Dallo schiavo americano all'uomo americano The Escape of Frederick Douglass

  • Kenneth Cook
  • 0
  • 4933
  • 81

Frederick Douglass, circa 1874. (Foto: George Kendall Warren [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons)

Foto: George Kendall Warren [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons

Frederick Douglass ha condotto una vita piena e produttiva come abolizionista, consigliere presidenziale, attivista e oratore. Tuttavia, nel 21 ° secolo, lo ricordiamo per lo più per le sue capacità di memoirist. Douglass & # x2019; autobiografia, Narrativa della vita di Frederick Douglass, uno schiavo americano, fu una sensazione sulla sua pubblicazione nel 1845 e ancora oggi rimane una delle cronache più avvincenti della vita sotto schiavitù negli Stati Uniti. In esso, Douglass descrive la brutale realtà della sua vita di schiavo nel Maryland, i suoi sforzi per educare se stesso e, in definitiva, la sua determinazione a sfuggire alla libertà.

Ironia della sorte, anche se è l'evento cardine del narrazione, Douglass & # x2019; l'effettiva fuga viene completamente omessa dall'opera pubblicata; il narrazione è un libro che porta a un climax che non arriva mai. Scrivendo quasi 20 anni prima che il proclama sull'emancipazione abolisse la schiavitù in America, Douglass non era in grado di descrivere il suo volo da Baltimora per paura che rivelare il suo metodo o coloro che lo assistevano avrebbero ostacolato la fuga di altri schiavi.

Non è stato fino a 40 anni dopo, nella sua terza e ultima autobiografia, La vita e i tempi di Frederick Douglass: dal 1817 & # x2013; 1882, che Douglass alla fine si sentì libero di raccontare la sua fuga. In una certa misura, il racconto manca del dramma di altre narrazioni di schiavi che raccontano di pennellate più vicine con la cattura, ma con la sua solita eloquenza, Douglass trasmette il terrore, la paura e l'ansia che hanno reso il suo riuscito tentativo così straziante. Era un breve episodio di una storia di vita stimolante, ma sarebbe stato l'evento più decisivo della sua vita.

Nato in cattività

Frederick Douglass è nato Frederick Bailey e cresciuto senza madre o padre in una piantagione del Maryland. All'inizio della sua vita, fu testimone dell'orrendo trattamento dei suoi compagni schiavi, molti dei quali erano i suoi stessi parenti. Casi rari di gentilezza alimentavano in lui una fame di conoscenza forte quanto quella reale che spesso viveva come una mano di fattoria sfavorita e sovraccarica.

Douglass a circa 29 anni. (Foto: dominio pubblico tramite Wikimedia Commons)

(Foto: National Portrait Gallery, Washington [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons)

Abbastanza fortunato da essere prestato a un'altra famiglia a Baltimora quando era ancora bambino, trascorse i suoi anni formativi in ​​una famiglia di città molto meno crudele di quella della piantagione. Fu lì che imparò di nascosto a leggere, scrivere e modellare le sue prime nozioni di fuga da un sistema che ora riconosceva come intrinsecamente corrotto e ingiusto.

Quando morirono sia il maestro che l'amante a Baltimora, Douglass fu restituito alla piantagione, un ambiente per il quale ora era scarsamente attrezzato. La piantagione era ora di proprietà di Thomas Auld, genero del proprietario terriero che aveva originariamente acquistato Douglass. Auld era un uomo crudele che trattava male i suoi schiavi e vedeva immediatamente Douglass come una responsabilità. Douglass è stato picchiato per infrazioni minori e alla fine è stato prestato per un anno a un agricoltore noto per & # x201C; rottura & # x201D; schiavi.

La reputazione del contadino era ben meritata. Dopo sei mesi di continui pestaggi, Douglass si sentì davvero a pezzi. Alla fine, a seguito di un episodio particolarmente brutale e sanguinante, Douglass aveva avuto abbastanza & # x2013; afferrò il contadino per la gola e minacciò di ucciderlo se lo toccasse di nuovo. Anche se avrebbe potuto facilmente essere linciato per l'atto, invece l'agricoltore lo ha lasciato impunito per paura di danneggiare la sua reputazione di negro. & # X201D; Douglass risolse con calma il resto dell'anno senza essere molestato e si ritrovò rafforzato dalla sua sfida. Prestato subito dopo a un altro proprietario terriero (chiamato & # x201C; Freeland, & # x201D; di tutti i nomi), divenne più determinato che mai a fuggire.

Primo tentativo

Un'opportunità di fuga si presentò durante le vacanze di Pasqua del 1835, quando Douglass e un gruppo che aveva segretamente riunito progettarono di prendere in prestito una canoa e pagaiare il Chesapeake in libertà. Il piano non arrivò a nulla quando un membro del gruppo tradì gli altri e furono arrestati. Tuttavia, non c'erano prove concrete per dimostrare che gli uomini avevano pianificato una fuga (Douglass e le sue coorti eliminarono le carte che aveva forgiato mangiandole o bruciandole), e così Douglass fu restituito alla piantagione dopo un breve e inconcludente soggiorno in prigione.

Ormai noto nella regione come piantagrane, Douglass doveva essere mandato via o essere ucciso da bianchi troppo zelanti. Per evitare qualsiasi perdita sul suo investimento, Auld rimandò Douglass a Baltimora, dal fratello del suo proprietario, che lo trovò a lavorare nei cantieri navali. Dimostrandosi un talentuoso calafataggio, Douglass per un certo periodo prosperò sul lavoro e divenne apprendista di un costruttore navale fino a quando il sentimento anti-nero lo respinse dal lavoro. Douglass trovò altro lavoro e presto gli fu affidato il compito di trovare i propri contratti e guadagnare i propri soldi. Ciò gli ha permesso una certa quantità di libera circolazione, ma alla fine della settimana, ovviamente, tutto ciò che ha guadagnato avrebbe dovuto essere consegnato al suo padrone. L'ingiustizia di questo accordo cominciò a pesare pesantemente su Douglass & # x2019; mente e sapeva che avrebbe dovuto provare di nuovo a scappare, anche se ciò significasse la morte. Iniziò a mettere da parte tutto il denaro che poteva raccogliere in preparazione al tentativo.

The Final Escape

Non è un fatto ben noto che in molti stati degli schiavi del sud, la libertà di uno schiavo potrebbe essere acquistata. Cioè, uno schiavo potrebbe essere libero se una certa quantità di denaro fosse pagata al proprietario dello schiavo. Naturalmente, praticamente nessuno schiavo aveva denaro per acquistare la propria libertà, quindi diventare liberi di solito significava avere un proprietario abbastanza gentile da liberare i suoi schiavi e ottenere & # x201C; documenti gratuiti & # x201D; per loro. Questi documenti consentirebbero a una persona di colore legalmente libera di muoversi senza ostacoli.

Una tattica comune per sfuggire alla schiavitù dipendeva da questo sistema di documenti gratuiti. Una persona di colore libera potrebbe condividere i suoi documenti con uno schiavo che si adatta grosso modo ai documenti & # x2019; descrizione e speranza che i suoi documenti consentissero allo schiavo un passaggio sicuro verso nord. Spesso ha funzionato, ma il piano prevedeva di conoscere qualcuno disposto a separarsi dai propri documenti per il beneficio di un'altra persona. Se il proprietario di documenti gratuiti fosse trovato senza di loro, o fosse sorpreso a passarli a qualcun altro, potrebbe significare il carcere o persino la revoca dei documenti e il ritorno alla schiavitù.

Frederick Douglass conosceva un uomo disposto a rischiare. Giù nei cantieri navali, incontrò un marinaio che gli affidò la sua speciale protezione del marinaio & # x2019; documenti per lui. Sebbene non siano esattamente documenti gratuiti, i documenti sembravano molto ufficiali, con una grande aquila americana decorata in alto. Douglass sperava che avrebbero servito così come la cosa reale.

Lunedì 3 settembre, Douglass partì per lavoro come al solito. Si trasformò in abiti da marinaio in prestito e attese fino all'ultimo secondo per salire a bordo del treno in direzione nord da Baltimora. Se avesse provato ad acquistare un biglietto in anticipo, il suo stratagemma avrebbe potuto essere scoperto, ma una volta sul treno, doveva solo passare l'occhio del conduttore. A quel tempo e in quella parte del paese, i marinai, persino i marinai neri, erano trattati molto nel modo in cui consideriamo i veterani ora, come eroi che fanno un lavoro onorevole per il paese, quindi il direttore a malapena guardò Douglass & # x2019; documenti prima di vendergli un biglietto. Douglass aveva eliminato il primo e il peggior ostacolo.

Il viaggio verso nord ha comportato diversi trasferimenti, da treno a battello e da battello a treno, e ci sono stati altri scali ravvicinati. Mentre passava in traghetto sul fiume Susquehanna nel Delaware (anche uno stato di schiavi), una curiosa mano nera di coperta metteva a disagio Douglass ponendo troppe domande e Douglass si allontanò da lui il più rapidamente possibile. Una volta a bordo del treno successivo, Douglass vide uno dei suoi datori di lavoro dai cantieri navali del Maryland nella finestra di un treno diretto a sud che si era fermato sui binari di fronte al suo treno. Se il capitano della nave lo avesse individuato, Douglass sarebbe stato catturato, ma per fortuna Douglass lo aveva individuato per primo ed era sfuggito alla sua vista.

Sul suo stesso treno, Douglass è stato attentamente esaminato da un uomo che ha riconosciuto come un fabbro dai cantieri navali. Era sicuro che il fabbro sapesse chi era, ma per qualsiasi motivo, il fabbro non lo tradiva.

Alla fine, Douglass lasciò il treno e salì a bordo di una nave a vapore a Wilmington sulla rotta per Filadelfia. Terrorizzato dal fatto che sarebbe stato arrestato a questo punto di controllo, ancora una volta le sue credenziali non furono attentamente considerate e passò di lì. Arrivando sani e salvi a Filadelfia nel pomeriggio, Douglass prese il treno per New York, dove arrivò martedì mattina. Dopo 20 anni di prigionia, Douglass aveva fatto il salto in libertà in 24 ore.

Un uomo libero

Anche dopo essere fuggito, Douglass doveva stare attento. Le persone senza scrupoli, bianche e nere, si guadagnavano da vivere trasformando in schiavi fuggiti i loro proprietari. Fortunatamente, entrò nel circolo del movimento abolizionista guadagnando trazione a New York. Un utile abolizionista gli assicurò un posto a New Bedford, nel Massachusetts. Mentre svolgeva qualsiasi lavoro trovasse, a Douglass fu prevalso parlare delle sue esperienze durante le riunioni degli abolizionisti. All'inizio, trovò difficile parlare della vita che si era lasciato alle spalle così di recente, ma alla fine si rese conto di quanto potesse essere importante il suo contributo alla causa.

Abolizionista William Lloyd Garrison. (Foto: Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons)

Incoraggiato e promosso dal principale abolizionista William Lloyd Garrison, Douglass fu presto una delle figure più importanti del movimento. Ha scritto il narrazione in risposta alla domanda pubblica. La risposta al libro fu così grande che Douglass era in grave pericolo dopo la sua pubblicazione. Era ancora uno schiavo fuggito, e sulla sua testa c'era ancora un prezzo. Per la sua sicurezza, si trasferì in Inghilterra e visse lì per due anni. Douglass fu così ben accolto lì, e così amato, che fu raccolta una collezione per garantire legalmente la sua libertà. Thomas Auld ha proposto una somma di £ 150 (circa £ 13.000 ora, o $ 20.000 in valuta americana). Douglass & # x2019; gli amici hanno raccolto i soldi e hanno avuto la gioia di posizionare & # x201C; documenti gratuiti & # x201D; finalmente nelle sue mani. Douglass tornò a casa in America nel 1847 da uomo libero.

Frederick Douglass & # x2019; la vita piena di eventi era appena iniziata e avrebbe avuto molte altre esperienze sia edificanti che spaventose lungo la strada. Era un consigliere del presidente Lincoln nel periodo precedente alla guerra civile, un reclutatore di soldati neri durante la guerra civile, un ambasciatore nominato politicamente nella Repubblica Dominicana dopo la guerra, un promotore del suffragio femminile dopo l'emancipazione e persino il primo afroamericano nominato a vicepresidente su qualsiasi biglietto del partito. Un uomo che una volta era stato un domestico divenne uno dei più grandi dipendenti pubblici d'America e un'offerta coraggiosa per la libertà personale aveva portato a una vita dedicata alla ricerca della libertà per gli altri.

tag
termini:
Storia nera
Di Joe McGasko

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Storia e cultura

    Black History Month: foto di Frederick Douglass e della sua "stella polare" per il suo 200 ° compleanno

    Nella nostra continua copertura del Black History Month, la storica Daina Ramey Berry chiede ai curatori del National Museum of African American History and Culture di condividere le straordinarie storie di importanti personaggi afroamericani. Oggi, in occasione del suo duecentesimo compleanno, celebriamo l'abolizionista Frederick Douglass che ha usato il potere della sua immagine e delle sue parole per diffondere il suo messaggio di libertà e uguaglianza alle generazioni future.

    • Di Daina Ramey BerryJun 18, 2019
    Storia e cultura

    Cinque afro-americani dimenticati nella storia

    Ognuno di questi pionieri ha realizzato una prima per gli afroamericani

    • Di Joe McGaskoJun 17, 2019
    Storia e cultura

    Malcolm X: 10 citazioni ispiratrici del ministro e attivista per i diritti umani

    Il leader afroamericano ha parlato di libertà, uguaglianza e diritti civili.

    • Di Leigh WeingusJun 24, 2019
    Storia e cultura

    L. Frank Baum: il mago dietro la tenda

    Chi era L. Frank Baum e da dove proviene la sua storia? Per celebrare la sua nascita, esploriamo l'immaginazione dell'autore che ha creato l'amatissima serie di libri per bambini.

    • Di Joe McGaskoJun 21, 2019
    Storia e cultura

    Wedded, Unbedded, and Beheaded: The Human Side of Louis XVI and Marie Antoinette

    Il re Luigi XVI salì al trono il 10 maggio 1774. Diamo uno sguardo più intimo al re e a sua moglie Maria Antonietta: il buono, il cattivo e il cattivo.

    • Di Joe McGaskoJun 21, 2019
    Storia e cultura

    Inventori afroamericani

    Gli afro-americani hanno affrontato molti ostacoli nel corso della storia, ma ciò non ha impedito a individui brillanti e innovativi di sviluppare invenzioni che hanno cambiato il mondo. Dal semaforo alla banca del sangue, ecco alcuni famosi afro-americani ...

    • Di Leila TahaJun 18, 2019
    Storia e cultura

    Li adoriamo, sì sì sì: 7 modi in cui i Beatles hanno cambiato la cultura americana

    Mentre celebriamo i 50 anni dei Beatles in America, osserviamo sette modi in cui i ragazzi hanno cambiato il nostro panorama culturale.

    • Di Joe McGaskoJun 24, 2019
    Storia e cultura

    La storia non l'ha uccisa: la storia dietro 'Doctor Zhivago'

    Recentemente restaurato e ripubblicato in occasione del suo 50 ° anniversario, "Doctor Zhivago" è diventato una delle più grandi storie d'amore del cinema.

    • Di Joe McGaskoJun 24, 2019
    Storia e cultura

    Pensando dentro la scatola: Henry "Box" Brown's Journey to Freedom

    Continuando la nostra serie Black History Month, condividiamo la storia dello schiavo fuggitivo Henry "Box" Brown, che si è spedito in una scatola dalla Virginia a Filadelfia per ottenere la sua libertà.

    • Di Bio StaffJun 18, 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di più



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.