Biografia di Stephen Breyer

  • Virgil Tyler
  • 0
  • 3279
  • 224
Stephen Breyer è un giudice associato per la Corte suprema degli Stati Uniti, nominato dal presidente Bill Clinton.

Chi è Stephen Breyer?

Stephen Breyer ha frequentato la Harvard Law School e alla fine ha continuato a insegnare legge per più di due decenni presso la sua alma mater, e ha lavorato come assistente procuratore durante le audizioni di Watergate. È stato nominato alla Corte suprema dal presidente Bill Clinton e ha prestato giuramento il 3 agosto 1994. Ha anche scritto il libro del 2010 Far funzionare la nostra democrazia.

Primi anni e istruzione

Stephen Gerald Breyer è nato il 15 agosto 1938 a San Francisco, in California. Suo padre, Irving, era consulente legale del Board of Education di San Francisco e sua madre Anne, si offrì volontaria per la League of Women Voters. Influenzato dai suoi genitori, la futura giustizia della Corte Suprema ha sviluppato una comprensione dell'importanza del servizio pubblico.

Mostrando un formidabile intelletto in tenera età, Breyer era noto come il "cervello delle truppe" tra i suoi compagni Eagle Scouts. Si unì al gruppo di discussione alla Lowell High School di San Francisco e fu votato "molto probabilmente per avere successo" dopo la laurea nel 1955.

Dopo aver conseguito la laurea in filosofia presso la Stanford University nel 1959, Breyer frequentò la Oxford University's Magdalen College come Marshall Scholar. Tornò negli Stati Uniti per iscriversi alla Harvard Law School, unendosi alla Harvard Law Review prima di laurearsi con lode nel 1964.

Carriera legale precoce

Breyer ha lavorato per il giudice associato della Corte suprema Arthur J. Goldberg per il periodo 1964-1965, prima di diventare assistente speciale del procuratore generale degli Stati Uniti per l'Antitrust. Nel 1967, ha intrapreso un lungo mandato come professore di legge ad Harvard.

Dopo aver prestato servizio nella Procura speciale di Watergate, nel 1973, Breyer fu nominato consigliere speciale presso il comitato giudiziario del Senato, dove ottenne il riconoscimento per i suoi sforzi bipartisan per la deregolamentazione del settore aereo. Alla fine del decennio, divenne il comitato giudiziario'consigliere principale.

Con la sola nomina giudiziaria del presidente uscente Jimmy Carter che sarà confermata dal Senato, Breyer assunse l'incarico di giudice della Corte d'appello degli Stati Uniti per il primo circuito nel dicembre 1980. Si unì alla Commissione di condanna degli Stati Uniti nel 1985 e nel 1990, è stato nominato capo giudice della Corte d'Appello e membro della Conferenza giudiziaria degli Stati Uniti.

Giustizia della Corte suprema

Inizialmente considerato per un seggio alla Corte Suprema al momento della pensione di Byron White nel 1993, Breyer invece aspettò un altro anno per guadagnare il presidente Bill Clinton'nomination come sostituto di Harry Blackmun. Dopo una settimana di audizioni, è stato approvato dal Senato con un voto di 87-9 e ha assunto la sua posizione di giudice associato il 3 agosto 1994.

Come la corte suprema'Per la giustizia junior per quasi 11 anni e mezzo, Breyer si è guadagnato una reputazione per il suo pragmatismo. Spesso in opposizione alle opinioni originarie della giustizia Antonin Scalia, sosteneva un'interpretazione della Costituzione come un documento "vivente" che richiedeva la considerazione di questioni contemporanee. Come tale, ha scritto un dissenso nel caso del 2008 Distretto di Columbia v. Heller, che ha stabilito che il secondo emendamento protegge il diritto delle persone a conservare e portare armi da fuoco per autodifesa.

Breyer occasionalmente si schiera con i suoi colleghi conservatori, in particolare in una decisione del 2014 che ha accolto un emendamento costituzionale del Michigan che vieta le azioni affermative nelle ammissioni allo stato's università pubbliche. Tuttavia, spesso si allea con la corte'ala liberale, come ha fatto con le sentenze del 2015 che sostenevano i sussidi fiscali federali dell'Affordable Care Act e il diritto costituzionale per il matrimonio omosessuale.

Vita personale e libri

Durante i suoi primi anni come assistente professore, Breyer conobbe la psicologa Joanna Hare, la figlia del leader del Partito conservatore britannico John Hare. La coppia si sposò nel 1967 e hanno tre figli.

Breyer ha diversi interessi al di fuori della legge, tra cui cucina e ciclismo. Fu coinvolto in un grave incidente in bicicletta mentre era in esame per la Corte Suprema nel 1993 e incontrò il Presidente Clinton nonostante si fosse ripreso da un polmone forato e diverse costole rotte.

Considerato uno dei migliori scrittori nel sistema giudiziario federale, Breyer è autore di numerosi libri sulla regolamentazione federale. Più recentemente, ha spiegato le sue filosofie giudiziarie nel suo tomo del 2005, Libertà attiva: interpretare la nostra costituzione democratica, e nel suo libro del 2010, Far funzionare la nostra democrazia: un giudice's Visualizza




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Biografie di personaggi famosi.
La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.