Perché Robert Frost non riuscì a leggere la poesia che scrisse per l'inaugurazione di John F. Kennedy

  • Kenneth Cook
  • 0
  • 4257
  • 307

Il 26 marzo 1959, prima di una cena in onore del suo 85 ° compleanno, Robert Frost tenne un tribunale davanti a una folla di giornalisti a New York City's hotel Waldorf-Astoria.

Mettendo in discussione una domanda sul presunto declino del New England, della sua base domestica di lunga data e musa poetica, Frost rispose: "Il prossimo presidente degli Stati Uniti verrà da Boston. Sembra che il New England stia decadendo?"

Alla successiva domanda di chi stesse parlando, Frost rispose: "Lui'è un puritano di nome Kennedy. I soli puritani rimasti in questi giorni sono i cattolici romani. Là. Immagino di indossare la mia politica sulla manica. "

Il puritano di cui parlava & # x2013; John F. Kennedy & # x2013; stava ancora lavorando come senatore junior del Massachusetts e diversi mesi prima di annunciare ufficialmente la sua candidatura. Tuttavia, JFK è stato contento di ricevere l'approvazione anticipata e presto ha scritto Frost per ringraziarlo.

Il poeta ha continuato il suo lavoro non ufficiale a nome della campagna Kennedy, ripetendo la sua previsione del risultato elettorale in numerosi eventi pubblici. Il candidato democratico, a sua volta, ha adottato la strofa finale di Frost's poema "Fermarsi da Woods in una serata nevosa" per chiudere il suo discorso monotono: "Ma ho promesse da mantenere, / E miglia da percorrere prima di dormire".

Kennedy ha invitato personalmente Frost a leggere al JFK'inaugurazione

Dopo la sua ristretta vittoria su Richard Nixon nel novembre 1960, Kennedy estese l'offerta per far diventare Frost il primo poeta da leggere in occasione di un'inaugurazione presidenziale.

Rispondendo al telegrafo, Frost scrisse: "Se puoi sopportare alla tua età l'onore di essere nominato presidente degli Stati Uniti, dovrei essere in grado alla mia età di sopportare l'onore di prendere parte alla tua inaugurazione. Potrei non essere uguale ad esso, ma posso accettarlo per la mia causa & le arti, la poesia, ora per la prima volta presa negli affari degli statisti ".

Kennedy chiese quindi a Frost se poteva comporre un nuovo poema per la cerimonia. Quando fu respinto, il presidente eletto chiese una lettura di "The Gift Outright", un inno all'eccezionalità americana pubblicato per la prima volta nel 1942 e descritto dal suo autore come "una storia degli Stati Uniti in una dozzina di righe [in realtà, 16] di versi vuoti ".

Kennedy aveva un'altra richiesta, per cambiare la linea finale sulla nostra grande nazione, "Così com'era, come sarebbe diventata", a quella più ottimista "come diventerà". Sebbene in genere non fosse propenso a modificare la sua attenta formulazione, il poeta accettò a malincuore.

Lyndon B. Johnson che assiste Robert Frost durante la cerimonia inaugurale di John F. Kennedy.

Foto: Paul Schutzer / The LIFE Picture Collection tramite Getty Images / Getty Images

Gelo composto & # x2018; Dedizione & # x2019; per l'occasione

Nonostante il suo precedente rifiuto, Frost si è trovato ispirato all'occasione e ha iniziato a comporre un nuovo lavoro. Intitolato "Dedica", il poema suonava molte delle stesse note patriottiche di "Un vero dono", solo con riferimenti espliciti agli eventi contemporanei ("Il voto più grande che un popolo abbia mai espresso, / Così vicino ma sicuro di essere rispettato").

La mattina dell'inaugurazione, il 20 gennaio 1961, Frost presentò la poesia al segretario dell'Interno Stewart L. Udall nella sua stanza d'albergo. Piacevolmente sorpreso, Udall ne fece scrivere una nuova copia prima di trascinare Frost alla cerimonia con il poeta che intendeva leggere "Dedizione" come preambolo di "The Gift Outright".

Il sole era così luminoso che Frost non era in grado di leggere 'Dedizione'

L'inaugurazione si è svolta in una giornata soleggiata ma molto fredda al Campidoglio degli Stati Uniti. Dopo circa un'ora, Frost è salito sul podio e ha iniziato a leggere "Dedizione", ma presto si è fermato: il sole'Il bagliore, riflesso dal terreno innevato, era troppo luminoso per un paio di occhi di 86 anni.

Il vicepresidente Lyndon B. Johnson ha cercato di bloccare il sole con il cappello, ma Frost ha abbandonato del tutto lo sforzo e ha iniziato a recitare "The Gift Outright" dalla memoria.

Prestando attenzione a Kennedy'Su richiesta, ha chiuso la poesia con la sua enfasi aggiunta: "Così com'era, come lei voluto diventare, ha diventa e io & # x2013; e per questa occasione lasciami cambiare in & # x2013; quello che lei volontà diventare."

Il pubblico ruggì con approvazione, apparentemente non notando il poeta ringraziando il "presidente eletto, signor John Finley".

Il giorno seguente, Il Washington Post ha citato la lettura come uno dei momenti salienti della cerimonia, sottolineando che "Robert Frost ha rubato nel suo modo naturale i cuori della folla inaugurale".

In effetti, sebbene, secondo quanto riferito, Frost fosse imbarazzato dalla svolta degli eventi, divenne una pietra miliare trionfante per la sua carriera, un momento senza sceneggiatura che commemorò la sua associazione con un presidente iconico all'alba di un nuovo capitolo della storia americana.

Di Tim Ott

Tim Ott ha scritto per Biografia e altri siti A + E dal 2012.

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Storia e cultura

    John F. Kennedy Jr .: Behind the Camelot Myth

    Vivendo nella lunga ombra di suo padre, JFK Jr. stava lottando per lasciare il segno nel mondo, quando un tragico incidente aereo ha interrotto i suoi sforzi.

    • Di Missy SullivanJul 17, 2019
    Storia e cultura

    Gli ultimi giorni di John F. Kennedy Jr.

    Il figlio di un presidente americano, sua moglie Carolyn Bessette e sua sorella Lauren sono morti nel 1999 quando l'aereo su cui viaggiavano si schiantò al largo della costa di Martha's Vineyard.

    • Di Colin BertramJul 17, 2019
    Storia e cultura

    All'interno dell'ammirazione permanente di Winston Churchill di John F. Kennedy

    Nonostante il padre di JFK facesse la febbre con il Primo Ministro durante la seconda guerra mondiale, il defunto presidente idolatrava e prese spunto dal politico britannico.

    • Di Barbara Maranzani, 4 aprile 2019
    Celebrità

    Dentro la potente amicizia di John F. Kennedy e Frank Sinatra

    Il politico e l'intrattenitore avevano un legame forte ma di breve durata che aiutava il JFK a vincere la Casa Bianca.

    • Di Tim OttJun 21, 2019
    Storia e cultura

    Bill Clinton e John F. Kennedy: la storia dietro la loro stretta di mano del 1963

    È durato pochi secondi, ma la breve interazione tra JFK e Bill Clinton ha ispirato l'adolescente a una vita di servizio pubblico - e ha contribuito a portare alla sua elezione a presidente 30 anni dopo.

    • Di Barbara Maranzani, 14 febbraio 2019
    Storia e cultura

    Perché Jacqueline Kennedy non si è tolta il vestito rosa dopo l'assassinio di JFK

    La first lady ha continuato a indossare l'abito coperto dal sangue di suo marito per trasmettere un messaggio e come modo per affrontare il suo trauma.

    • Di Sara KettlerJun 18, 2019
    Storia e cultura

    La straordinaria vita in foto di John F. Kennedy Jr.

    Pieno di privilegi e promesse, i 38 anni di JFK Jr. sono stati ricchi, vibranti e tragicamente strazianti.

    • Di Eudie PakJul 17, 2019
    Storia e cultura

    Perché Edoardo VIII Abdicò il trono per sposare Wallis Simpson

    Il re britannico ha insistito sul fatto che non poteva assumersi le sue responsabilità senza il divorzio come sua moglie, anche se le prove suggeriscono anche che non era completamente investito nel servire come monarca.

    • Di Tim OttJun 13, 2019
    Storia e cultura

    12 membri notevoli della famiglia Kennedy

    La famiglia politica americana è stata dedicata al servizio civile per più di un secolo.

    • Di Eudie PakAug 12, 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di più



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.