Biografia di J. Robert Oppenheimer

  • Ezra Gilbert
  • 0
  • 5032
  • 123
J. Robert Oppenheimer è spesso chiamato il "padre della bomba atomica" per aver guidato il Progetto Manhattan, il programma che ha sviluppato la prima arma nucleare durante la seconda guerra mondiale.

Sinossi

Nato a New York City nel 1904, il fisico J. Robert Oppenheimer fu direttore del laboratorio Los Alamos durante lo sviluppo della bomba atomica. Dopo l'invasione della Polonia nazista del 1939, Oppenheimer fu scelto per amministrare un laboratorio per realizzare il Progetto Manhattan, il programma che sviluppò la prima arma nucleare durante la seconda guerra mondiale. Dopo le dimissioni dal suo incarico nel 1945, divenne presidente del Comitato consultivo generale della Commissione per l'energia atomica. Prima del suo assassinio nel 1963, il presidente John F. Kennedy annunciò che Oppenheimer avrebbe ricevuto il premio Enrico Fermi per i suoi successi in fisica. Fu insignito del premio dal presidente Lyndon B. Johnson nel dicembre di quell'anno. The & # x201C; Father of the Atomic Bomb & # x201D; morì di cancro all'età di 62 anni a Princeton, nel New Jersey nel 1967.

Vita e formazione

J. Robert Oppenheimer è nato il 22 aprile 1904 a New York City da immigrati ebrei tedeschi. Dopo essersi laureato alla Harvard University, Oppenheimer salpò per l'Inghilterra e si iscrisse all'Università di Cambridge, dove iniziò la sua ricerca atomica presso il Cavendish Laboratory nel 1925. Un anno dopo, collaborò con Max Born all'Università di Göttingen, dove incontrò una serie di fisici di spicco, tra cui Niels Bohr. Ha conseguito il dottorato a Gottinga, sviluppando anche quello che divenne noto come il "metodo Born-Oppenheimer", un importante contributo alla teoria molecolare quantistica.

Il progetto Manhattan

Oppenheimer divenne politicamente attivo negli anni '30 e concordò con Albert Einstein e Leo Szilard che i nazisti potevano sviluppare un'arma nucleare. In seguito all'invasione della Polonia nazista del 1939, Oppenheimer fu scelto per amministrare un laboratorio per realizzare il Progetto Manhattan, un esperimento dell'esercito degli Stati Uniti volto a sfruttare l'energia atomica per scopi militari. Ha guidato la fine scientifica del Progetto Manhattan a Los Alamos, nel New Mexico, a partire dal 1942.

Il progetto fu popolato da molti scienziati che erano fuggiti dai regimi fascisti in Europa, e la loro missione era quella di esplorare un processo di fissione recentemente documentato che coinvolgesse l'uranio-235, con il quale speravano di costruire una bomba nucleare prima che Adolf Hitler potesse svilupparlo. Inizialmente il progetto fu assegnato $ 6.000 dal governo degli Stati Uniti, ma quando il lavoro culminò nel 1945, il budget era cresciuto a $ 2 miliardi. Quell'anno segnò il primo test della bomba e, con il suo successo, altre due bombe furono dispiegate nel mese successivo: una a Nagasaki, in Giappone, e l'altra a Hiroshima. Queste azioni essenzialmente finirono la seconda guerra mondiale.

Dopo aver visto la bomba'La devastazione, tuttavia, Oppenheimer discusse contro il suo ulteriore sviluppo e si dimise dal suo incarico nello stesso anno.

La vita dopo la seconda guerra mondiale

Oppenheimer divenne presidente del Comitato consultivo generale della Commissione per l'energia atomica, che, nell'ottobre del 1949, si oppose allo sviluppo della bomba all'idrogeno. Questa scioccante opposizione portò all'accusa che Oppenheimer era un sostenitore comunista. Pertanto, nel 1953, fu sospeso dalla ricerca nucleare segreta, privato della sua autorizzazione di sicurezza dalla Commissione per l'energia atomica. Nel 1963, il presidente John F. Kennedy annunciò che Oppenheimer avrebbe ricevuto il premio Enrico Fermi. Dopo Kennedy'Nell'assassinio, il presidente Lyndon B. Johnson gli consegnò il premio nel dicembre di quell'anno. 

J. Robert Oppenheimer ha continuato a sostenere il controllo internazionale dell'energia atomica nei suoi ultimi anni. Morì di cancro alla gola il 18 febbraio 1967, a Princeton, nel New Jersey. Oggi è spesso chiamato il "padre della bomba atomica".




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.