La vera storia di Paul Revere's Ride

  • Joseph Wood
  • 0
  • 1818
  • 64

Nella primavera del 1860, il professore di Harvard e il famoso poeta romantico Henry Wadsworth Longfellow iniziarono a lavorare su una poesia su un giro di messaggistica altrimenti oscuro del patriota americano Paul Revere la sera del 18-19 aprile 1775. Longfellow sperava di usare la storia della corsa di Paul Revere come veicolo per avvertire l'Unione americana che era in pericolo di disintegrazione (cosa che era). Anche se ci sono buone prove che Longfellow conosceva la vera storia della cavalcata di Revere (dalla lettera del 1798 di Paul Revere al Dr. Jeremy Belknap della Massachusetts Historical Society, pubblicata su una rivista che Longfellow aveva quasi certamente letto) , Longfellow ha scelto di semplificare e riorganizzare parti della storia nell'interesse di creare una poesia migliore e più efficace. In particolare, Longfellow ha ribaltato la storia delle famose lanterne segnaletiche appese nella torre della Christ Church per indicare che le truppe britanniche avevano lasciato Boston. Secondo Longfellow, Paul Revere stava aspettando & # x201C; avviato e spronato & # x201D; a Charlestown attraverso il fiume da Boston per il segnale, mentre in realtà Revere era ancora a Boston quando i segnali furono mostrati. I segnali non erano & # x201C; per & # x201D; Paul Revere, ma & # x201C; da & # x201D; Paul Revere ai Sons of Liberty di Charlestown, perché Revere temeva che gli sarebbe stato impedito di lasciare Boston. 

 Longfellow registra anche che Revere stava arrivando sia a Lexington che a Concord, quando in realtà Revere fu catturato al di fuori di Lexington e non raggiunse mai Concord (anche se il suo compagno Dr. Prescott lo fece). Forse il più importante è il fatto che Longfellow presentasse Revere come un cavaliere solitario in opposizione alla potenza dell'Impero britannico, quando in realtà Revere era solo un ingranaggio, sebbene importante, in un elaborato sistema di allarme istituito dai Figli della Libertà per diffondere un allarme in modo rapido ed efficiente.  

A differenza di alcuni eventi storici, si sa molto sulla corsa di Paul Revere, derivata in gran parte dai suoi stessi conti & # x2013; la bozza e la versione finita di una deposizione presa subito dopo lo scoppio della guerra rivoluzionaria, e la lettera del 1798 inviata al Dr. Jeremy Belknap menzionarono sopra. La sera del 18 aprile 1775, Paul Revere fu inviato dal Dr. Joseph Warren, l'ultimo grande leader patriota rimasto a Boston e un amico personale di Revere. Quando arrivò all'ambulatorio del Dr. Warren, Revere scoprì 1) che le truppe regolari britanniche si stavano preparando quella sera per marciare in campagna, probabilmente a Concord, nel Massachusetts, per catturare o distruggere i depositi militari che erano stati radunati lì. Ciò non fu una sorpresa, poiché un tale movimento era atteso da diversi giorni. 2) Il Dr. Warren informò Revere di aver appena ricevuto informazioni dalla sua stessa rete di spionaggio che le truppe progettarono di fermarsi a Lexington, nel Massachusetts, sulla strada per Concord e arrestare Samuel Adams e John Hancock, leader dei patrioti che stavano in una casa di proprietà di uno dei parenti di Hancock (come si è scoperto, questa intelligenza era imprecisa). Dr. Warren & # x201C; supplicò & # x201D; Revere si fermò a Lexington e avvertì Adams e Hancock di liberarsi delle truppe britanniche. Warren informò anche Revere di aver già inviato un messaggero a Lexington & # x2013; un signor William Dawes & # x2013; che aveva imboccato la via di terra più lunga fuori da Boston Neck, intorno a Back Bay e oltre il ponte a Cambridge, nel Massachusetts, dall'Harvard College.

Dopo che Revere ha conferito a Warren, è tornato nel suo quartiere, dove ha contattato un amico di & # x201C; & # x201D; (Revere stava molto attento a non identificare nessuno di cui non aveva bisogno, nel caso in cui la sua deposizione fosse caduta nelle mani sbagliate) per salire sul campanile della Christ Church (oggi conosciuta come Old North Church) per impostare i famosi segnali. L'amico & # x201C; amico & # x201D; appese due lanterne, il che significa che gli inglesi progettarono di lasciare Boston & # x201C; via mare & # x201D; attraverso il fiume Charles, al contrario di una sola lanterna, il che significherebbe che le truppe progettarono di marciare interamente & # x201C; via terra, & # x201D; sullo stesso percorso che aveva preso William Dawes. Presumibilmente il percorso dell'acqua sarebbe stato più breve, anche se alla fine le truppe erano così lente che importava davvero poco da che parte fossero. Revere si fermò quindi a casa sua per prendere gli stivali e il cappotto, poi si diresse verso il lungomare di North End, dove due amici & # x201C; & # x201D; attese con una piccola barca per remarlo attraverso la foce del fiume Charles. Superando con successo la nave da guerra britannica HMS Somerset, che era stata ancorata vicino a dove i traghetti normalmente attraversavano Charlestown, i due uomini lasciarono Revere vicino alla vecchia batteria di Charlestown appena fuori città. Facendosi strada verso Charlestown, Revere incontrò i Sons of Liberty locali, i quali verificarono di aver visto i suoi segnali delle lanterne (che ormai non erano più necessari). Revere prese quindi in prestito un cavallo dal patriota di Charlestown John Larkin (che in realtà doveva prendere il cavallo da suo padre, Samuel Larkin) e poi partì attraverso la campagna a nord-ovest verso Lexington e Concord.

Sfuggendo alla cattura catturata da una pattuglia britannica appena fuori Charlestown, Revere caricò un po 'il percorso pianificato e arrivò a Lexington appena dopo mezzanotte. Non sappiamo cosa abbia detto in ciascuna delle case lungo la strada. Sappiamo esattamente cosa ha detto quando è arrivato a Lexington, tuttavia, dato che c'era una sentinella in servizio fuori dalla casa dove alloggiavano Adams e Hancock, e quella sentinella, un sergente Monroe, in seguito scrisse ciò che accadde. Mentre Revere si avvicinava alla casa, Monroe gli disse di non fare così tanto rumore, che tutti in casa si erano ritirati per la notte. Revere gridò & # x201C; Rumore! Avrai abbastanza rumore abbastanza presto! I clienti abituali stanno uscendo! & # X201D; Nonostante ciò, Revere aveva ancora problemi a convincere la sentinella a lasciarlo passare fino a quando John Hancock, che era ancora sveglio e udì la confusione, riconobbe la voce di Revere e disse & # x201C; Oh, tu, Revere. Non abbiamo paura di te & # x201D; dopodiché a Revere fu permesso di entrare nella casa e consegnare le sue notizie.

Revere wasn't un cavaliere solitario, ma un ingranaggio & # x2014; sebbene sia importante & # x2014; in un elaborato sistema di allerta istituito dai Figli della Libertà per diffondere un allarme in modo rapido ed efficiente. (Immagine: per gentile concessione di Paul Revere Memorial Association)

Circa 30 minuti dopo arrivò William Dawes. I due messenger & # x201C; si sono rinfrescati & # x201D; (probabilmente aveva qualcosa da mangiare e da bere) e poi decise di proseguire verso la città di Concord, per verificare che i negozi militari fossero stati adeguatamente dispersi e nascosti. Lungo la strada furono raggiunti da un terzo uomo, un dottor Samuel Prescott, che riconobbero come un "Figlio della Libertà" alto. & # X201D; Poco dopo furono tutti fermati da una pattuglia britannica. Dawes, che probabilmente si era messo da parte per allarmare una casa, notò cosa stava succedendo e scappò. Gli inglesi radunarono Prescott e Revere in un prato vicino, quando Prescott disse improvvisamente & # x201C; Indossa! & # X201D; (che significa scatter) ei due patrioti si allontanarono improvvisamente in direzioni diverse. Prescott, un uomo del posto, sfuggì con successo alla cattura e allarmò la milizia di Lincoln e Concord; Revere scelse la macchia di bosco sbagliata a cui dirigersi e fu riconquistato da più soldati britannici. Trattenuto per un po ', interrogato e persino minacciato, Revere fu infine rilasciato, sebbene il suo cavallo fosse confiscato. Tornando a Lexington a piedi, Revere aiutò Adams e Hancock a partire per Woburn, nel Massachusetts. Il segretario di Revere e Hancock, un signor Lowell, erano impegnati a portare via un tronco di fogli che Hancock si era lasciato alle spalle quando le truppe britanniche marciarono su Lexington Green. Revere riferì che poteva sentire gli spari e vedere il fumo del fuoco del moschetto quando iniziò la scaramuccia di Lexington Green, ma non riuscì a identificare chi avesse sparato per primo, poiché un edificio in quel momento oscurava la sua vista. Questo è probabilmente il motivo per cui la deposizione di Revere non fu inclusa con gli altri quando furono pubblicati subito dopo l'inizio della guerra. La deposizione di Revere (bozza e copia finale) oggi può essere trovata nei Revere Family Papers presso la Massachusetts Historical Society, insieme alla lettera di Revere & # x2019; s del 1798 al Dr. Jeremy Belknap.

Patrick M. Leehey è direttore della ricerca presso la Paul Revere House di Boston, che è di proprietà e gestito come museo dalla Paul Revere Memorial Association dal 1908. Segui la Paul Revere House su Facebook e Twitter e controlla un ipotetico diario di Paul riverire's commenti su vari eventi contemporanei. 

Dall'archivio bio: Questo articolo è stato originariamente pubblicato il 17 aprile 2015.

Di Patrick M. Leehey

    ALTRE STORIE DALLA BIOGRAFIA

    Storia e cultura

    Fatti affascinanti sui veri "figli della libertà"

    Con l'imminente premiere della miniserie "Sons of Liberty" di History Channel, diamo uno sguardo ad alcuni fatti affascinanti sui veri uomini che hanno combattuto per l'indipendenza americana. Chi ha ingannato la morte ancora e ancora? Chi era un pioniere forense? A chi piaceva nudo? Continuate a leggere per scoprirlo…

    • Di Sara KettlerJun 25, 2019
    Storia e cultura

    Tracciare l'albero genealogico di Paul Revere

    Nell'anniversario della famosa cavalcata di Paul Revere, la genealogista dello staff di Ancestry Juliana Szucs fa un passo indietro nella storia per dare uno sguardo alla sua vita e leggenda.

    • Di Juliana Szucs 25 giu 2019
    Nelle news

    'Detroit': la vera storia dietro al film

    Con l'apertura di "Detroit" di Kathryn Bigelow, ripensiamo agli eventi della vita reale che hanno attanagliato la città 50 anni fa.

    • Di Sara KettlerJun 21, 2019
    Nelle news

    La vera storia dietro 'Commozione cerebrale'

    Con l'uscita di "Commozione cerebrale" il 25 dicembre, ecco uno sguardo alla vera storia del Dr. Bennet Omalu e alla sua battaglia per sensibilizzare sul problema del danno cerebrale nei giocatori in pensione della NFL.

    • Di Tim OttJun 17, 2019
    Storia e cultura

    La vera storia dietro 'Amazing Grace'

    L'amato inno e il suo autore John Newton, un ex commerciante di schiavi, hanno ispirato un nuovo musical di Broadway, ma la storia vera è complessa e ambigua.

    • Di David ShewardMar 17, 2016
    Storia e cultura

    Chi era Maria Altmann? La vera storia dietro 'Woman in Gold'

    "Woman in Gold", un nuovo film emozionante che apre questa settimana, vede Helen Mirren nei panni di Maria Altmann, una rifugiata ebrea nella vita reale la cui arte di famiglia è stata rubata dai nazisti nella seconda guerra mondiale.

    • Di Catherine McHughJun 24, 2019
    Nelle news

    La vera storia dietro 'The Zookeeper's Wife'

    L'eroismo della vita reale di Jan e Antonina Zabinski, che hanno contribuito a salvare 300 ebrei e ribelli durante l'Olocausto, è diventato un film di Hollywood.

    • Di Bio StaffJun 20, 2019
    Storia e cultura

    L'assassinio di Abraham Lincoln

    Il 14 aprile 1865, l'assassino John Wilkes Booth uccise il presidente Abraham Lincoln, che morì il giorno seguente. James M. Cornelius, Ph.D., curatore presso la Biblioteca e il museo presidenziale di Abraham Lincoln, racconta gli eventi di quel tragico giorno e le sue conseguenze storiche.

    • Di James M. Cornelius, Ph.D. del 14 giugno 2019
    Storia e cultura

    La vera storia dietro "The Post" di Spielberg

    In "The Post" di Steven Spielberg, Meryl Streep dà vita alla decisione di Katharine Graham del 1971 di far pubblicare al Washington Post i Pentagon Papers top secret. Tuttavia, c'è solo così tanto che un film può includere. Ecco la vera storia dietro "The Post".

    • Di Sara KettlerJun 21, 2019
    Caricamento in corso ... Vedi di più



    Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

    Biografie di personaggi famosi.
    La tua fonte di storie vere su personaggi famosi. Leggi biografie esclusive e trova connessioni inattese con le tue celebrità preferite.