Biografia di Hugo Chávez

  • Ezra Gilbert
  • 0
  • 5018
  • 1110
Hugo Chávez è stato presidente del Venezuela dal 1999 fino alla sua morte nel 2013. Durante la sua presidenza, ha venduto petrolio a Cuba e ha resistito agli sforzi per fermare il traffico di stupefacenti in Colombia e, successivamente, ha messo a dura prova le relazioni con gli Stati Uniti.

Sinossi

Nato a Sabaneta, in Venezuela, il 28 luglio 1954, Hugo Chávez frequentò l'accademia militare venezuelana e prestò servizio come ufficiale dell'esercito prima di partecipare allo sforzo di rovesciare il governo nel 1992, per il quale fu condannato a due anni di prigione. Chavez divenne presidente del Venezuela nel 1999. All'inizio della sua presidenza, creò una nuova costituzione per il paese, che includeva il cambio del nome in Repubblica Bolivariana del Venezuela. In seguito ha concentrato i suoi sforzi per ottenere il controllo della compagnia petrolifera statale, che ha suscitato polemiche e ha portato a proteste, tese relazioni con gli Stati Uniti e altre nazioni e Chávez è stato brevemente rimosso dal potere. Le sue azioni includevano la vendita di petrolio a Cuba e la resistenza agli sforzi per fermare il traffico di stupefacenti in Colombia. Nel 2006, Chávez ha contribuito a creare l'alternativa bolivariana per le Americhe, un'organizzazione socialista di libero scambio. Muore il 5 marzo 2013, a 58 anni, a seguito di una lunga battaglia contro il cancro.

Tentativo di colpo fallito

Nato Hugo Rafael Chávez Frías il 28 luglio 1954 a Sabaneta, in Venezuela, Hugo Chávez era figlio di maestri di scuola. Prima di diventare noto per i suoi sforzi di riforma e opinioni forti come presidente del Venezuela (1999-2013), Chavez ha frequentato l'Accademia venezuelana di scienze militari, dove si è laureato nel 1975 con una laurea in arti e scienze militari. Ha continuato a servire come ufficiale in un'unità paracadutista dell'esercito.

Nel 1992, Chávez, insieme ad altri membri disincantati delle forze armate, tentò di rovesciare il governo di Carlos Andres Perez. Il colpo di stato fallì e Chávez trascorse successivamente due anni in prigione prima di essere graziato. Iniziò quindi il Movimento della Quinta Repubblica, un partito politico rivoluzionario. Chávez è stato candidato alla presidenza nel 1998, facendo una campagna contro la corruzione del governo e promettenti riforme economiche.

Presidente venezuelano

Dopo essere entrato in carica nel 1999, Chávez ha iniziato a cambiare la costituzione venezuelana, modificando i poteri del congresso e del sistema giudiziario. Come parte della nuova costituzione, il nome del paese è stato cambiato nella Repubblica Bolivariana del Venezuela.

Come presidente, Chávez ha affrontato sfide sia in patria che all'estero. I suoi sforzi per rafforzare la sua presa sulla compagnia petrolifera statale nel 2002 hanno suscitato polemiche e portato a numerose proteste, e si è ritrovato ad essere rimosso dal potere brevemente nell'aprile 2002 da leader militari. Le proteste sono continuate dopo il suo ritorno al potere, portando a un referendum sul fatto che Chávez debba rimanere presidente. Il voto referendario si è tenuto nell'agosto 2004 e la maggioranza degli elettori ha deciso di lasciare che Chavez completasse il suo mandato.

Ostilità verso gli Stati Uniti.

Chavez era noto per essere stato schietto e dogmatico durante tutta la sua presidenza, rifiutando di trattenere qualsiasi sua opinione o critica. Ha insultato dirigenti del petrolio, funzionari della chiesa e altri leader mondiali ed è stato particolarmente ostile al governo degli Stati Uniti, che, a suo avviso, era responsabile del fallito colpo di stato del 2002 contro di lui. Chavez si oppose anche alla guerra in Iraq, affermando la sua convinzione che gli Stati Uniti avessero abusato dei suoi poteri avviando lo sforzo militare. Ha anche definito il presidente George W. Bush un imperialista malvagio.

Le relazioni tra Stati Uniti e Venezuela sono tese da tempo. Dopo essersi insediato, Chávez ha venduto petrolio a Cuba, un avversario di lunga data degli Stati Uniti, e ha resistito ai piani degli Stati Uniti di fermare il traffico di stupefacenti nella vicina Colombia. Ha anche aiutato le forze di guerriglia nei paesi vicini. Inoltre, durante la sua presidenza, Chavez ha minacciato di interrompere la fornitura di petrolio agli Stati Uniti se ci fosse stato un altro tentativo di rimuoverlo dal potere. Tuttavia, ha donato olio combustibile per aiutare le vittime dell'uragano Katrina e dell'uragano Rita, che hanno distrutto numerosi impianti di trattamento del carburante.

Collaborazione internazionale

Indipendentemente dallo stato del Venezuela'La relazione con gli Stati Uniti, mentre era in carica, Chavez fece leva sul suo paese's risorse petrolifere per formare collegamenti con altre nazioni, tra cui Cina e Angola. Nel 2006, ha contribuito a creare l'alternativa bolivariana per le Americhe, un'organizzazione socialista di libero scambio cui si sono uniti Fidel Castro, presidente di Cuba, e Evo Morales, presidente della Bolivia. Chavez era anche un membro attivo del Movimento non allineato, un gruppo di oltre 100 paesi, tra cui Cuba, Iran e diverse nazioni africane.

In calo salute e morte

Chavez ha scoperto di avere un cancro nel giugno 2011, a seguito di un intervento chirurgico per rimuovere un ascesso pelvico, e dal 2011 all'inizio del 2012, ha subito tre interventi chirurgici per rimuovere i tumori cancerosi.

Prima del suo terzo intervento chirurgico, nel febbraio 2012, Chávez ha riconosciuto la gravità dell'operazione e la possibilità di non poter continuare il suo servizio come presidente, e successivamente ha nominato il vicepresidente venezuelano Nicolas Maduro come suo successore. A causa della sua salute in declino, a Chávez è stato impedito di essere inaugurato per un quarto mandato nel gennaio 2013.

Dopo la sua lunga battaglia contro il cancro, Hugo Chávez è morto il 5 marzo 2013, a 58 anni, in Venezuela. Fu sopravvissuto dalla moglie Maria Isabel Rodriguez e da cinque figli: Rosines, María Gabriela, Rosa Virginia e Hugo Rafael. Due giorni dopo Chavez'Alla morte, il vicepresidente Maduro annunciò che Chavez'il corpo sarebbe conservato e esposto in modo permanente all'interno di una tomba di vetro ora in costruzione in un museo di Caracas. Il sito, situato non lontano dal palazzo dove Chavez governò per più di un decennio, è stato chiamato el Museo Histórico Militar de Caracas.




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Biografie di personaggi famosi.
La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.