All'interno della relazione travagliata della regina Vittoria con i suoi figli

  • Piers Chambers
  • 0
  • 3634
  • 707

Il 10 febbraio 1840, due cugini di 20 anni, la regina Vittoria e il principe Alberto, si sposarono al St. James's Palace di Londra. La loro storia d'amore reale, incluso il profondo dolore di Victoria e il lutto semipermanente dopo la sua morte prematura, è stata ben documentata in libri, film e programmi televisivi. Meno esaminata è la relazione di Victoria con i suoi figli, influenzata dalla sua stessa educazione, che ha condotto un ciclo mescolato di amore e disfunzione familiari.

Victoria e Albert hanno avuto entrambi un'infanzia difficile

Il più giovane di due figli nati dal Granduca di Sassonia-Coburgo-Saalfeld, l'infanzia di Albert è stata segnata dai suoi genitori' relazione turbolenta. Ha sviluppato un legame protettivo con suo fratello maggiore, e i due si sono avvicinati ancora di più dopo che sua madre è stata esiliata dalla corte a seguito di una relazione quando Albert aveva solo cinque anni. Non rivide mai più sua madre e morì pochi giorni dopo il suo dodicesimo compleanno, lasciandolo con un profondo senso di perdita.

Victoria, nata diversi mesi prima di Albert nel 1819, era figlia unica. Suo padre, il Principe Edoardo, duca di Kent, morì poco prima che lei ne avesse compiuto uno, e fu cresciuta da sua madre Victoria, un'ex principessa tedesca. Mentre gli zii di Victoria non riuscirono a produrre eredi legittimi e morirono, il suo posto nella linea di successione aumentò e divenne erede presuntiva a suo zio sopravvissuto, re Guglielmo IV.

Nonostante la sua ricchezza e privilegio, l'infanzia di Victoria era turbata. Fu costretta ad aderire a quello che era noto come il Sistema Kensington & # x201C; & # x201D; ideato dal consigliere principale di sua madre, John Conroy. La manipolatrice Conroy costrinse Victoria a evitare il resto della sua famiglia dichiaratamente dissoluta, limitò rigorosamente le sue apparizioni pubbliche e le interazioni con altri bambini, controllò la sua istruzione e persino la costrinse a tenere la mano di qualcuno quando saliva e scendeva le scale.

Victoria avrebbe condiviso una camera da letto con sua madre fino al giorno in cui sarebbe diventata regina nel 1837, poco dopo il suo diciottesimo compleanno. È cresciuta per detestare Conroy e il suo sistema, e la volontà di sua madre di andare avanti con esso ha contaminato permanentemente la loro relazione e probabilmente ha contribuito alle sue future difficoltà con i propri figli.

La regina Vittoria e il principe Alberto cinque anni dopo il loro matrimonio.

Foto: Roger Fenton / Roger Fenton / Getty Images

Victoria odiava essere incinta

Mentre il & # x201C; Victorian & # x201D; era conosciuta per i suoi costumi sociali conservatori, la giovane regina si godeva apertamente le gioie fisiche del suo nuovo matrimonio. Lei e Albert erano presi l'uno dall'altro, e riempiva i suoi diari di discorsi sulla loro fiorente vita sessuale. Non sorprende che Victoria rimase immediatamente incinta, dando alla luce la sua prima figlia appena nove mesi dopo il matrimonio.

Ma mentre Victoria godeva chiaramente dell'aspetto sessuale del suo matrimonio, ha lottato con le gravidanze risultanti, che ha soprannominato & # x201C; lato ombra & # x201D; di vita coniugale. Si lamentava spesso del tributo fisico, mentale ed emotivo che prendevano, riferendosi a se stessa come nient'altro che un animale riproduttore. Nonostante ciò, lei e Albert hanno avuto nove figli in 17 anni. Gli storici ora credono che Victoria abbia probabilmente sofferto di depressione post partum in seguito a diverse nascite, causando ulteriori difficoltà per il monarca già altamente emotivo e tempestoso.

In aggiunta ai guai di Victoria c'era il fatto che le sue gravidanze e i suoi parenti risultanti significarono che fu costretta a consegnare gran parte del suo lavoro quotidiano ad Albert. Mentre Albert era in grado (e più che ansioso) di assumersi più responsabilità, Victoria si sfidava a dover cedere anche un minimo di controllo.

Lei e Albert potrebbero essere duramente critici nei confronti dei loro figli

Se le sue gravidanze erano difficili, a volte Victoria trovava ancora più difficile legarsi con i suoi figli da piccoli. In seguito ha scritto del suo disgusto fisico per i neonati, notando, & # x201C; Astrattamente, non ho alcuna offerta per loro fino a quando non sono diventati un po 'umani; un brutto bambino è un oggetto molto brutto & # x2013; e il più bello è spaventoso quando è spogliato. & # x201D;

Mentre Albert era il genitore più affettuoso fisicamente, ha ideato il suo sistema rigoroso per l'educazione dei suoi figli. Pieno di lezioni di lingue, storia, matematica, scienze, arte, nonché di abilità pratiche, come il giardinaggio, è stato progettato per creare un branco di bambini modello, educati e ben educati & # x2014; voleva essere l'antitesi delle generazioni precedenti della famiglia di Victoria.

Alcuni, tra cui la figlia maggiore Vicky, prosperarono sotto il sistema. Il figlio maggiore ed erede Albert Edward, soprannominato Bertie e il futuro re Edward VII, sicuramente no. Povero studente, ha lottato per avere successo, facendo sì che i suoi genitori mettessero apertamente in dubbio la sua intelligenza e abilità. Le sue bizze e la sua natura ostinata indussero Victoria a confidare in una lettera successiva che forse il problema per Bertie era che era troppo simile a Victoria stessa.

La relazione tra Victoria e il suo erede rimase irta per il resto della sua vita, causando in gran parte a lei la colpa della morte prematura di Albert nel 1861, a soli 42 anni. Mentre gli storici moderni credono alla morte di Albert potrebbe essere stato causato da un numero qualsiasi di disturbi non diagnosticati a lungo termine, Victoria è rimasta convinta di essere morto di febbre tifoide, causato durante un viaggio piovoso e freddo a Cambridge per mettere in fila Bertie di 20 anni a seguito delle voci sulla sua relazione con un'attrice.

Ma i diari e le lettere di Victoria sono anche pieni di affetto per i suoi figli, mentre cercava di bilanciare la sua lealtà come sovrana, moglie e madre. Disperava al pensiero di perdere un bambino a morte prematura, in un periodo in cui i tassi di mortalità infantile erano ancora sorprendentemente alti. Tutti i figli di Victoria sarebbero vissuti fino all'età adulta, ma suo figlio minore Leopoldo, la cui emofilia (ereditata da sua madre) ha portato Victoria a coccolarlo per tutta la vita, è morto all'età di 30 anni.

Storici recenti hanno sostenuto che alcuni dei più emozionanti scritti di Victoria, che descrivono dettagliatamente i suoi sentimenti contrastanti sulla maternità, potrebbero essere stati ignorati dai suoi primi biografi, che erano probabilmente a disagio con i tradizionali x201C; problemi delle donne. & # x201D;

La regina Vittoria e la sua famiglia

Foto: Hulton Archive / Getty Images

La tensione tra Victoria e i suoi figli è continuata per tutta la vita

Il grande piano di Albert e Victoria per aumentare l'influenza britannica e favorire relazioni più forti in tutta Europa li ha portati a giocare a matchmaker reale per bambini. Ma mentre i matrimoni organizzati con cura erano comuni nei circoli reali, Victoria, colpita dal dolore e depressa nella sua vedovanza, continuò a intromettersi e micromanage le vite dei suoi figli molto tempo dopo che avevano lasciato il nido.

Lei e la figlia maggiore Vicky si scambiarono un numero enorme di lettere giornaliere (sopravvivono più di 8000), piene di un'infinita litania di consigli che Vicky spesso faceva fatica ad assorbire. Quando Vicky e un'altra sorella hanno dato alla luce i propri figli e li hanno allattati segretamente al seno, Victoria era furiosa, riferendosi a entrambi come mucche & # x201C; & # x201D; Ha monitorato da vicino la vita di coloro che si sono sposati anche con la sua famiglia, tenendosi segretamente informata su questioni personali come il ciclo mestruale della nuora Alexandra, per assicurarsi che non fossero programmate palle o galà durante Alexandra & # x2019 ; periodi s.

Ha chiaramente giocato ai favoriti, lasciando i bambini costantemente fantino per la sua attenzione e ammirazione. Quando la sua figlia minore Beatrice, soprannominata Baby, all'età di 27 anni decise di sposare un principe tedesco, Victoria si rifiutò di parlarle per diversi mesi. Consentì solo dopo che la coppia accettò di rimanere in Gran Bretagna, così Beatrice poté mantenere il suo ruolo di aiutante e segretaria non ufficiale di Victoria, cosa che fece diligentemente per altri 16 anni (durante i quali la stessa Beatrice rimase vedova).

La sua volontà decisa si estese alla prossima generazione di reali

I figli di Victoria alla fine avrebbero avuto 42 figli, compresi alcuni che diventarono sovrani a pieno titolo, guadagnandosi il soprannome di Nonna d'Europa. Tra loro c'erano la Germania, Wilhelm II (figlio del povero, assediato Vicky), ritenuto da molti il ​​favorito di Victoria, nonostante il fatto che la maggior parte dei suoi altri parenti fosse irta dell'ego esplosivo e gonfio che gli storici credono ha contribuito allo scoppio della prima guerra mondiale.

Ma anche i suoi nipoti non erano immuni dagli occhi onnipotenti di Victoria. Ha spesso scelto i loro tutor, tate e persino i mobili nei loro asili nido & # x2014; tutti britannici, ovviamente. Quando sua figlia Alice morì, Victoria intervenne, dettando da vicino l'educazione dei figli di Alice, tra cui la futura Czarina Alexandra di Russia, soprannominata & # x201C; Alicky. & # X201D; Molti nipoti hanno fatto frequenti visite a & # x201C; Grand Mama Queen & # x201D; dove erano stupiti & # x2014; e più che un po 'spaventato & # x2014; dalla figura prepotente vestita di nero. Proprio come aveva fatto con i suoi figli, Victoria cercò di intromettersi nelle vite romantiche dei suoi nipoti, i cui potenziali coniugi dovettero passare il raduno con l'invecchiamento matriarca.

Quando Victoria morì nel 1901 all'età di 81 anni, fu circondata da numerosi figli e nipoti, incluso il figlio maggiore. Victoria aveva a lungo lamentato i difetti di Bertie, inclusa la sua meritata reputazione di playboy, e gli aveva negato l'accesso ai documenti statali e alla tutela adeguata per il suo ruolo futuro. Ma nonostante i dubbi di Victoria, Edward VII si dimostrò un monarca popolare e capace, e il suo istinto modernizzante (ereditato da suo padre) aiutò a allontanare la nave della Gran Bretagna dai venti sociali e politici che rovesciarono le monarchie in cui molti dei I discendenti di Victoria e Albert una volta governavano.

Di Barbara Maranzani

Barbara Maranzani è una scrittrice ed editrice con sede a New York, focalizzata sulla storia americana ed europea.

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Celebrità

    La relazione complicata di Meghan Markle con suo padre

    La duchessa del Sussex e suo padre, Thomas, una volta erano vicini, ma ora hanno una relazione tesa che si sta svolgendo sulla stampa.

    • Di Sara KettlerJun 24, 2019
    Storia e cultura

    La vita isolata di Lizzie Borden dopo il processo per omicidio

    L'accusata assassina iniziò a vivere sontuosamente, solo per fare in modo che gli abitanti di Fall River, inclusa sua sorella, la liberassero.

    • Di Barbara MaranzaniJun 21, 2019
    Storia e cultura

    All'interno dell'ammirazione permanente di Winston Churchill di John F. Kennedy

    Nonostante il padre di JFK facesse la febbre con il Primo Ministro durante la seconda guerra mondiale, il defunto presidente idolatrava e prese spunto dal politico britannico.

    • Di Barbara Maranzani, 4 aprile 2019
    Storia e cultura

    All'interno della casa di Key West di Ernest Hemingway e come ha ispirato molti dei suoi famosi scritti

    Il vincitore del Premio Nobel si ritirò sull'isola della Florida negli anni '20 e alla fine scoprì una nuova musa: la città stessa.

    • Di Barbara MaranzaniJun 17, 2019
    Storia e cultura

    I 10 giorni in un manicomio di Nellie Bly

    Nel 1887, la giornalista 23enne Nellie Bly si era impegnata in un manicomio di New York City per esporre le terribili condizioni per i pazienti mentali del XIX secolo.

    • Di Barbara Maranzani, 24 giu 2019
    Celebrità

    Michael Jackson: Dentro i suoi primi anni a Gary, Indiana, con la sua famiglia musicale

    Nove bambini in una casa con due camere da letto piena di musica, estenuanti routine lavorative e un padre severo furono gli inizi di una delle più grandi famiglie dello spettacolo.

    • Di Colin Bertram, 1 agosto 2019
    Storia e cultura

    I primi ministri della regina

    Uno sguardo a oltre mezzo secolo di incontri tra Elisabetta II e gli uomini (e le donne) che guidarono il governo britannico.

    • Di David ShewardJun 25, 2019
    Storia e cultura

    Gertrude Bell: la regina del deserto

    Nato oggi nel 1868, l'esploratrice britannica, diplomatica e archeologa affermata Gertrude Bell è stata descritta come "la femmina Lawrence d'Arabia". Leggi della sua straordinaria vita.

    • Di Wendy MeadJun 18, 2019
    Celebrità

    All'interno della relazione tumultuosa di Whitney Houston e Bobby Brown

    Il matrimonio di 14 anni dei cantanti ha resistito alle feste, alle accuse di abuso fisico e all'infedeltà.

    • Di Colin BertramJul 17, 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di più



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.