Biografia di Paul Robeson

  • Piers Chambers
  • 0
  • 3332
  • 970
Paul Robeson è stato un acclamato artista del 20 ° secolo noto per produzioni come "L'Imperatore Jones" e "Otello". Era anche un attivista internazionale.

Chi era Paul Robeson?

Nato il 9 aprile 1898 a Princeton, nel New Jersey, Paul Robeson divenne un atleta stellare e un artista. Ha recitato in entrambe le versioni teatrale e cinematografica di L'imperatore Jones e Mostra barca, e ha creato uno schermo immensamente popolare e una carriera di cantante di proporzioni internazionali. Robeson si dichiarò contrario al razzismo e divenne un attivista mondiale, ma fu inserito nella lista nera durante la paranoia del maccartismo negli anni '50. Muore in Pennsylvania nel 1976.

Ruoli iniziali: 'Dio intero's Chillun' e 'Imperatore Jones'

Robeson fece un salto nel mondo del teatro come protagonista nella controversa produzione del 1924 di Dio intero's Chillun Got Wings a New York City,e l'anno successivo, ha recitato nella messa in scena di Londra L'imperatore Jones& # x2014; entrambi del drammaturgo Eugene O'Neill. Robeson è anche entrato nel cinema quando ha recitato nel regista afroamericano Oscar Micheaux's 1925 lavoro, Corpo e anima.   

'Mostra barca' e 'Ol' Man River'

Sebbene non fosse un membro del cast della produzione originale di Broadway di Mostra barca, un adattamento di un romanzo di Edna Furber, Robeson fu coinvolto in modo prominente nella produzione londinese del 1928. Fu lì che per la prima volta si guadagnò fama per aver cantato "Ol' Man River ", una canzone destinata a diventare la sua melodia caratteristica.

'di confine' per 'Storie di Manhattan'

Alla fine degli anni 1920, Robeson e la sua famiglia si trasferirono in Europa, dove continuò a affermarsi come una star internazionale attraverso funzionalità per il grande schermo come di confine (1930). Ha recitato nel remake del film del 1933 di L'imperatore Jones e sarebbe apparso in sei film britannici nei prossimi anni, incluso il dramma nel deserto Gerico e musicale Big Fella, entrambi pubblicati nel 1937. Durante questo periodo, Robeson ha anche recitato nel secondo adattamento per il grande schermo di Mostra barca (1936), con Hattie McDaniel e Irene Dunne. 

Robeson'L'ultimo film sarebbe la produzione hollywoodiana di Storie di Manhattan (1942). Ha criticato il film, che presentava anche leggende come Henry Fonda, Ethel Waters e Rita Hayworth, per il suo avvilente ritratto di afroamericani. 

'Otello'

Dopo aver interpretato per la prima volta il personaggio del titolo di Shakespeare'S Otello nel 1930, Robeson assunse di nuovo il famoso ruolo nella Theater Guild's 1943-44 produzione a New York City. Interpretato anche da Uta Hagen, nei panni di Desdemona e José Ferrer, nei panni del malvagio Iago, la produzione ha prodotto 296 spettacoli, la più lunga commedia di Shakespeare nella storia di Broadway. 

Attivismo e lista nera

Amata figura internazionale con un enorme seguito in Europa, Robeson si è regolarmente pronunciato contro l'ingiustizia razziale ed è stato coinvolto nella politica mondiale. Ha sostenuto il panafricanismo, cantando per i soldati lealisti durante la Spagna's guerra civile, prese parte a manifestazioni antinaziste e si esibì per le forze alleate durante la seconda guerra mondiale. Ha anche visitato l'Unione Sovietica più volte durante la metà degli anni '30, dove ha sviluppato una passione per la cultura popolare russa. Ha studiato russo, così come suo figlio, che è venuto a risiedere nella capitale di Mosca con sua nonna. 

Eppure Robeson'la relazione con gli Stati Uniti divenne molto controversa, le sue convinzioni umanitarie apparentemente in contrasto con il terrore e le uccisioni di massa sanzionate dallo stato imposte da Joseph Stalin. Negli Stati Uniti, con il maccartismo e la paranoia della guerra fredda che incombono, Robeson si trovò a contendere con i funzionari del governo che cercavano di mettere a tacere una voce che parlava eloquentemente contro il razzismo e aveva legami politici che potevano essere diffamati. 

Alimentato dalla falsa rappresentazione di un discorso pronunciato dall'attore alla Conferenza di pace di Parigi sostenuta dagli Stati Uniti alla fine degli anni '40, Robeson fu etichettato comunista e fu criticato fermamente da funzionari governativi e da alcuni leader afroamericani. Alla fine gli fu proibito dal Dipartimento di Stato di rinnovare il suo passaporto nel 1950 per viaggiare all'estero per impegni. Nonostante la sua immensa popolarità, è stato inserito nella lista nera delle sale da concerto nazionali, delle etichette discografiche e degli studi cinematografici e ha sofferto finanziariamente.

Star Athlete and Academic

Quando aveva 17 anni, Robeson ottenne una borsa di studio per frequentare la Rutgers University, il terzo afroamericano a farlo, e divenne una delle istituzioni's studenti più decorati. Ha ricevuto il massimo dei voti per il suo dibattito e le sue capacità oratorie, ha vinto 15 lettere in quattro sport di varietà, è stato eletto Phi Beta Kappa ed è diventato il suo classe di classe.

Dal 1920 al 1923, Robeson frequentò la Columbia University's Law School, insegna latino e gioca a calcio professionistico nei fine settimana per pagare le tasse scolastiche. Nel 1921, sposò il compagno di studi della Columbia, giornalista Eslanda Goode. I due sarebbero sposati da oltre 40 anni e avrebbero avuto un figlio insieme nel 1927, Paul Robeson Jr.

Robeson lavorò per un breve periodo come avvocato nel 1923, ma se ne andò dopo aver incontrato un razzismo grave nel suo studio. Con l'incoraggiamento di Eslanda, che sarebbe diventato il suo manager, si rivolse completamente al palcoscenico.

Nei primi anni

Paul Leroy Robeson nacque il 9 aprile 1898 a Princeton, nel New Jersey, da Anna Louisa e William Drew Robeson, uno schiavo fuggito. Robeson's madre morì a causa di un incendio a 6 anni e suo padre sacerdote trasferì la famiglia a Somerville, dove il giovane eccelleva negli studiosi e cantava in chiesa.

Biografia e anni successivi

Robeson ha pubblicato la sua biografia, Eccomi qui, nel 1958, lo stesso anno in cui vinse il diritto al ripristino del passaporto. Ha viaggiato di nuovo a livello internazionale e ha ricevuto numerosi riconoscimenti per il suo lavoro, ma i danni sono stati arrecati, poiché ha avuto depressione debilitante e problemi di salute correlati. 

Robeson e la sua famiglia tornarono negli Stati Uniti nel 1963. Dopo Eslanda'Alla morte del 1965, l'artista visse con sua sorella. Morì di ictus il 23 gennaio 1976, all'età di 77 anni, a Filadelfia, in Pennsylvania.  

Un'eredità duratura

Negli ultimi anni, varie industrie hanno fatto sforzi per riconoscere Robeson's eredità dopo un periodo di silenzio. Diverse biografie sono state scritte sull'artista, tra cui Martin Duberman's ben accolto Paul Robeson: una biografiae fu inserito postumo nella College Football Hall of Fame. Nel 2007, Criterion è stato rilasciato Paul Robeson: Ritratti dell'artista, un cofanetto contenente diversi suoi film, oltre a un documentario e un opuscolo sulla sua vita.




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Biografie di personaggi famosi.
La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.