Biografia di Salvador Dalí

  • Elmer Riley
  • 0
  • 2296
  • 71
L'artista spagnolo e icona surrealista Salvador Dalí è forse più noto per la sua pittura di orologi che si fondono, La persistenza della memoria.

Chi era Salvador Dalí?

Salvador Dalí è nato l'11 maggio 1904 a Figueres, in Spagna. Fin da giovane Dalí fu incoraggiato a praticare la sua arte e alla fine avrebbe continuato a studiare in un'accademia di Madrid. Negli anni 1920 andò a Parigi e iniziò a interagire con artisti come Picasso, Magritte e Miró, che portarono a Dalí's prima fase surrealista. È forse più noto per il suo dipinto del 1931 La persistenza della memoria, mostrando gli orologi che si fondono in una cornice orizzontale. L'ascesa del leader fascista Francisco Franco in Spagna portò all'artista'espulsione dal movimento surrealista, ma non lo fece'non impedirgli di dipingere. Dalí è morto a Figueres nel 1989.

3Gallery3 Immagini

Primi anni di vita

Salvador Dalí è nato Salvador Felipe Jacinto Dalí e Domenech l'11 maggio 1904, a Figueres, in Spagna, situato a 26 km dal confine francese ai piedi dei Pirenei. Suo padre, Salvador Dalí y Cusi, era un avvocato e notaio della classe media. Salvador'Il padre aveva un rigoroso approccio disciplinare per crescere i figli, uno stile di educazione dei figli che contrasta nettamente con quello di sua madre, Felipa Domenech Ferres. Spesso si abbandonava al giovane Salvador nella sua arte e nelle prime eccentricità.

È stato detto che il giovane Salvador era un bambino precoce e intelligente, incline ad attacchi di rabbia contro i suoi genitori e compagni di scuola. Di conseguenza, Dalí fu sottoposto a furiosi atti di crudeltà da parte di studenti più dominanti o di suo padre. L'anziano Salvador non voleva'tollero suo figlio'esplosioni o eccentricità, e lo punì severamente. La loro relazione si deteriorò quando Salvador era ancora giovane, esacerbato dalla competizione tra lui e suo padre per Felipa'affetto di s.

Dalí aveva un fratello maggiore, nato nove mesi prima di lui, anche lui di nome Salvador, che morì di gastroenterite. Più tardi nella sua vita, Dalí raccontava spesso la storia che quando aveva 5 anni, i suoi genitori lo portarono nella tomba di suo fratello maggiore e gli dissero che era suo fratello'reincarnazione. Nella prosa metafisica che usava spesso, ricordò Dalí, "[ci] assomigliavamo l'un l'altro come due gocce d'acqua, ma avevamo diversi riflessi". Lui "fu probabilmente una prima versione di me stesso, ma concepito troppo nell'assoluto".

Salvador, insieme alla sorella minore Ana Maria e ai suoi genitori, trascorreva spesso del tempo nella loro casa estiva nel villaggio costiero di Cadaques. In tenera età, Salvador stava producendo disegni altamente sofisticati ed entrambi i suoi genitori sostenevano fortemente il suo talento artistico. Fu qui che i suoi genitori lo costruirono uno studio d'arte prima che entrasse nella scuola d'arte.

Dopo aver riconosciuto il suo immenso talento, Salvador Dalí'i genitori lo mandarono alla scuola di disegno al Colegio de Hermanos Maristas e all'Instituto di Figueres, in Spagna, nel 1916. Non era uno studente serio, preferiva sognare ad occhi aperti in classe e distinguersi come eccentrico di classe, indossando abiti strani e capelli lunghi . Dopo quel primo anno alla scuola d'arte, ha scoperto la pittura moderna a Cadaques mentre era in vacanza con la sua famiglia. Lì incontrò anche Ramon Pichot, un artista locale che visitava spesso Parigi. L'anno seguente, suo padre organizzò una mostra di Salvador's disegni a carboncino nella casa di famiglia. Nel 1919, il giovane artista fece la sua prima mostra pubblica, al Teatro Comunale di Figueres.

Nel 1921, Dalí'la madre, Felipa, è morta di cancro al seno. All'epoca Dalí aveva 16 anni ed era devastato dalla perdita. Suo padre ha sposato la moglie defunta'la sorella, che non affascinò il giovane Dalí più vicino a suo padre, sebbene rispettasse sua zia. Padre e figlio avrebbero combattuto su molte questioni diverse per tutta la vita, fino all'anziano Dalí's morte.

Scuola d'arte e surrealismo

Nel 1922, Dalí si iscrisse all'Accademia di San Fernando a Madrid. Rimase a scuola'residenza studentesca e presto portò la sua eccentricità a un nuovo livello, coltivando capelli lunghi e basette e vestendosi nello stile degli esteti inglesi della fine del XIX secolo. Durante questo periodo, è stato influenzato da diversi stili artistici, tra cui Metafisica e Cubismo, che gli hanno attirato l'attenzione dei suoi compagni di studio, anche se probabilmente non lo ha fatto'non ho ancora capito del tutto il movimento cubista.

Nel 1923, Dalí fu sospeso dall'accademia per aver criticato i suoi insegnanti e presumibilmente iniziato una rivolta tra gli studenti sull'accademia's scelta di una cattedra. Nello stesso anno, fu arrestato e brevemente incarcerato a Gerona per presunto sostegno al movimento separatista, sebbene Dalí fosse effettivamente apolitico all'epoca (e rimase tale per gran parte della sua vita). Ritornò all'Accademia nel 1926, ma fu espulso definitivamente poco prima degli esami finali per aver dichiarato che nessun membro della facoltà era abbastanza competente da esaminarlo.

Mentre a scuola, Dalí iniziò a esplorare molte forme d'arte tra cui pittori classici come Raffaello, Bronzino e Diego Velázquez (da cui adottò i suoi caratteristici baffi arricciati). Si dilettò anche in movimenti artistici d'avanguardia come Dada, un movimento anti-istituzione del dopoguerra. Mentre Dalí'la visione apolitica della vita gli ha impedito di diventare un seguace rigoroso, la filosofia Dada ha influenzato il suo lavoro per tutta la vita.

Tra il 1926 e il 1929, Dalí fece diversi viaggi a Parigi, dove incontrò influenti pittori e intellettuali come Pablo Picasso, che venerava. Durante questo periodo, Dalí dipinse una serie di opere che esponevano Picasso'influenza di s. Incontrò anche Joan Miró, il pittore e scultore spagnolo che, insieme al poeta Paul Éluard e al pittore René Magritte, introdusse Dalí al Surrealismo. A quel tempo, Dalí stava lavorando con stili di impressionismo, futurismo e cubismo. Dalí'I dipinti sono associati a tre temi generali: 1) uomo'universo e sensazioni di s, 2) simbolismo sessuale e 3) immagini ideografiche.

Tutta questa sperimentazione ha portato a Dalí'primo periodo surrealista nel 1929. Questi dipinti ad olio erano piccoli collage delle immagini dei suoi sogni. Il suo lavoro impiegava una meticolosa tecnica classica, influenzata dagli artisti del Rinascimento, che contraddiceva lo spazio del "sogno irreale" che aveva creato con strani personaggi allucinatori. Anche prima di questo periodo, Dalí era un avido lettore di Sigmund Freud's teorie psicoanalitiche. Dalí'Il principale contributo al movimento surrealista fu quello che chiamò il "metodo paranoico-critico", un esercizio mentale di accesso al subconscio per migliorare la creatività artistica. Dalí avrebbe usato il metodo per creare una realtà dai suoi sogni e pensieri subconsci, cambiando così mentalmente la realtà a ciò che voleva che fosse e non necessariamente a quello che era. Per Dalí, è diventato un modo di vivere.

Nel 1929, Salvador Dalí ampliò la sua esplorazione artistica nel mondo del cinema quando collaborò con Luis Buñuel in due film, Un Chien andalou (Un cane andaluso) e L'Età d'o (L'epoca d'oro, 1930), il primo dei quali è noto per la sua scena di apertura & # x2014; un taglio simulato di un occhio umano da parte di un rasoio. Dalí'L'arte è apparsa diversi anni dopo in un altro film, Alfred Hitchcock'S incantato (1945), con Gregory Peck e Ingrid Bergman. Dalí'I dipinti sono stati usati in una sequenza di sogni nel film e hanno aiutato la trama fornendo indizi per risolvere il segreto del personaggio di John Ballantine's problemi psicologici.

Nell'agosto del 1929, Dalí conobbe Elena Dmitrievna Diakonova (a volte scritta come Elena Ivanorna Diakonova), un'immigrata russa di 10 anni più anziana. All'epoca, era la moglie dello scrittore surrealista Paul Éluard. Una forte attrazione mentale e fisica si sviluppò tra Dalí e Diakonova e presto lasciò Éluard per il suo nuovo amante. Conosciuto anche come "Gala", Diakonova era Dalí'musa ispiratrice e ispiratrice, e alla fine diventerebbe sua moglie. Ha aiutato a bilanciare & # x2014; o si potrebbe dire contrappeso& # x2014; le forze creative di Dalí'vita di s. Con le sue espressioni e fantasie selvagge, non lo era'Sono in grado di affrontare il lato commerciale dell'essere un artista. Gala si è occupato delle sue questioni legali e finanziarie e ha negoziato contratti con rivenditori e promotori di mostre. I due si sposarono in una cerimonia civile nel 1934.

Nel 1930, Salvador Dalí era diventato una figura famosa del movimento surrealista. Marie-Laure de Noailles e il visconte e la viscontessa Charles furono i suoi primi mecenati. Gli aristocratici francesi, marito e moglie, investirono molto nell'arte d'avanguardia all'inizio del XX secolo. Uno di Dalí'i dipinti più famosi prodotti in questo momento & # x2014; e forse l'opera surrealista più conosciuta & # x2014; era La persistenza della memoria (1931). Il dipinto, a volte chiamato Orologi morbidi, mostra orologi da tasca che si fondono in una cornice orizzontale. Si dice che il dipinto trasmetta diverse idee all'interno dell'immagine, principalmente che il tempo non è rigido e tutto è distruttibile.

Verso la metà degli anni '30, Salvador Dalí era diventato famoso per la sua personalità colorata come le sue opere d'arte e, per alcuni critici d'arte, il primo stava oscurando il secondo. Spesso sfoggia baffi esageratamente lunghi, un mantello e un bastone da passeggio, Dalí'Le apparizioni pubbliche hanno mostrato comportamenti insoliti. Nel 1934, il commerciante d'arte Julian Levy introdusse Dalí in America in una mostra di New York che suscitò molte controversie. A una palla tenuta in suo onore, Dalí, nel caratteristico stile sgargiante, apparve con una teca di vetro sul petto che conteneva un reggiseno.

Espulsione dai surrealisti

Con l'avvicinarsi della guerra in Europa, in particolare in Spagna, Dalí si scontrò con i membri del movimento surrealista. In un "processo" tenutosi nel 1934, fu espulso dal gruppo. Si era rifiutato di prendere una posizione contro il militante spagnolo Francisco Franco (mentre artisti surrealisti come Luis Buñuel, Picasso e Miró avevano), ma's non è chiaro se ciò abbia portato direttamente alla sua espulsione. Ufficialmente, Dalí fu informato che la sua espulsione era dovuta a ripetute "attività controrivoluzionarie che comportavano la celebrazione del fascismo sotto Hitler". È anche probabile che alcuni membri del movimento fossero sbalorditi da alcuni di Dalí's buffonate pubbliche. Tuttavia, alcuni storici dell'arte credono che la sua espulsione sia stata guidata maggiormente dalla sua faida con il leader surrealista André Breton.

Nonostante la sua espulsione dal movimento, Dalí continuò a partecipare a diverse mostre internazionali surrealiste negli anni '40. All'inaugurazione della mostra surrealista di Londra nel 1936, tenne una conferenza intitolata "Fantomes paranoiaques athentiques" ("Autentici fantasmi paranoici") mentre indossava una muta, portando una stecca da biliardo e camminando con un paio di cani lupo russi. In seguito disse che il suo abbigliamento era una rappresentazione di "tuffarsi nelle profondità" della mente umana.

Durante la seconda guerra mondiale, Dalí e sua moglie si trasferirono negli Stati Uniti. Rimasero lì fino al 1948, quando tornarono nella sua amata Catalogna. Furono anni importanti per Dalí. Il Metropolitan Museum of Modern Art di New York gli diede la sua personale retrospettiva nel 1941. A ciò seguì la pubblicazione della sua autobiografia, La vita segreta di Salvador Dalí (1942). Anche durante questo periodo, Dalí'L'attenzione si spostò dal Surrealismo e nel suo periodo classico. La sua faida con i membri del movimento surrealista continuò, ma Dalí sembrò imperterrito. La sua mente in continua espansione si era avventurata in nuovi argomenti.

Il teatro-museo Dalí

Nel corso dei successivi 15 anni, Dalí dipinse una serie di 19 grandi tele che includevano temi scientifici, storici o religiosi. Chiamò spesso questo periodo "Misticismo nucleare". Durante questo periodo, le sue opere d'arte hanno acquisito uno splendore tecnico combinando dettagli meticolosi con una fantasia fantastica e illimitata. Incorporerebbe illusioni ottiche, olografia e geometria nei suoi dipinti. Gran parte del suo lavoro conteneva immagini raffiguranti la geometria divina, il DNA, l'ipercubo e temi religiosi di castità.

Dal 1960 al 1974, Dalí ha dedicato gran parte del suo tempo alla creazione del Teatro-Museo Dalí (Teatro-Museo Dalí) a Figueres. Il Museo'L'edificio aveva precedentemente ospitato il Teatro Comunale di Figueres, dove Dalí vide la sua mostra pubblica all'età di 14 anni (la struttura originale del XIX secolo era stata distrutta verso la fine della guerra civile spagnola). Di fronte al Teatro-Museo Dalí si trova la Chiesa di Sant Pere, dove Dalí fu battezzato e ricevette la sua prima comunione (i suoi funerali si sarebbero poi tenuti anche lì), e a soli tre isolati di distanza si trova la casa dove è nato.

Il Teatro-Museo Dalí è stato aperto ufficialmente nel 1974. Il nuovo edificio è stato formato dalle rovine del vecchio e basato su uno di Dalí's progetta ed è fatturato come il mondo'la più grande struttura surrealista, contenente una serie di spazi che formano un singolo oggetto artistico in cui ogni elemento è una parte inestricabile del tutto. Il sito è anche noto per ospitare la più vasta gamma di opere dell'artista, dalle sue prime esperienze artistiche alle opere che ha creato durante gli ultimi anni di questa vita. Diverse opere in mostra permanente sono state create espressamente per il museo.

Anche in '74, Dalí ha sciolto i suoi rapporti commerciali con il manager Peter Moore. Di conseguenza, tutti i diritti sulla sua collezione sono stati venduti senza la sua autorizzazione da altri dirigenti aziendali e ha perso gran parte della sua ricchezza. Due ricchi collezionisti d'arte americana, A. Reynolds Morse e sua moglie, Eleanor, che conosceva Dalí dal 1942, fondarono un'organizzazione chiamata "Amici di Dalí" e una fondazione per aiutare a stimolare l'artista'finanze s. L'organizzazione ha inoltre istituito il Museo Salvador Dalí a San Pietroburgo, in Florida.

Anni finali

Nel 1980, Dalí fu costretto a ritirarsi dalla pittura a causa di un disordine motorio che causò tremori permanenti e debolezza nelle sue mani. Non è più in grado di reggere un pennello, lui'aveva perso la capacità di esprimersi come conosceva meglio. Un'altra tragedia ebbe luogo nel 1982, quando Dalí's l'amata moglie e amica, Gala, morì. I due eventi lo hanno mandato in una profonda depressione. Si trasferì a Pubol, in un castello che aveva acquistato e ristrutturato per Gala, forse per nascondersi dal pubblico o, come alcuni ipotizzano, morire. Nel 1984, Dalí fu gravemente bruciato in un incendio. A causa delle sue ferite, è stato limitato alla sedia a rotelle. Amici, mecenati e altri artisti lo hanno salvato dal castello e lo hanno restituito a Figueres, mettendolo a suo agio al Teatro-Museo.

Nel novembre 1988, Salvador Dalí entrò in un ospedale di Figueres con un cuore in crisi. Dopo una breve convalescenza, tornò al Teatro-Museo. Il 23 gennaio 1989, nella città della sua nascita, Dalí morì di insufficienza cardiaca all'età di 84 anni. Il suo funerale si tenne al Teatro-Museo, dove fu sepolto in una cripta.

Caso di paternità e nuova mostra

Il 26 giugno 2017, un giudice in un tribunale di Madrid ha ordinato che il corpo di Dalí fosse riesumato per risolvere un caso di paternità. Una donna spagnola di 61 anni di nome María Pilar Abel Martínez ha affermato che sua madre aveva una relazione con l'artista mentre lavorava come domestica per i suoi vicini a Port Lligat, una città nel nord-est della Spagna.

Il giudice ordinò che il corpo dell'artista fosse riesumato a causa di una "mancanza di altri resti biologici o personali" da confrontare con Martinez's DNA. La Fondazione Gala-Salvador Dalí, che gestisce la tenuta di Dalí, fece appello alla sentenza, ma l'esumazione proseguì il mese successivo. A settembre, i risultati dei test del DNA hanno rivelato che Dalí non era padre. 

Quell'ottobre, l'artista è tornato nelle notizie con l'annuncio di una mostra al museo Dalí di Saint Petersburg, in Florida, per celebrare la sua amicizia e collaborazione con la stilista italiana Elsa Schiaparelli. I due erano noti per la creazione congiunta di un "vestito di aragosta" indossato dal socialite americano Wallis Simpson, che in seguito sposò il re inglese Edoardo VIII.

Profili correlati

Pablo Picasso

Jackson Pollack

Jean-Michel Basquiat

video

Salvador Dali - A Surreal Relationship (TV-14; 3:02) Salvador Dali - Identity Crisis (TV-14; 2:39) Salvador Dali - Artist Superstar (TV-14; 4:26) Salvador Dali - Meeting Gala (TV-14; 3:37) Salvador Dali - Mini Bio (TV-14; 3:52)



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Biografie di personaggi famosi.
La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.