New York City dal 2 aprile al 7 settembre 2015. (Foto: Neue Galerie New York)

Altmann è morto il 7 febbraio 2011 a Los Angeles. È sopravvissuta dai suoi tre figli, Charles, James e Peter, sua figlia Margie, sei nipoti e due pronipoti.

Di Catherine McHugh

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Nelle news

    'Detroit': la vera storia dietro al film

    Con l'apertura di "Detroit" di Kathryn Bigelow, ripensiamo agli eventi della vita reale che hanno attanagliato la città 50 anni fa.

    • Di Sara KettlerJun 21, 2019
    Nelle news

    La vera storia dietro 'The Zookeeper's Wife'

    L'eroismo della vita reale di Jan e Antonina Zabinski, che hanno contribuito a salvare 300 ebrei e ribelli durante l'Olocausto, è diventato un film di Hollywood.

    • Di Bio StaffJun 20, 2019
    Storia e cultura

    La vera storia dietro 'Amazing Grace'

    L'amato inno e il suo autore John Newton, un ex commerciante di schiavi, hanno ispirato un nuovo musical di Broadway, ma la storia vera è complessa e ambigua.

    • Di David ShewardMar 17, 2016
    Storia e cultura

    La vera storia dietro "The Post" di Spielberg

    In "The Post" di Steven Spielberg, Meryl Streep dà vita alla decisione di Katharine Graham del 1971 di far pubblicare al Washington Post i Pentagon Papers top secret. Tuttavia, c'è solo così tanto che un film può includere. Ecco la vera storia dietro "The Post".

    • Di Sara KettlerJun 21, 2019
    Nelle news

    La vera storia dietro 'Commozione cerebrale'

    Con l'uscita di "Commozione cerebrale" il 25 dicembre, ecco uno sguardo alla vera storia del Dr. Bennet Omalu e alla sua battaglia per sensibilizzare sul problema del danno cerebrale nei giocatori in pensione della NFL.

    • Di Tim OttJun 17, 2019
    Storia e cultura

    Chi era "Immortal Beloved" di Beethoven?

    'Sempre tuo. Mai mio. Mai nostro. Due secoli dopo, gli storici non hanno ancora concordato l'identità della donna che ha ispirato le famose linee del compositore.

    • Di Barbara MaranzaniJul 15, 2019
    Storia e cultura

    'Suffragette': le vere donne che hanno ispirato il film

    Scopri sei donne della vita reale (più un uomo) che hanno combattuto per il diritto di voto delle donne.

    • Di Sara KettlerJun 17, 2019
    Storia e cultura

    The Miracle Worker: Who Was Anne Sullivan?

    Anne Sullivan conobbe Helen Keller per la prima volta il 3 marzo 1887.

    • Di Bio StaffJun 16, 2019
    Storia e cultura

    La vera storia di Paul Revere's Ride

    La sera del 18 aprile 1775, l'argentiere Paul Revere lasciò la sua casa e partì per il suo ormai leggendario giro di mezzanotte. Scopri cosa è successo davvero in quella notte storica.

    • Di Patrick M. LeeheyJun 25, 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di più



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.