Biografia di Robert Mueller

  • Ezra Gilbert
  • 0
  • 3247
  • 196
Robert Mueller è stato direttore dell'FBI dal 2001 al 2013. Nel 2017 è stato nominato consigliere speciale per indagare sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali del 2016.

Chi è Robert Mueller?

Nato a New York City nel 1944, Robert Mueller frequentò la Princeton University e prestò servizio con distinzione in Vietnam. È diventato assistente procuratore degli Stati Uniti per il Distretto settentrionale della California nel 1976 e nei successivi oltre due decenni ha anche assunto ruoli di rilievo con il Distretto del Massachusetts e il Dipartimento di Giustizia. Nominato direttore dell'FBI nel 2001, Mueller fu immediatamente affrontato dagli attacchi dell'11 settembre e successivamente revisionò l'ufficio per soddisfare le richieste poste dall'attività terroristica del 21 ° secolo. Ha lasciato l'incarico nel 2013, ma è tornato alla ribalta quattro anni dopo come consigliere speciale incaricato di indagare sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali del 2016 e sui possibili legami con i soci del presidente Donald Trump.

Primi anni di vita

Robert Swan Mueller III è nato il 7 agosto 1944 a New York City e cresciuto fuori Filadelfia. Ha frequentato il prestigioso St. Paul's scuola nel New Hampshire, dove ha capitanato le squadre di calcio, lacrosse e hockey, quest'ultima accanto al futuro segretario di stato John Kerry.

Mueller seguì suo padre a Princeton, laureandosi con una laurea's in politica nel 1966, e guadagnato il suo padrone's in relazioni internazionali dalla New York University l'anno successivo. Ha poi prestato servizio con distinzione in Vietnam, ricevendo la stella di bronzo, due medaglie di elogio della Marina, il cuore viola e la croce vietnamita di Gallantry come ufficiale nel Corpo dei Marines. Di ritorno negli Stati Uniti, riprese gli studi presso la University of Virginia Law School, prestando servizio presso la Law Review e conseguendo il suo dottorato di ricerca nel 1973.

Giustizia criminale

Impossibile raggiungere il suo obiettivo iniziale di una posizione con il procuratore degli Stati Uniti's ufficio, Mueller si unì alla scuola di giurisprudenza di Pillsbury, Madison & Sutro a San Francisco. Ha raggiunto questo obiettivo diventando assistente procuratore degli Stati Uniti per il Distretto della California del Nord nel 1976, diventando capo della sua divisione criminale nel 1981. Mueller divenne poi assistente procuratore degli Stati Uniti per il Distretto del Massachusetts nel 1982 e servì come distretto's procuratore legale dal 1986 al '87.

Dopo un anno presso la ditta Boston di Hill e Barlow, Mueller si unì al Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti nel 1989 per guidare l'accusa contro il dittatore panamense Manuel Noriega. Ha preso in carico il DOJ'divisione criminale nel 1990, dove ha supervisionato il caso di bombardamento Lockerbie e ha formato l'agenzia's prima unità dedicata al cyber.

Mueller è tornato allo studio privato nel 1993 come partner di Hale e Dorr (in seguito noto come WilmerHale). Tuttavia, incapace di ottenere l'accusa dal sangue, ha assunto un lavoro di livello inferiore nella divisione per omicidi dell'avvocato statunitense's Office for the District of Columbia nel 1995, presto in carica di capo omicidio. Ha ripreso un percorso di carriera più ortodosso come avvocato statunitense per il Distretto settentrionale della California dal 1998 all'inizio del 2001, prima di ricoprire il ruolo di vice procuratore generale aggiunto per la nuova amministrazione di George W. Bush.

Foto: SAUL LOEB_AFP_Getty Images

Direttore dell'FBI

Nel luglio 2001, il presidente Bush ha nominato Mueller in sostituzione del direttore uscente dell'FBI Louis Freeh. Approvato all'unanimità dal Senato, Mueller ha assunto ufficialmente l'incarico di sesto direttore dell'FBI il 4 settembre 2001, appena una settimana prima degli attacchi terroristici dell'11 settembre.

Nei mesi seguenti, Mueller riconobbe che gli attacchi avrebbero potuto essere evitati se il quartier generale dell'FBI avesse seguito i consigli degli uffici sul campo. Ha quindi iniziato a riorganizzare drammaticamente l'ufficio, sradicando la sua cultura di lotta alla criminalità domestica per installare un'operazione globale ad alta tecnologia progettata per respingere le minacce terroristiche.

Il regista ha insistito per ampliare i poteri di sorveglianza, ma ha anche quasi rinunciato a quello che considerava un abuso di quel potere. Nel 2004, dopo che il procuratore generale John Ashcroft fu ricoverato in ospedale, i funzionari dell'amministrazione Bush tentarono di scavalcare il procuratore generale James Comey per ottenere una proroga per un programma illegale di intercettazioni telefoniche. Mueller, Ashcroft e Comey intendevano rassegnare le dimissioni, prima di calmarsi quando è stato raggiunto un compromesso.

Lodato per il suo successo nella modernizzazione dell'FBI, Mueller nel 2011 ha accettato il presidente Barack Obama'L'offerta di rimanere per altri due anni al suo posto, e fu nuovamente confermata all'unanimità dal Senato. Tuttavia, poco prima della conclusione della sua estensione, l'FBI ha dovuto affrontare un altro evento terroristico con gli attentati alla maratona di Boston il 15 aprile 2013. Mueller ha rivelato che l'FBI aveva precedentemente indagato sul maggiore dei due fratelli coinvolti negli attentati, sebbene l'ufficio fosse incapace di effettuare un arresto in parte a causa della mancanza di collaborazione da parte dei russi per fornire prove.

Dopo essersi dimesso dall'FBI'Il regista più longevo da quando J. Edgar Hoover, Mueller accettò un posto di insegnante a Stanford e raggiunse la sua vecchia ditta di WilmerHale. Ha assunto alcune aziende'i casi più importanti, compresa un'indagine sulla NFL's controversa sospensione del giocatore Ray Rice per accuse di abuso domestico.  

Consigli speciali per le indagini in Russia

Il procuratore di vecchia data è tornato alla ribalta il 17 maggio 2017, quando è stato nominato consigliere speciale per supervisionare le indagini sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali del 2016 e sui possibili legami con i soci del presidente Donald Trump. Mueller'L'appuntamento ha suscitato elogi da entrambi i lati della navata.

Il 27 ottobre 2017, una grande giuria federale ha approvato le prime accuse a Mueller's investigazione. Il 30 ottobre, l'ex presidente della campagna Trump Paul Manafort e il suo associato Rick Gates sono stati incriminati per una serie di accuse, tra cui frodi fiscali, riciclaggio di denaro e violazioni di lobby straniere. Il giorno ha anche portato la notizia che George Papadopoulos, un ex consigliere di politica estera della campagna di Trump, si era dichiarato colpevole di aver mentito all'FBI sulla campagna's contatto con i russi.

Le rivelazioni resuscitarono il discorso di Trump che potenzialmente tagliò Mueller's budget, o addirittura licenziando il consiglio speciale, ma diversi aiutanti della Casa Bianca e importanti repubblicani hanno respinto quell'idea. "Il processo legale sta funzionando. Lascia che funzioni", ha detto la senatrice della Carolina del Sud Lindsey Graham. "Lascia che Mueller faccia il suo lavoro. Se scende in una fossa e fa qualcosa che non dovrebbe'faremo, allora noi'tutti commenteremo quando ciò accadrà. " 

Ai primi di novembre, è emersa una notizia che Mueller'La squadra aveva anche raccolto prove sufficienti per denunciare l'ex consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn e suo figlio. Secondo i rapporti, gli investigatori stavano esaminando Flynn'il lavoro di lobbismo, così come il suo coinvolgimento nei tentativi di organizzare la rimozione di un avversario del presidente turco Recep Erdogan dalla sua casa negli Stati Uniti e rimandarlo in Turchia.

Poco dopo, un rapporto nel giornale di Wall Street rivelò che Mueller aveva inviato una citazione a più di una dozzina di funzionari della squadra della campagna di Trump, una mossa che li colse alla sprovvista. Nessuno di coloro che hanno ricevuto la citazione è stato costretto a testimoniare davanti a una grande giuria.

Flynn Plea Deal e aumento della pressione

Il 1 ° dicembre 2017, Michael Flynn si è dichiarato colpevole di aver mentito all'FBI in merito alle conversazioni con l'ambasciatore russo prima che Trump formalmente entrasse in carica. Inoltre, è stato rivelato che Flynn stava agendo sotto le istruzioni di un membro molto anziano & # x201D; della squadra di transizione presidenziale.

Tuttavia, mentre Mueller apparentemente si avvicinava a Trump'Nel circolo interno, dovette affrontare una crescente pressione sulle accuse secondo cui l'inchiesta era parziale. Poco dopo Flynn'Per favore, sono emerse notizie che due agenti dell'FBI assegnati alla sonda avevano condiviso messaggi di testo in cui prendevano in giro e insultavano Trump. 

I testi, che sono stati resi disponibili ai legislatori il 12 dicembre, hanno spinto Mueller a rinnovare la sua squadra investigativa o dimettersi. Lettera di quattro giorni, un avvocato di Trump ha accusato l'inchiesta di ottenere e utilizzare illegalmente e-mail generate dal team di transizione presidenziale. L'accresciuta tensione alimentò la speculazione che Trump avrebbe presto trovato il modo di licenziare Mueller, sebbene il presidente'I portavoce sono rimasti pubblicamente impegnati a collaborare con la sonda.

Altre complicazioni sono sorte all'inizio di gennaio 2018, quando Manafort ha intentato una causa sostenendo che la sonda Mueller aveva oltrepassato i limiti accusandolo di condotta non correlata all'interferenza russa nelle elezioni presidenziali del 2016.

Violare la Casa Bianca

Con l'inizio del nuovo anno, Mueller sembrava puntare alla Casa Bianca. A metà gennaio, i suoi investigatori hanno intervistato il procuratore generale Jeff Sessions, il primo membro di Trump's Gabinetto da sottoporre all'interrogatorio. 

Il 23 gennaio, Il Washington Post riferì che Mueller aveva intenzione di sedersi con il presidente nelle prossime settimane per indagare sulle sue decisioni di licenziamento di Flynn e Comey. Successivamente Trump ha espresso la volontà di incontrare il consulente speciale per cancellare il suo nome. "In realtà non vedo l'ora," ha detto.

Due giorni dopo, un altro rapporto rivelò che Trump aveva cercato di far licenziare Mueller nel giugno precedente, prima di ritirarsi quando il consigliere della Casa Bianca Donald F. McGahn minacciò di dimettersi per protesta. Di conseguenza, i leader democratici hanno rilanciato le richieste del Congresso di approvare la legislazione per proteggere Mueller e futuri consigli speciali dall'essere licenziato dal presidente.

Accusa Russa

Il 16 febbraio 2018, il Dipartimento di Giustizia ha annunciato che Mueller aveva incriminato 13 cittadini russi e tre entità russe per aver interferito nelle elezioni presidenziali del 2016, accusandoli di cospirazione per frode negli Stati Uniti. Secondo l'accusa, gli imputati avrebbero creato falsi personaggi statunitensi e gestito pagine e gruppi di social media per attirare il pubblico americano in un "obiettivo strategico per seminare discordia nel sistema politico statunitense".

L'accusa è stata anche nota per la mancanza di accuse secondo cui qualsiasi americano ha consapevolmente partecipato alla cospirazione russa, un risultato che il presidente Trump ha visto come un segno di rivendicazione. La Casa Bianca ha successivamente rilasciato una dichiarazione in cui si afferma che il presidente è "felice di vedere il consiglio speciale's l'indagine indica inoltre & # x2014; che NESSUNA COLLUSIONE tra la campagna di Trump e la Russia e che il risultato delle elezioni non è stato modificato o influenzato ".

A marzo, sono emerse notizie sulla raccolta di prove da parte di Mueller per dimostrare che un incontro alle Seychelles poco prima dell'inaugurazione di Donald Trump faceva parte di uno sforzo per stabilire un canale di ritorno con la Russia. L'incontro, tra un fondatore di una compagnia di sicurezza privata di nome Erik Prince e un funzionario russo, presumibilmente è stato un incontro casuale, secondo Prince. Tuttavia, un uomo d'affari che ha collaborato con l'indagine sull'avvocato speciale ha contraddetto tale affermazione in testimonianza davanti a una giuria, affermando che la riunione è stata istituita deliberatamente per forgiare una linea di comunicazione con il Cremlino.

Intorno a quel tempo, Muller invocò la Trump Organization per consegnare documenti, alcuni dei quali riguardavano la Russia. È stato ipotizzato che la citazione fosse parte di un'indagine allargata sul possibile uso di denaro straniero per finanziare Trump's interessi politici.

Prima condanna

Il 3 aprile 2018, l'avvocato olandese Alex van der Zwaan è diventato il primo a subire la punizione del legale speciale'Sonda, che prevede una pena detentiva di 30 giorni e una multa di $ 20.000 Van der Zwaan aveva mentito agli investigatori sui suoi contatti con Gates e un altro individuo con legami con l'intelligence russa.

Nel frattempo, Mueller informò Trump's sostiene che il presidente non è stato considerato un bersaglio criminale, sebbene abbia continuato a perseguire un colloquio. Mueller'Si diceva che gli investigatori stessero prendendo in considerazione la pubblicazione di rapporti sui loro risultati in più fasi, con il primo a concentrarsi su Trump'azioni in carica e se ha tentato di ostacolare la giustizia.

Dopo che l'FBI ha eseguito i mandati di perquisizione nell'ufficio di Manhattan e nella camera d'albergo dell'avvocato Trump Michael Cohen il 9 aprile, in seguito a quello che si credeva fosse un rinvio dal legale speciale's team, si dice che il presidente stia considerando di licenziare il vice procuratore generale Rod Rosenstein, che ha nominato Mueller al suo posto.

In quel periodo, Il New York Times riferì che il presidente aveva intenzione di chiudere Mueller'Indagini nel dicembre 2017, prima di apprendere che i rapporti su un nuovo ciclo di citazioni non erano accurati. La notizia di nuovo ha sconvolto i membri del Congresso, spingendo un gruppo bi-partigiano di senatori a mettere insieme le leggi che avrebbero dato a qualsiasi avvocato speciale una finestra di 10 giorni in cui lui o lei avrebbe potuto ottenere un rapido controllo giudiziario di un licenziamento.

Più tardi quel mese, I tempi ottenuto e pubblicato un elenco di domande presentate a Trump's team legale a cui Mueller sperava di aver risposto in un'intervista. Le circa quattro dozzine di domande riguardavano una serie di argomenti, tra cui i licenziamenti di alto profilo di Comey e Flynn; il famigerato incontro di Trump Tower del giugno 2016 con un avvocato russo che ha promesso "sporcizia" su Hillary Clinton; briscola's interazioni con Sessioni, Manafort e Cohen; e persino il presidente's ha riferito di tentativi di licenziamento del legale speciale.

Prova Paul Manafort e patteggiamento

Nel giugno 2018, Mueller'La squadra di s ha portato più accuse contro Manafort, sostenendo che l'ex honcho della campagna di Trump stava tentando di manomettere la testimonianza.

Il primo dei due processi penali per Manafort, tenuto due mesi dopo, ha portato a una condanna per otto delle 18 accuse. Poco prima dell'inizio del secondo processo, a settembre, Manafort si è dichiarato colpevole di riduzione delle accuse e ha accettato di collaborare con il legale speciale's investigazione.

A novembre, Mueller'La squadra di s ha presentato un ordine del tribunale secondo il quale Manafort aveva violato il patteggiamento mentendo ripetutamente ai pubblici ministeri. Un giudice federale ha concordato nel febbraio 2019, dichiarando che i pubblici ministeri non erano più vincolati ai termini del patteggiamento. Nel corso di due audizioni separate a marzo, Manafort ha chiuso con una sentenza combinata di 90 mesi dietro le sbarre.

In chiusura su Roger Stone

Nel giugno 2018, Mueller ha emesso una citazione in giurisprudenza di un uomo di nome Andrew Miller, che ha lavorato per il consigliere Trump di lunga data Roger Stone durante la campagna presidenziale 2016. Ha segnato il terzo associato di Stone'essere chiamato davanti a una grande giuria, suggerendo che il consulente speciale aveva un interesse particolare nell'esaminare la relazione Stone-Trump. Un avvocato della Miller ha contestato la citazione sulla base del fatto che Mueller'La nomina fu illegittima, sebbene un giudice federale respinse quella sfida all'inizio di agosto.

Mueller'La squadra apparentemente è stata coinvolta nell'uomo che volevano nel gennaio 2019, quando è stato annunciato che Stone era stato incriminato con accuse che includevano l'ostruzione di un procedimento ufficiale, facendo false dichiarazioni e manomissioni dei testimoni.

Rapporto completato

Il 22 marzo 2019, il consigliere speciale'L'indagine di 22 mesi sulle interferenze elettorali russe si è conclusa con la notizia che Mueller aveva presentato un rapporto confidenziale al procuratore generale William Barr. Mentre eminenti democratici hanno chiesto un rilascio immediato del rapporto, Barr, che ha affermato di "rimanere impegnato nella massima trasparenza possibile", ha suggerito di poter informare i dirigenti del congresso sul rapporto's "conclusioni principali" in pochi giorni.

Due giorni dopo, il 24 marzo, il procuratore generale ha inviato una lettera ai presidenti e ai membri di rango dei comitati giudiziari della Camera e del Senato che delineava e sintetizzava la portata dell'indagine. Secondo il rapporto, il consulente speciale non ha trovato prove del fatto che Trump o uno dei suoi associati si siano coordinati con la Russia per influenzare le elezioni presidenziali del 2016, una grande vittoria per il presidente e i suoi sostenitori.

Il rapporto ha anche dedicato una sezione al fatto che Trump abbia ostacolato la giustizia con la sua condotta durante le indagini. Mueller ha rifiutato di emettere un giudizio sulla causa, scrivendo, "mentre questo rapporto non conclude che il presidente ha commesso un crimine, non lo ha neppure esonerato". Con la decisione nelle sue mani, scrisse Barr, conferì al vice procuratore generale Rosenstein e alla fine decise che non c'erano prove sufficienti per stabilire un ostacolo al reato di giustizia.

Ulteriori informazioni sono diventate disponibili con il rilascio di Mueller's Rapporto di 448 pagine in forma redatta il 18 aprile. Le sue rivelazioni includevano il consiglio speciale'la determinazione che la campagna di Trump "si aspettava che avrebbe beneficiato elettoralmente delle informazioni rubate e diffuse attraverso gli sforzi russi", così come il suo ragionamento secondo cui perseguire un'intervista faccia a faccia con il presidente tramite mandato di comparizione avrebbe creato un lungo ritardo. Inoltre, il rapporto mostrava che Mueller era a conoscenza di Trump's tenta di licenziarlo e limita la portata dell'indagine.

Ciò ha suscitato una forte protesta da parte dei legislatori democratici che hanno ritenuto che esistessero prove significative di ostruzione alla giustizia, soprattutto dopo che è stato riferito che Mueller non era soddisfatto di Barr's sintesi del suo rapporto. Il procuratore generale ha successivamente affrontato dure interrogazioni da parte del comitato giudiziario del Senato in merito alla sua gestione del rapporto, con il comitato giudiziario della Camera che si dice stia cercando di convincere Mueller stesso a testimoniare.

Facendo i suoi primi commenti pubblici sul caso alla fine di maggio, Mueller ha ribadito che se fosse sicuro che il presidente Trump non ha commesso un crimine, lo avrebbe detto nella sua relazione. Ha aggiunto di essere stato vincolato dalle regole del Dipartimento di Giustizia, che vietano l'accusa di presidente in carica e che non intendeva comparire davanti al Congresso, affermando che "il rapporto è la mia testimonianza".

Testimonianza della casa

Un mese dopo, è stato annunciato che il consulente speciale aveva invertito il corso e ha accettato di testimoniare dinanzi alle commissioni di intelligence e giudiziarie della Camera di luglio.

Mueller'la testimonianza davanti ai due comitati del 24 luglio 2019 è passata senza rivelazioni di bombe, poiché spesso riportava i legislatori ai contenuti del suo rapporto o semplicemente si rifiutava di elaborare le risposte.

A volte parlando in modo incerto e richiedendo la ripetizione di una domanda, Mueller fornì comunque munizioni ai democratici concordando che Trump non era'Sempre sincero nelle sue risposte scritte e che il rapporto non lo ha esonerato. Ha anche respinto le critiche secondo cui la sua indagine era una "caccia alle streghe" e che la sua squadra era piena di democratici per distruggere il presidente.

"Abbiamo cercato di assumere quelle persone che potrebbero fare il lavoro", ha detto. "IO'sono stato in questo settore per quasi 25 anni, e in quei 25 anni, non ho avuto occasione di chiedere a qualcuno la sua affiliazione politica. Non è fatto. Quello che mi interessa è la capacità dell'individuo di svolgere il lavoro e di farlo rapidamente, seriamente e con integrità ".




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Biografie di personaggi famosi.
La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.