7 fatti sull'icona letteraria Langston Hughes

  • Joseph Wood
  • 0
  • 4872
  • 857

Conosciuto come uno dei padri fondatori del Rinascimento di Harlem, Langston Hughes ha continuamente combattuto per la giustizia sociale e l'uguaglianza razziale attraverso la sua letteratura. (Foto: Getty Images)

Foto: Getty Images

Il primo afroamericano a guadagnarsi da vivere come scrittore e stella splendente del Rinascimento di Harlem, Langston Hughes fu spesso definito il "Poet Laureate of Harlem" o il "Poet Laureate of the Negro Race". Ma nonostante la regalità di quei titoli, è stato forse più ammirato per uno stile che apparentemente ha dato voce agli uomini e alle donne non celebrati di tutti i giorni che ha incontrato negli anni. Il suo nome si profila ancora nella cultura americana a mezzo secolo dalla sua scomparsa, ecco sette fatti su questo cronista rivoluzionario e influente della vita e delle esperienze afroamericane:

Sua nonna influente

Con suo padre in un altro paese e sua madre assente anche per lunghi periodi della sua infanzia, Hughes trasse la sua prima ispirazione da sua nonna. La prima donna di colore a frequentare l'Oberlin College in Ohio, e la vedova di una di John Brown'partner abolizionisti, Mary Langston ha trasmesso il suo dono per la narrazione attraverso storie di schiavitù, eroismo e eredità familiare. La giovane Hughes ha anche preso atto di come ha affittato il proprio spazio di vita per guadagnare denaro e ha dedicato i suoi scarsi fondi per assicurarsi che fosse adeguatamente vestito e nutrito. Una delle sue prime poesie pubblicate, "Zia Sue's Stories ", si ritiene che sia un omaggio alla donna orgogliosa che ha plasmato la sua prima vita.

Presto successo come poeta

Mentre era su un treno per il Messico per visitare suo padre, che aveva i soldi per pagare le tasse universitarie, Hughes fu colto dall'ispirazione per scrivere quella che sarebbe diventata la sua prima poesia acclamata. Quando il treno raggiunse St. Louis al tramonto, la luce drammatica che si rifletteva sulle rive fangose ​​del fiume Mississippi, Hughes scarabocchiò rapidamente il breve ma potente "The Negro Speaks of Rivers". Inizialmente suo padre ghignò all'idea che un uomo di colore potesse frequentare il college per diventare uno scrittore, ma la poesia's pubblicazione in W.E.B. Dubois' Crisi rivista nel giugno 1921, seguita da una ristampa in Digest letterario, aiutò a convincere l'anziano Hughes che suo figlio aveva un talento che valeva la pena perseguire.

Scrivere della sua vita

Hughes ha pubblicato il suo primo libro di memorie, Il grande mare, quando aveva solo 38 anni, ma gli fu chiesto per la prima volta di scriverlo anche prima. A 23 anni, era pronto per l'uscita del suo primo acclamato volume di poesie, The Weary Blues, quando ha presentato un saggio autobiografico intitolato "L'histoire de ma vie "al suo mentore Carl Van Vechten da utilizzare per il libro's introduzione. Sia Van Vechten che l'editore, Blanche Knopf, sono stati spazzati via dal saggio e hanno incoraggiato il suo autore a trasformarlo in un libro a figura intera. Tuttavia, Hughes non lo era't pronto per l'impresa. "Odio pensare al contrario", ha osservato. "È n'mi diverto ... sono ancora troppo invischiata negli affetti della mia giovane vita per scriverne chiaramente. "

Vagando per il mondo

Sebbene Hughes sia strettamente identificato con il Rinascimento di Harlem e visse in quel quartiere di Manhattan per molti anni, la sua vita fu segnata da viaggi quasi costanti. Da bambino, ha vissuto nel Missouri, Kansas, Illinois e Ohio prima di unirsi a suo padre in Messico. All'inizio degli anni '20, ha lavorato come mano di coperta a bordo di navi che lo hanno portato in Africa e in Olanda, portando a ulteriori viaggi in Francia e in Italia. Hughes visitò Haiti e Cuba nel 1932, e dopo aver viaggiato in Unione Sovietica come parte di un progetto cinematografico sfortunato, attraversò l'Asia centrale e l'Estremo Oriente prima di tornare a casa. In seguito Hughes trascorse molto tempo in Spagna, coprendo la guerra civile come corrispondente per il Afro-americano di Baltimora. Opportunamente, ha intitolato la sua seconda autobiografia Mi chiedo mentre vagabondo.

La nascita di Jesse B. Semple

Una notte a Patsy's Bar di Harlem nel 1942, Hughes era divertito da una conversazione con un altro mecenate, che si lamentava del suo lavoro facendo manovelle in un impianto di guerra nel New Jersey. Così è nato Hughes's famoso Jesse B. Semple, a.k.a. "Semplice", il afroamericano Everyman che rifletteva su questioni di razza, politica e relazioni. Simple apparve per la prima volta in stampa il 13 febbraio 1943, a Hughes's colonna "Da qui a laggiù" per il Chicago Defender, e divenne un appuntamento fisso per i successivi 23 anni. È stato anche soggetto di cinque libri, oltre che di un'opera teatrale, Semplicemente celeste, che arrivò a Broadway nel 1957.

La politica della sua poesia

Hughes wasn'Sono timido per il suo sostegno alla politica radicale di estrema sinistra durante gli anni '30, un record che alla fine ha attirato l'attenzione di Joseph McCarthy's campagna anticomunista. Chiamato a testimoniare davanti al sottocomitato permanente per le indagini del Senato nel 1953, Hughes preparò una dichiarazione scritta di cinque pagine e stipulò un accordo in cui la sua poesia più infiammatoria non veniva letta ad alta voce. Fu ancora costretto a rendere conto di queste poesie, tra cui "One More 'S' negli Stati Uniti ", e per spiegare delicatamente come non sia mai stato un membro ufficiale del Partito Comunista. Anche se Hughes si è abilmente gestito durante le audizioni ed è emerso in piena regola, è stato scosso dall'esperienza; quando il suo Poesie selezionate fu pubblicato nel 1959, in particolare mancavano le opere politicamente cariche che lo avevano fatto cadere in acqua calda.

Il suo prolifico corpo di lavoro

Hughes'la produzione totale di materiale, scritta dal 1920 fino alla sua morte nel 1967, fu a dir poco prolifica. Insieme alle sue due autobiografie, ha pubblicato 16 volumi di poesie, tre raccolte di racconti, due romanzi e nove bambini'libri di s. Ha anche scritto almeno 20 opere teatrali, oltre a numerose sceneggiature per radio, televisione e film, e tradotto le opere di scrittori come Jacques Roumain, Nicolás Guillén e Federico García Lorca. E quello no'Per spiegare la sua corrispondenza regolare con amici, fan ed editori, una raccolta così voluminosa è stata sufficiente per compilare quasi 500 pagine della compilation 2015, Lettere selezionate di Langston Hughes.

Di Tim Ott

Tim Ott ha scritto per Biografia e altri siti A + E dal 2012.

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Storia e cultura

    7 fatti affascinanti su Stephen Hawking

    Ecco sette incredibili bocconcini sullo scienziato superstar.

    • Di Tim OttJun 25, 2019
    Storia e cultura

    7 curiosità su Bill Gates

    Venti anni fa, la Microsoft Corporation ha introdotto il sistema operativo Windows 95. Per celebrare l'anniversario, ecco alcuni fatti divertenti sul famoso cofondatore dell'azienda.

    • Di Tim OttJun 17, 2019
    Storia e cultura

    7 fatti su Martha Washington

    In onore del compleanno di Martha Washington, ecco sette fatti affascinanti su una delle madri fondatrici d'America e la First First Lady.

    • Di Sara KettlerJun 24, 2019
    Storia e cultura

    7 fatti su Indira Gandhi

    Il 24 gennaio 1966, Indira Gandhi ha prestato giuramento come prima donna primo ministro indiano. Ecco sette fatti sulla sua affascinante vita e sulla sua complessa eredità.

    • Di Sara KettlerJun 18, 2019
    Storia e cultura

    Fatti poco noti sulla storia nera

    Febbraio è il mese della Black History, il che significa che ogni anno ricordiamo gli afro-americani che hanno fatto la storia e reso l'America come è oggi. Ecco 120 fatti che potresti non conoscere.

    • Di Bio StaffJun 24, 2019
    Storia e cultura

    L'impatto di Langston Hughes sul Rinascimento di Harlem

    Lo scrittore ha lasciato il segno in questo movimento artistico rompendo i confini con la sua poesia e l'eredità duratura del Rinascimento.

    • Di Sara KettlerJun 21, 2019
    Storia e cultura

    5 curiosi fatti su Babe Ruth

    Oggi ricorre il 100 ° anniversario di quando Babe Ruth fece il suo primo debutto nella Major League Baseball. Abbiamo pensato di festeggiare con questi cinque fatti della bambina.

    • Di Tim OttJun 16, 2019
    Storia e cultura

    7 fatti su James Dean: abitudini sporche, poteri magici e altro

    Oggi, nel 1955, il 24enne James Dean morì in un incidente d'auto su un'autostrada della California, ma quasi sei decenni dopo rimane una delle icone più durature ed enigmatiche di Hollywood. Ecco 7 fatti rivelatori sull'uomo dietro il simbolo del sesso.

    • Di Bio StaffJun 18, 2019
    Storia e cultura

    7 fatti sorprendenti sul re Enrico VIII

    Enrico VIII fu incoronato re d'Inghilterra nel 1509. Allora perché il monarca Tudor ci affascina ancora? Ecco alcuni fatti sorprendenti.

    • Di Sara KettlerJun 18, 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di più



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.