Biografia Erasmus

  • Piers Chambers
  • 0
  • 3187
  • 411
Erasmo era la figura dominante del primo movimento umanista. Né un radicale né un apologista, rimane una delle figure controverse del primo Rinascimento.

Sinossi

Desiderio Erasmo da Rotterdam era uno dell'Europa's studiosi più famosi e influenti. Un uomo di grande intelletto che nasce da magri inizi per diventare uno dell'Europa'più grandi pensatori, ha definito il movimento umanista nel Nord Europa. La sua traduzione in greco del Nuovo Testamento ha provocato una rivoluzione teologica e le sue opinioni sulla Riforma hanno temperato i suoi elementi più radicali.

Primi anni di vita

Erasmo è nato da oscuri inizi per diventare una delle figure intellettuali di spicco del primo Rinascimento settentrionale. La maggior parte degli storici crede che sia nato Gerard Gerardson nel 1466 (con molti che notano la sua probabile data di nascita il 27 ottobre) a Rotterdam, in Olanda. Suo padre, ritenuto Roger Gerard, era un prete e sua madre si chiamava Margaret, figlia di un medico. Fu battezzato con il nome "Erasmus", che significa "amato".

Erasmus iniziò la sua educazione all'età di 4 anni, frequentando una scuola a Gouda, una città vicino a Rotterdam. Quando aveva 9 anni, suo padre lo mandò in una prestigiosa scuola di grammatica latina, dove fiorì la sua naturale abilità accademica. Dopo che i suoi genitori morirono nel 1483 a causa della pestilenza, Erasmo fu affidato alle cure dei guardiani, che erano irremovibili di diventare monaco. Mentre ha acquisito una relazione personale con Dio, ha rifiutato le dure regole e i rigidi metodi degli insegnanti religiosi dell'epoca.

Un breve periodo nel sacerdozio

Nel 1492, la povertà costrinse Erasmo nella vita del monastero e fu ordinato sacerdote cattolico, ma sembra che non abbia mai lavorato attivamente come chierico. Vi sono prove, durante questo periodo, di una relazione con un compagno di studi maschile, ma gli studiosi non sono d'accordo sulla sua estensione. Erasmus'La sua vita cambiò radicalmente quando divenne segretario di Henry de Bergen, vescovo di Chambray, che fu colpito dalla sua abilità in latino. Il vescovo permise a Erasmo di viaggiare a Parigi, in Francia, per studiare letteratura classica e latino, e fu lì che fu introdotto all'umanesimo rinascimentale.

La vita da studioso professionista

Mentre a Parigi, Erasmus divenne noto come un eccellente studioso e docente. Uno dei suoi allievi, William Blunt, Lord Montjoy, stabilì una pensione per Erasmus, permettendogli di adottare una vita di studioso indipendente trasferendosi da una città all'altra tutorando, facendo conferenze e facendo corrispondenze con alcuni dei più brillanti pensatori d'Europa. Nel 1499, viaggiò in Inghilterra e conobbe Thomas More e John Colet, entrambi i quali avrebbero avuto una grande influenza su di lui. Nel corso dei successivi 10 anni, Erasmus si divise tra Francia, Paesi Bassi e Inghilterra, scrivendo alcune delle sue opere migliori.

All'inizio del 1500, Erasmo fu convinto a insegnare a Cambridge e a tenere lezioni di teologia. Fu durante questo periodo che scrisse L'elogio della follia, un esame satirico della società in generale e dei vari abusi della Chiesa. Un'altra pubblicazione influente fu la sua traduzione del Nuovo Testamento in greco nel 1516. Questa fu una svolta nella teologia e nell'interpretazione delle Scritture, e rappresentò una seria sfida al pensiero teologico che aveva dominato le università dal 13 ° secolo. In questi scritti, Erasmus ha promosso la diffusione della conoscenza classica per incoraggiare una migliore moralità e una maggiore comprensione tra le persone.

Vita successiva

La Riforma protestante è scoppiata con la pubblicazione di Martin Lutero'S Novantacinque tesi nel 1517. Per i prossimi 10 anni, Erasmo sarebbe coinvolto in un dibattito intellettuale sulla natura umana, il libero arbitrio e la religione. Sebbene Erasmo appoggiasse gli ideali protestanti, era contro il radicalismo di alcuni dei suoi leader e, nel 1523, condannò Lutero's metodi nel suo lavoro De libero arbitrio.

Il 12 luglio 1536, durante i preparativi per un trasferimento in Olanda, Erasmo si ammalò e morì per un attacco di dissenteria. Sebbene rimase fedele alla Chiesa di Roma, non ricevette gli ultimi riti e non ci sono prove che abbia chiesto un sacerdote. Ciò sembra riflettere la sua opinione che ciò che contava di più era un credente'rapporto diretto con Dio.




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Biografie di personaggi famosi.
La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.