Made in California 6 fatti su Brian Wilson

  • Piers Chambers
  • 0
  • 1638
  • 42

Brian Wilson, l'architetto dello stile Beach Boys, ci ha regalato la musica pop più indelebile della nostra epoca. (Foto: di louisepalanker (Flickr) [CC BY-SA 2.0, via Wikimedia Commons)

I ragazzi da spiaggia.

Brian Wilson, il maggiore di un trio di fratelli il cui amore per l'armonia vocale avrebbe determinato il corso della loro vita, era l'architetto dello stile Beach Boys. Il suo primo amore per gruppi come i Four Freshmen e i Four Lads, combinato con il suo interesse per la scrittura della propria musica, ha portato a un nuovo suono rock and roll che era presente su Beach Boys & # x2019; primissimo disco nel 1961 e che può ancora essere ascoltato nel loro ultimo album del 2012. Il viaggio di Brian è stato raramente regolare o calmo, tuttavia, e nello stesso tempo in cui ha avuto un successo senza precedenti, ha affrontato problemi a casa, all'interno del gruppo e dentro se stesso. Eppure, nonostante gli ostacoli che avrebbero fermato un musicista minore, Brian Wilson continua a perseverare, la sua carriera è ormai nel sesto decennio (il suo album da solista più recente, Nessuna pressione sul molo, è stato rilasciato lo scorso aprile).

Alcune persone hanno definito Brian Wilson un genio musicale. Altri lo considerano una vittima della cultura della droga degli anni '60 troppo danneggiata per rivendicare il suo splendore passato. La verità potrebbe trovarsi da qualche parte nel mezzo. Il nuovo film sulla sua vita, Amore e mercy, racconta almeno una parte della sua storia. Ecco alcuni fatti su Brian Wilson che potrebbero o meno essere presenti nel film, ma che rivelano qualcosa sull'uomo responsabile di alcune delle musica pop più indelebili della nostra epoca.

Non ha mai sentito la sua musica in stereo

Da bambino, Brian Wilson ha perso quasi tutta l'udito nell'orecchio destro. La percentuale di udito rimasto è così scarsa che ha vissuto la maggior parte della sua vita essenzialmente sordo in un orecchio. Per un uomo le cui registrazioni stereo alla fine degli anni '60 da album piace Pet Sounds e Naviga & # x2019; s Su ispira ancora un certo timore reverenziale tra i suoi fan, sembra incredibile che potesse solo ascoltare la sua musica in mono.

Esistono varie teorie su come Brian abbia perso l'udito, nessuno dei quali è stato completamente comprovato. Lo stesso Brian attribuì la perdita a un colpo alla testa che subì da bambino dal padre, spesso violento, Murry, che incoraggiò entrambi i suoi ragazzi a essere musicisti e li governò con una mano di ferro. Sua madre, tuttavia, ricordava variamente una rissa con un altro bambino e ciò che lei chiamava "impingement nervoso & # x201D; quello potrebbe essere stato il risultato di una tonsillectomia. Qualunque sia la causa, la perdita ha spinto Brian a essere più protettivo nei confronti dell'udito residuo e ha avuto molto a che fare con la sua decisione di smettere di suonare con i Beach Boys a metà degli anni '60.

I membri dei Beach Boys Al Jardine, Carl Wilson, Brian Wilson, Dennis Wilson e Mike Love si scatenano tra le canne calde su The Ed Sullivan Show nel 1964. (Foto di Michael Ochs Archives / Getty Images)

Il surf è stato lasciato al batterista

Brian Wilson ha trascorso i primi anni della sua carriera scrivendo un'ode al surf dopo l'altro. Questo passatempo per eccellenza della California è stato il tema dei Beach Boys & # x2019; primissimo singolo, il titolo appropriatamente & # x201C; Surfin & # x2019;. & # x201D; Brian, tuttavia, aveva una paura permanente per l'acqua ed evitava del tutto l'attività. In effetti, la maggior parte dei Beach Boys non erano appassionati di questo sport. Solo il fratello Dennis, il batterista del gruppo, si è divertito a fare surf, e lui ei suoi amici avrebbero fornito a Brian i luoghi di surf preferiti che avrebbe potuto inserire nei testi di canzoni come & # x201C; Surfin & # x2019; Safari & # x201D; e & # x201C; Surfin & # x2019; . U.S.A & # x201D;

A metà degli anni '70, quando Brian Wilson stava facendo il suo cosiddetto & # x201C; ritorno & # x201D; dopo un lungo periodo di inattività con il gruppo (annunci per il gruppo propagandato & # x201C; Brian & # x2019; s back! & # x201D;), ha accettato di filmare uno sketch comico per uno speciale televisivo che gli ha mostrato di navigare in spiaggia . Panciuto e terrorizzato, si lasciò cadere sull'acqua su una tavola da surf e non poté aspettare che l'esperienza finisse. È uno degli ironia della sua lunga carriera che l'amore di Brian Wilson per il mare, la sabbia e il surf come argomenti di songwriting non sia mai stato basato sul godimento della vita reale.

Si preoccupava molto della sicurezza antincendio

Brian Wilson era musicalmente irrequieto e, nonostante l'incredibile successo che i Beach Boys sperimentarono all'inizio della metà degli anni '60, un periodo durante il quale ottennero 22 successi nella Top 40, si sforzò di fare qualcosa di più. L'album Pet Sounds, una raccolta di pop sofisticato e impeccabilmente arrangiato, è stata la prima prova di una crescita lontana dalla semplicità delle sue canzoni precedenti e dal singolo & # x201C; Good Vibrations, & # x201D; una sorta di mini-sinfonia pop pubblicata nel 1966, prometteva cose ancora più grandi. Sentendosi incoraggiato dal successo del singolo, Brian ha inventato piani per un album chiamato sorriso, sorridere ciò porterebbe i Beach Boys in una direzione ancora più ampia.

La scoperta di LSD da parte di Brian senza dubbio ha avuto a che fare con questa evoluzione. La droga psichedelica, ancora legale per gran parte del 1966, ha ampliato la sua creatività da un lato, ma dall'altro ha intensificato la sua già acuta ansia e paranoia. Le sessioni di registrazione per sorriso, sorridere rifletteva sempre più lo stato d'animo mutevole di Brian. Durante la sessione di & # x201C; The Elements: Fire (Mrs. O & # x2019; Leary & # x2019; s Cow), & # x201D; una canzone che ricreava i suoni di una grande conflagrazione, Brian chiese a un bidello di accendere un piccolo fuoco in un secchio in modo che i musicisti sentissero l'odore del fumo mentre lavoravano. Ha anche chiesto ai musicisti di indossare caschi di plastica per bambini per metterli nello spirito e alleggerire l'umore. Invece, l'umore si oscurò; una serie di incendi verificatisi nelle immediate vicinanze durante i diversi giorni della sessione hanno convinto Brian che l'energia negativa della sua canzone fosse responsabile. Spaventato, lo abbandonò. Alla fine, abbandonerebbe l'intero progetto e diventerebbe l'album inedito più leggendario nella storia della musica pop, non riassemblato e rilasciato formalmente fino al 2011.

A volte si componeva con le dita dei piedi nella sabbia

Più o meno nello stesso periodo stava producendo sorriso, sorridere, alla fine del 1966, Brian fece un insolito cambiamento nella sala da pranzo della sua casa. Pensando che sarebbe stato più creativamente ispirato in spiaggia, ma in realtà non voleva andare in spiaggia, ha pagato i carpentieri per costruire un basso muro di contenimento attorno al perimetro della sua sala da pranzo e poi ha caricato otto carichi di sabbia da spiaggia. il costoso pianoforte a coda è stato poi abbassato nel mezzo della sandbox, con grande orrore del normale accordatore di pianoforti di Brian, che trovava spesso sabbia nello strumento sensibile.

Molti hanno visto questa trasformazione della sua casa come un'ulteriore prova del declino dello stato mentale di Brian, anche se ha insistito sul fatto che ha composto alcune ottime melodie nella sua sandbox mentre è durata. Brian e sua moglie alla fine si sarebbero trasferiti dalla loro casa di Hollywood Hills e la sandbox non sarebbe seguita, ma era l'inizio di un periodo di instabilità nella vita di Brian che si sarebbe protratto nel prossimo decennio.

Tirarlo fuori dal letto non era sempre facile

Per un lungo periodo negli anni '70, sembrava che Brian Wilson non avrebbe mai più fatto musica. Deragliato dall'abuso di droghe, dal dubbio e da un matrimonio fatiscente, trascorse i suoi giorni nella sua villa californiana accasciato nel letto & # x2013; mangiare troppo, bere, usare droghe e guardare la televisione. I suoi capelli erano cresciuti e unti, il suo peso gonfiato a oltre 300 chili e una barba folta nascondeva i lineamenti cherubici che da bambino lo avevano reso una scelta naturale per il posto di primo piano nel coro di un ragazzo. Di tanto in tanto la sera veniva visto nei club di Los Angeles in accappatoio e pantofole, chiaramente in uno stato d'animo alterato.

Brian Wilson si ritirò notoriamente nella sua camera da letto per diversi anni nei primi anni '70. Alla fine ha cercato e ricevuto cure per il disturbo bipolare, e gradualmente è tornato a fare musica, comprese le esibizioni dal vivo. (Foto di Lester Cohen / WireImage)

Alla fine, i suoi familiari sono intervenuti e Brian ha iniziato una lunga strada verso la guarigione che ha comportato consulenza psicologica, disintossicazione dalle sostanze chimiche e revisione della sua dieta. Sebbene la maggior parte della sua famiglia si pentirà in seguito di aver affidato tanta cura di Brian al suo psichiatra, Eugene Landy, che era in qualche modo frustrato per lo spettacolo impresario, la maggior parte di loro ha anche ammesso che senza Landy senza l'influenza di Landy. , Brian potrebbe essere morto. Mentre Landy ha migliorato la salute fisica di Brian, ha anche iniziato a dominare tutta la vita di Brian, scrivendo persino un memoriale di Brian Wilson scritto da fantasmi e aggiungendo il suo nome ai titoli di coda. Alla fine degli anni '80, questa situazione ha raggiunto un punto di crisi e la famiglia ha portato Landy in tribunale. Hanno vinto il caso nel 1992 e a Landy è stato impedito di avere contatti con Brian Wilson da allora in poi. (Landy è morto nel 2006.)

La sua luce guida musicale? George Gershwin

All'inizio della sua carriera, Brian Wilson era innamorato delle produzioni di Phil Spector, i cui successi dei primi anni '60 per gruppi come i Crystals e i Ronettes erano sonicamente grandiosi come poche canzoni pop prima di loro. A bordo campo come produttore, e talvolta anche con i Beach Boys, Brian imitava il suono di Spector come mostrato in dischi come & # x201C; Be My Baby. & # X201D; Ma Brian aveva un altro modello molto prima di interessarsi alle & # x201C; pocket symphonies & # x201D; di Phil Spector. Adorava uno dei compositori più famosi e duraturi del XX secolo: George Gershwin.

Brian Wilson è stato ispirato dal collega compositore George Gershwin. (Foto: Evening Standard / Getty Images)

È diventato parte della tradizione di Brian Wilson che tra le sue prime parole da bambino c'era la parola & # x201C; blu. & # X201D; Quando lo disse, stava chiedendo di ascoltare Gershwin & # x2019; s & # x201C; Rhapsody in Blue. & # X201D; & # x201C; Rhapsody in Blue & # x201D; sarebbe una fonte continua di ispirazione per Brian durante la sua intera carriera. Nel 2010, ha avuto l'opportunità di mostrare il suo amore per Gershwin quando ha registrato l'album Brian Wilson reinventa Gershwin. Non solo ha avuto l'opportunità di finire un paio di frammenti di songwriting di Gershwin, ma ha anche (ovviamente) registrato la propria interpretazione di & # x201C; Rhapsody in Blue. & # X201D; Fu un appropriato tributo da un gigante della musica americana a un altro.

Di Joe McGasko

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Celebrità

    6 fatti meno noti su Audrey Hepburn

    Ecco sei fatti che potrebbero sorprenderti per l'attrice, musa e umanitaria carismatica.

    • Di Sara BibelJun 16, 2019
    Celebrità

    Questo è enorme! 6 Fatti affascinanti su Andre the Giant

    Per celebrare quello che sarebbe stato il compleanno di Andre the Giant oggi, abbiamo chiesto a Box Brown, autore del nuovo graphic novel "Andre the Giant: Life and Legend", di condividere alcuni fatti affascinanti sulla massiccia stella dai suoi segreti di wrestling alla sua ossessione per (ottimo) cibo e altro ancora.

    • Di Bio StaffJun 16, 2019
    Storia e cultura

    6 fatti sorprendenti su Alfred Nobel

    Nell'anniversario della morte di Alfred Nobel, che coincide oggi con la cerimonia del Premio Nobel per la pace, ecco alcuni fatti sorprendenti sulla vita e l'eredità di Nobel.

    • Di Sara KettlerJun 14, 2019
    Celebrità

    5 fatti su Tupac Shakur

    Ricordiamo l'icona del rap con uno sguardo ad alcuni fatti sulla sua vita ed eredità.

    • Di Bio StaffJun 14, 2019
    Celebrità

    Charles Manson e Dennis Wilson ebbero una breve e bizzarra amicizia

    Il Beach Boy e il leader della setta trascorsero l'estate del 1968 vivendo insieme e sognando le possibilità musicali che ci aspettavano.

    • Di Tim OttJun 24, 2019
    Storia e cultura

    13 fatti sulla fondazione di padre James Monroe

    Oggi, nel 257 ° anniversario della nascita di James Monroe, ecco 13 fatti sul perché questo Padre Fondatore fosse "l'uomo".

    • Di Sara Bon-HarperJun 18, 2019
    Celebrità

    10 fatti in breve su Star Hogan's Heroes: Bob Crane

    L'attore Bob Crane, che ha recitato nel classico televisivo Hogan's Heroes, è nato oggi nel 1928. Ecco una raccolta di brevi fatti sulla sua vita e carriera.

    • Di Carol M. Ford, 19 marzo 2016
    Nelle news

    6 Fatti affascinanti sulla vita e la letteratura di Harper Lee

    Oggi, quando è uscito il secondo romanzo tanto atteso di Harper Lee Go Set a Watchman, abbiamo raccolto alcuni fatti interessanti dalla storia della vita dell'iconico autore.

    • Di Sara KettlerJun 18, 2019
    Celebrità

    The Wonder of Stevie Wonder: 7 Fun Facts

    Mentre il mondo della musica rende omaggio a Stevie Wonder con una All-Star Grammy Salute stasera, gettiamo i riflettori su alcuni fatti meravigliosi sull'uomo e sulla sua musica leggendaria.

    • Di Laurie UlsterJun 25, 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di più



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.