Biografia di Kit Carson

  • Magnus Crawford
  • 0
  • 1240
  • 147
Kit Carson era un uomo di frontiera, trapper, soldato e agente indiano americano che contribuì in modo significativo all'espansione verso ovest degli Stati Uniti.

Chi era Kit Carson?

Kit Carson era un uomo di frontiera americano che divenne un esperto cacciatore e trapper dai suoi 20 anni. Dopo aver incontrato l'esploratore John C. Frémont nel 1842, Carson partecipò attivamente all'ampliamento dei confini degli Stati Uniti fino alle dimensioni attuali. Divenne un agente federale indiano nel 1850 e in seguito prestò servizio nell'esercito dell'Unione durante la guerra civile. Carson è ricordato come un'icona dei giorni di frontiera del West americano.

Primi anni di vita

Nato il 24 dicembre 1809, Christopher "Kit" Carson divenne una delle figure più famose del West americano. È cresciuto alla frontiera del Missouri su terre acquistate dai figli del frontierman Daniel Boone. Fin da piccolo, Carson conosceva sia la bellezza che il pericolo che questa zona possedeva. Lui e la sua famiglia spesso temevano attacchi alla loro cabina dai nativi americani.

Quando Carson'Il padre, un contadino, morì nel 1818, Carson fece del suo meglio per aiutare sua madre, che aveva 10 figli da crescere da sola. Rinunciò alla sua istruzione e lavorò la famiglia'terre di s. Carson non ha mai imparato a leggere & # x2014; un fatto che in seguito ha cercato di nascondere e di cui si vergognava.

Carson era apprendista presso un sellaio a Franklin, nel Missouri, a 14 anni, ma desiderava ardentemente la libertà e l'avventura. Nel 1826, Carson fuggì da Franklin, rompendo il suo contratto con il sellaio. Si diresse a ovest sul sentiero Santa Fe, lavorando come operaio in una carovana di mercanti.

Trapper e guida occidentali

Carson alla fine imparò i dettagli del intrappolamento nelle terre a volte ostili dell'Occidente, dimostrandosi duro e resistente nonostante il suo piccolo telaio. Nel 1829, Carson si unì a Ewing Young per intrappolare in Arizona e California. Ha anche lavorato per Jim Bridger e la Hudson Bay Company in diversi momenti. 

Lungo la strada, Carson ha imparato a parlare fluentemente spagnolo e francese. Spesso immerso nelle terre e nelle culture dei nativi americani, ha anche imparato a comunicare in diverse lingue e ha persino sposato due donne native americane. A differenza di molti altri uomini nella sua professione, Carson è stato notato per il suo modo modesto e il suo stile di vita temperato, con una conoscenza che lo descrive come "pulito come un segugio"'dente s. "

Unire le forze con Frémont 

Nel 1842, Carson incontrò l'esploratore John C. Frémont, un ufficiale del Corpo Topografico degli Stati Uniti, mentre viaggiava su un battello a vapore. Frémont presto assunse Carson per unirsi a lui come guida per la sua prima spedizione. Con i suoi molti anni trascorsi nei boschi, Carson è stato il candidato ideale per aiutare il gruppo a raggiungere il South Pass nelle Montagne Rocciose. Frémont'I rapporti della spedizione, che elogiava Carson, lo aiutarono a renderlo uno dei tempi'i più famosi uomini di montagna. Carson divenne in seguito anche un eroe popolare in molti romanzi occidentali.

Nel 1843, Carson accompagnò Frémont a sorvegliare il Gran Lago Salato nello Utah e poi a Fort Vancouver nel nord-ovest del Pacifico. Carson guidò anche la spedizione del 1845-46 in California e Oregon. Durante questo periodo, si ritrovò catturato nella guerra messicano-americana. Mentre in California, Frémont'la missione si trasformò in un'operazione militare e lui e Carson appoggiarono la rivolta dei coloni americani che divennero noti come la rivolta della bandiera dell'orso.

Inviato a Washington, DC, per consegnare la notizia della vittoria, Carson arrivò solo fino al New Mexico, dove fu diretto a guidare il generale Stephen W. Kearny e le sue truppe in California. Kearny'Gli uomini si scontrarono con le forze messicane vicino a San Pasqual, in California, ma furono sconfitti nella lotta. Carson passò oltre il nemico per ottenere aiuti dalle truppe americane a San Diego. Dopo la guerra, Carson tornò nel New Mexico, dove visse come allevatore.

Agente indiano e ufficiale militare degli Stati Uniti

Nel 1853, Carson assunse un nuovo ruolo, accettando di servire come agente federale indiano per il nord del New Mexico, lavorando principalmente con gli Utes e gli Apache Jicarilla. Vide l'impatto della migrazione occidentale dei coloni bianchi sui nativi americani e credeva che gli attacchi ai bianchi da parte dei nativi americani fossero commessi nella disperazione. Per evitare che queste persone si estinguessero, Carson sostenne la creazione di riserve indiane.

Con lo scoppio della guerra civile nel 1861, l'Unione toccò Carson per aiutare ad organizzare il primo reggimento di fanteria volontaria del New Mexico. Servendo come tenente colonnello, fu coinvolto nel sanguinoso scontro con soldati confederati nella battaglia di Valverde nel 1862. 

Carson condusse anche campagne contro le tribù di nativi americani nella regione, soprattutto lo sforzo di costringere i Navajo a trasferirsi nella riserva del Bosque Redondo a Fort Sumner. Carson e i suoi uomini distrussero i raccolti e uccisero il bestiame, il loro assalto aprì la strada alle tradizionali tribù nemiche dei Navajo da seguire con i loro stessi attacchi. Affamato e sfinito, i Navajo si arresero finalmente nel 1864 e furono costretti a marciare per circa 300 miglia dalla riserva. Il viaggio, noto come Long Walk, si è rivelato brutale, costando la vita a centinaia di partecipanti.

Ultimi anni in Colorado, morte ed eredità

Promosso generale di brigata nel 1865, Carson si trasferì in Colorado dopo la guerra e fu nominato comandante di Fort Garland. In questo periodo ha negoziato un trattato di pace con gli Stati Uniti prima di dimettersi nel 1867 a causa del declino della salute.

Carson ha trascorso i suoi ultimi mesi come sovrintendente agli affari indiani per il Territorio del Colorado. Dopo un estenuante viaggio nella costa orientale nel 1868, tornò in Colorado in pessime condizioni. Dopo che la sua terza e ultima moglie morì in aprile, Carson seguì circa un mese dopo, il 23 maggio 1868, secondo quanto riferito recitando le ultime parole: "Dottore, compadre, adios!"

Icona dei giorni di frontiera del West americano, Carson viene ricordato attraverso la designazione di locali come Carson City, Nevada e Carson Pass in California. Insieme ai romanzi dime che hanno rafforzato la sua leggenda mentre era ancora vivo, è stato memorizzato in film e programmi TV a tema occidentale come Le avventure di Kit Carson, trasmesso dal 1951 al 1955.

Carson'La vita di s è stata riesaminata nel libro del 2006 Blood and Thunder: An Epic of the American West, di Hampton Sides. All'inizio del 2018, è stato inserito nel canale History's serie di documentari pionieri.




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Biografie di personaggi famosi.
La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.